alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, ordinanza del sindaco Spagnuolo: “quarantena per chi viene dalle zone focolaio del Nord Italia” Forza Italia, nominato il nuovo commissario provinciale di Avellino: Fulvio Martusciello subentra a Cosimo Sibilia Coronavirus, i Carabinieri denunciano due persone del capoluogo Irpino per false segnalazioni su Facebook e procurato allarme L’irpino Vincenzo Garofalo al suo esordio regala tre punti ai Lupi Brutta sconfitta in casa per la Scandone Avellino contro Geko PSA Sant’Antimo Coronavirus, avviso alla cittadinanza di Atripalda del sindaco Spagnuolo: “Comunicate i vostri spostamenti in questi ultimi 15 giorni da e verso le zone focolaio del virus in Italia e all’estero” Elezione presidente Consiglio d’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” Atripalda, lettera aperta della componente genitori guidata da Lia Gialanella: “non ci è parsa una buona partenza” Coronavirus: il figlio rientra in Irpinia da Codogno, famiglia in quarantena a Montefusco Ad Atripalda sabato pomeriggio arriva “Carnevale in Piazza” Taglio pioppi in via San Lorenzo, l’intervento della delegata al Verde Pubblico Anna De Venezia: “abbattimento dopo verifica tecnica e di un agronomo”. Foto

Cade per un malore e sbatte la testa sul ciglio della strada: morto il 76enne atripaldese Antonio Fuso

Pubblicato in data: 20/7/2011 alle ore:14:35 • Categoria: CronacaStampa Articolo

antonio-fuso-2E’ caduto in seguito ad un malore e  ha sbattuto la testa sul ciglio della strada: non c’è stato nulla da fare per Antonio Fuso (nella foto di Antonio Cucciniello) il 76enne atripaldese morto questa mattina nei pressi della Strada Statale 7bis all’incrocio con via Manfredi, dove abitava. antonio fusoL’uomo, conosciuto in città per la sua insolita abitudine di camminare con una capretta al guinzaglio, avrebbe perso l’equilibrio mentre camminava a piedi con il proprio cane che è stato trovato con una zampa azzoppata. In seguito alla caduta Fuso avrebbe sbattuto violentemente la testa sul antonio fusociglio del marciapiede, probabilmente in seguito a un malore. L’infarto è l’ipotesi più accreditata.
Inutili i soccorsi dei medici della Misericordia intervenuti sul posto e di alcuni passanti che hanno tentato anche di rianimarlo tramite respirazione bocca a bocca. Il corpo esamine, dopo la visita del medico legale Piciocchi, è stato trasportato presso la sala mortuaria del cimitero di Atripalda. Al momento sono in corso indagini da parte dei Carabinieri guidati dal maresciallo Sullutrone per accertare l’esatta dinamica dell’accaduto. Sembrerebbe esclusa l’ipotesi di investimento avanzata in un primo momento. Sul posto anche i Vigili Urbani con il comandante Parziale.
L’uomo amava gli animali: in casa aveva oltre al cane anche alcuni gatti.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *