alpadesa
  
Flash news:   Seconda edizione della cinerassegna invernale “Agguattiti buono!”: domani sera la presentazione Avellino, il centrocampista Tomas Federico è un nuovo tesserato Vince la lista “Insieme si può” di Lia Gialanella al Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda per l’elezione della componente genitori nel Consiglio d’Istituto Estraggono 800 metri cubi di pietra dal fiume Sabato: la Forestale mette i sigilli L’Atripalda Volleyball batte Martina e consolida il settimo posto Oggi il Giorno della Memoria per non dimenticare la tragedia della Shoah Non basta Micovschi, finisce 1-1 col Picerno Torna nella chiesa la tela offerta in dono nuziale. Foto “Verità per Giulio Regeni”: a quattro anni dalla scomparsa restano ancora ombre Pista di pattinaggio per il Natale ad Atripalda, dopo le polemiche sui social per il contributo del Comune il gestore Sergio Argenio si difende

“Subito 5mila euro o ti uccido moglie e figlia”: arrestano estorsore in un bar di Atripalda

Pubblicato in data: 27/5/2011 alle ore:17:29 • Categoria: CronacaStampa Articolo

daniele-pianoUn giovane ed onesto operaio di questa provincia viene contattato sul proprio cellulare da una persona che simulando una cadenza dialettale siciliana, dopo aver dimostrato di conoscere le sue abitudini e la composizione del suo nucleo familiare; quindi il fatto che era padre di una bambina in tenera età, minaccia pesantemente il malcapitato riferendo che avrebbe ammazzato la moglie e la figlia se non avesse assecondato le sue richieste estorsive, ossia se non gli avesse consegnato 5.000 euro in contanti. Questa l’odiosa e inquietante minaccia utilizzata dal malvivente per indurre la vittima ad assecondare la sua scellerata pretesa: “prepara cinquemilaeuro altrimenti tagliamo la testa a tua moglie e tua figlia”.
Il malcapitato non si perde d’animo e si affida alla squadra mobile della Questura di Avellino che dopo due giorni di serrate indagini arresta l’autore all’interno di un bar di Atripalda, dove l’estorto aveva depositato così come imposto dal malvivente una busta contenete il denaro richiesto sotto una tavoletta rotante del water. All’uscita dal bagno l’estorsore viene prontamente bloccato da personale della squadra mobile tra l’incredulità e la ovvia sorpresa degli avventori che appreso il motivo dell’intervento plaudono all’operato della Polizia.
Il malvivente, già conosciuto alle Forze dell’Ordine, nel ritirare i soldi, ossia una parte della somma richiesta, all’uscita del bagno riservato ai portatori di handicap, si trova però il responsabile della sezione criminalità organizzata che aveva opportunamente isolato l’intera zona e piantonato ogni possibile via di fuga. Ammanettato viene trovato in possesso della somma versata dall’estorto. Condotto in Questura l’arrestato che si identifica per PIANO Daniele nato a Battipaglia (SA) il 24/10/1981 domiciliato in Avellino, oltre ad ammettere le sue responsabilità riferisce di essere un emissario del clan camorristico Schiavone da Casal Di Principe versione, ritenuta poco credibile ma comunque al vaglio della Polizia.
L’indagine viene coordinata dal P.M. Dott. Elia Taddeo della Procura della Repubblica di Avellino diretta dal Proc. Dr Angelo Di Popolo.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *