alpadesa
  
Flash news:   Il Consiglio d’Istituto del Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda elegge presidente Roberto Savarese ribaltando l’esito delle elezioni suppletive. Due genitori allontanati dai Vigili Laurea con lode di Francesca Bellizzi, auguri L’imprenditore atripaldese Marco Romano premia l’ex capitano della Roma Francesco Totti Us Avellino: Carlo Musa sollevato dall’incarico In marcia per la pace questo pomeriggio ad Atripalda L’ala piccola Lorenzo De Blasi si aggrega alla prima squadra della Scandone Avellino Via Melfi chiude di nuovo al traffico per lavori straordinari alle facciate laterali di Palazzo Del Gaudio Parte l’intervento di regimentazione delle acque a contrada Fellitto ad Atripalda. Foto Coniugi atripaldesi citano in giudizio Tour Operator per danno da vacanza rovinata Avellino–Cavese, disposizioni a seguito della chiusura della Tribuna Terminio

I Tiromancino il 17 settembre ad Atripalda per i festeggiamenti di San Sabino

Pubblicato in data: 3/7/2011 alle ore:10:25 • Categoria: CulturaStampa Articolo

tiromancino1I Tiromancino con l’Essenziale Tour il 17 settembre ad Atripalda per i solenni festeggiamenti in onore del santo patrono, San Sabino Vescovo.
Si allunga la tournèe iniziata a febbraio del gruppo musicale romano che senza sosta arriverà fino a settembre con Federico Zampaglione & company che si esibiranno in piazza Umberto I in occasione della festa del santo patrono.
Un colpo importante, con il quale il comitato festa, guidato da Giovanni D’Agostino, ha voluto omaggiare la città. «Sì, è proprio così. – spiega il giovane presidente del comitato festa – Sabato 17 settembre in piazza Umberto ci sarà l’esibizione dei Tiromancino». Un evento musica che certamente richiamerà nella cittadina del Sabato il pubblico delle grandi occasioni.
Il gruppo romano, storicamente guidato da Federico Zampaglione che rappresenta l’anima, fondato nel 1989, è alla ricerca di sonorità sempre non convenzionali.
Pubblicano durante gli anni novanta quattro album, nell’ordine: Tiromancyno (1992) (che è anche il nome del gruppo, fino a questo disco), Insisto (1994), Alone Alieno (1995), Rosa spinto (1997). Già nei loro primi lavori si nota una spiccata attenzione verso sonorità sofisticate; il suono delle chitarre acustiche viene molto esaltato, dando così vita ad un sound caldo che rimane fino ad oggi distintivo della band. Durante i loro primi 10 anni di attività cominciano a godere di una relativa fama, alla cui crescita contribuiscono collaborazioni di rilievo sia in ambito musicale (apertura del tour europeo dei Morcheeba), che nei loro videoclip (Ferzan Ozpetek, Valerio Mastandrea, Paola Cortellesi).
La svolta per il gruppo coincide con l’incisione del quinto lavoro: «La descrizione di un attimo» che contiene il brano «Due destini» inserito nella colonna sonora del film di Ozpetek Le fate ignoranti. Nel 2002 viene pubblicato In continuo movimento che contiene il pluripremiato singolo Per me è importante, rimasto a lungo primo in classifica. La maturità musicale della nuova formazione è evidente, le sonorità acustiche si alternano ora a quelle elettroniche dando vita ad ambientazioni velatamente psichedeliche.
Nel 2004 il brano «Imparare dal Vento» è uno dei due temi musicali principali del film di Lucini L’uomo perfetto.
Nel marzo del 2007, viene pubblicato l’album L’alba di domani anticipato dal singolo omonimo, il disco contiene otto brani inediti e tutta la colonna sonora del film «Nero bifamiliare» scritto e diretto dallo stesso Zampaglione.
Nell’ottobre 2010 i Tiromancino tornano con un nuovo disco di inediti dal titolo “L’essenziale”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *