alpadesa
  
sabato 24 ottobre 2020
Flash news:   L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2 Sono 16.079 i nuovi contagi in Italia. Ad Atripalda i casi totali finora sono 16 Ordinanza coprifuoco Campania: operativa da venerdì 23 ottobre Coronavirus, 47 nuovi contagi in Irpinia

Auto investe pedone in pieno centro, tanto spavento e qualche dolore

Pubblicato in data: 8/9/2011 alle ore:10:57 • Categoria: Cronaca

piazza-umberto-i1Se l’è cavata con qualche dolore e contusioni varie ma con un grosso spavento la donna investita ieri sera in piazza Umberto, in pieno centro città. Era scesa con la figlia a fare compere. Voleva attraversare la strada, in un punto dove vi erano le  strisce pedonali. Erano circa le ore 19. In quel momento stava sopraggiungendo un’utilitaria. L’automobilista ha visto la donna solo all’ultimo secondo e l’ha colpita con l’auto. La donna, sotto shock, è rimasta a terra qualche minuto. Fortunatamente per la signora solo qualche dolore e contusioni ma nulla di grave. A scongiurare il peggio la figlia, che nel vedere l’auto sopraggiungere ha urlato, evitando così la tragedia.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *