alpadesa
  
domenica 25 ottobre 2020
Flash news:   Coronavirus, aumentano i contagi in Irpinia: 91 i nuovi casi. Ad Atripalda 3 i positivi Coronavirus, Conte firma il nuovo Dpcm: da lunedì 26 ottobre bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti domenica e festivi Coronavirus, cresce la paura ad Atripalda per i nuovi casi: parla il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “contagio alunni non c’è motivo di allarme” L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2

Folla in preghiera ieri alla processione del Corpus Domini

Pubblicato in data: 27/6/2011 alle ore:10:54 • Categoria: Cultura

processione-santa-rita3Grande folla e straordinaria partecipazione popolare ieri sera alla processione del Corpus Domini promossa dalle Chiesa del Carmine e dalla chiesa madre di S.Ippolisto Martire.
Le strade del centro cittadino di Atripalda, si sono riempite di fedeli.
In occasione della solennità del Corpus Domini i parroci Don Enzo De Stefano e Don Ranieri, hanno portato in processione, tra inni e preghiere, racchiusa in un ostensorio, un’Ostia consacrata ed esposta alla pubblica adorazione: viene adorato così Gesù vivo e vero, presente nel Santissimo Sacramento.
Lungo il percorso della processione, ad ogni stazione è stata realizzata l’infiorata, un tappeto naturale costituito da petali di fiori. Il sindaco Aldo Laurenzano ha partecipato alla solenne processione facendo da “guardia d’onore” al Santissimo e reggendo il baldacchino sotto il quale era custodito dal parroco l’ostensorio.
Con il primo cittadino, tanti amministratori ed autorità militari con il comandante della stazione dei carabinieri Costantino Cucciniello. 
Nonostante il pomeriggio domenicale estivo, il rito si è rinnovato con un’adesione che ha riguardato le diverse generazioni, anziani e giovani insieme a seguire il percorso in un’atmosfera raccolta di preghiera che a tratti ha sfiorato la commozione.
Tanta gente comune non ha così voluto mancare a un appuntamento di religiosità intima e di tradizione cittadina.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *