alpadesa
  
sabato 17 agosto 2019
Flash news:   Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde Scandone, il grido d’amore degli Original Fans: “Finché il cuore batte qui si combatte“ Gli amici di via Gramsci si ritrovano a cena dopo tanti anni. Foto Venerdì presentazione di “Variazione Madre” libro di poesie di Federico Preziosi Nozze d’oro Nappa-Santella, auguri

Uisp, grande successo per la due giorni di Atripalda per il Circolo Amatori della Bici

Pubblicato in data: 18/7/2011 alle ore:09:19 • Categoria: Sport, CiclismoStampa Articolo

ciclismo atripaldaGrande successo per la due giorni di Atripalda organizzata dal Circolo Amatori della Bici del Presidente Alvino Sigismondo e dalla Uisp di Avellino, patrocinata dall’Amministrazione comunale di Atripalda e dal Coni di Avellino.
Inizio sabato 16 luglio primo “Memorial Vincenzo Carulli” con gli atleti di tutta la regione che si sono dati battaglia sulle durissime rampe che da Atripalda portano ai Feudi di San Gregorio nella prima prova regionale nella specialità cronoscalata valida come prima tappa Regionale per l’anno 2011.
ciclismo atripaldaLa prima partenza è stata alle ore 16.20.
Il vincitore della cronoscalata è stato Antonio Corbisiero, alle spalle si è piazzato Adriano Luciano, e terzo Luigi Ferrara.
All’interno dei Feudi di San Gregorio è stato allestito un banchetto gentilmente offerto dall’azienda vitivinicola dove sono stati premiati anche gli atleti.
Domenica 17 luglio è andata in scena invece la stracittadina, oramai classica del circuito regionale, valida come seconda tappa.
Si è trattato di un circuito pianeggiante ripetuto 25 volte, per un totale di circa 75 km percorsi per le principali strade della cittadina (via Ferrovia, via S. Lorenzo, via Manfredi, piazza Umberto I, via Melfi e via Roma) con arrivo in prossimità della rotatoria “La Maddalena”
Al traguardo dopo numerosi tentativi di fuga alla fine si è imposto Del Sesto Angelo, seguito da Moretti Antonio e De Carlo Vincenzo.
Premiazioni per i primi 25 atleti classificati e il primo classificato del Circolo Amatori della Bici Emilio Aquino.
A fine gara gli atleti sono stati premiati dall’Assessore Montuori in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Atripalda e da Alvino Sigismondo responsabile ciclismo Uisp provinciale.
Un plauso va a tutti coloro che hanno permesso l’ottima riuscita della manifestazione: i carabinieri di Atripalda, le moto staffette dei carabinieri di Avellino, i Vigili Urbani di Atripalda, la Protezione civile di Atripalda, l’Associazione nazionale carabinieri presenti con i quad, l’associazione radioamatori e il corpo giudici di gara Uisp e a tutti i volontari presenti e coloro che hanno partecipato per la riuscita delle manifestazioni.
L’assistenza sanitaria è stata assicurata dalla Misericordia di Atripalda.
Due grandi successi che da qualche anno si ripetono nella cittadina atripaldese e che appassionano sempre di piu.
Continuerà il campionato regionale Uisp ciclismo con altre tappe nella provincia di Avellino, con le tappe del 20 agosto, cronoscalata in quel di Calitri e il 28 agosto con il secondo circuito città di Nusco.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *