alpadesa
  
Flash news:   Vincenzo Aquino chiama le Misericordie irpine ad una svolta storica Atripalda Volley, domani presentazione ufficiale nella Sala Consiliare di Atripalda “Ripianti-Amo”, cinque nuovi alberelli in Piazzetta degli Artisti al posto di quello rubato. Foto Oggi pomeriggio la presentazione di mister Eziolino Capuano Le parole di coach De Gennaro alla vigilia della gara con la Virtus Arechi Salerno Eziolino Capuano nuovo tecnico dell’Us Avellino, esonerato Ignoffo Auto contro cisterna del gas lungo la Variante, giovane ferita e traffico in tilt tra Atripalda e Mercogliano Al via la campagna abbonamenti per la Scandone Operazione “Partenio 2.0”, bufera sulla Lega: si autosospende il coordinatore di Avellino Sabino Morano Givova nuovo sponsor tecnico della Scandone

Comune, tre dipendenti andati in pensione

Pubblicato in data: 4/7/2011 alle ore:08:53 • Categoria: ComuneStampa Articolo

municipioTre dipendenti del Comune di Atripalda (foto) dallo scorso 1 luglio sono andati in pensione.
Si tratta della dottoressa Assunta Fraire, responsabile dell’Ufficio anagrafe, della dottoressa Sara Zollo, responsabile della biblioteca comunale di piazza Sparavigna ed infine dell’agente dei Vigili Urbani Francesco Caronia.
Così il numero dei  dipendenti comunali attualemente scende a sessantaquattro
Gli uffici rimasti vacanti saranno così ricoperti: Sabino Imparato è il nuovo responsabile dell’Ufficio anagrafe. Alla guida della biblioteca comunale ci sarà invece Marilù Puopolo, che mantiene anche l’Ufficio commercio.
Per il momento infine non è previsto nessun nuovo agente al Comando di Polizia Municipale.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *