alpadesa
  
Flash news:   Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21 Assemblea ASI, approvato il Bilancio consuntivo 2019 all’unanimità Efficientemente energetico, la richiesta di “Idea Atripalda” per il Comune del Sabato Air Trasporti, riattivate le corse urbane nei giorni festivi sulle linee di Atripalda e Mercogliano Torna lo scontro politico tra maggioranza e opposizione nella prima seduta di Consiglio comunale dopo quattro mesi di stop. L’ex sindaco: “una scorrettezza questa convocazione” e il primo cittadino:”i punti in discussione li decido io non i social” Gli “Irpini della Capitale” donano tre sanificatori alle associazioni di volontariato irpine. Foto Calcinacci caduti ad Alvanite, il Prc attacca: “Le carte truccate di Del Mauro” Montevergine, visita dell’Us Avellino questa mattina da Mamma Schiavona. Foto Cadono calcinacci ad Alvanite, dopo le proteste e la rabbia parla l’assessore al Patrimonio e capogruppo Massimiliano Del Mauro: «si deve arrivare all’abbattimento e ricostruzione di tutti i 17 fabbricati. Il problema è reperire i fondi»

Antica Abellinum, vicina la riapertura del sito archeologico. Laurenzano diffida nuovamente la Soprintendenza

Pubblicato in data: 16/9/2011 alle ore:17:57 • Categoria: Attualità

lucchetti-ad-abellinum-il-sindacoSi avvicina a grandi passi la probabile riapertura del sito archeologico dell’Antica Abellinum. Questo, in sintesi, l’esito del tavolo tecnico che si è svolto nella sede della Soprintendenza ai Beni Archeologici a Salerno e che ha visto la partecipazione della Segretaria Generale del Comune di Atripalda, Clara Curto e dell’assessore delegato al Parco Archeologico, Nancy Palladino. «La prossima settimana la Soprintendente Adele Campanelli emetterà un’ordinanza di apertura del sito, considerato che quegli scavi sono di proprietà della collettività e non del privato, come testimoniano i lavori svolti nel corso degli anni, tra cui la recinzione e la copertura della domus e, soprattutto, la fruizione pubblica che ha sempre interessato l’intera area – spiega l’assessore Palladinobasta ricordare l’ultima Via Crucis e le numerosissime attività organizzate dall’Amministrazione comunale, dalla Pro Loco e dalle altre associazioni presenti sul territorio atripaldese. Non solo. Esistono delibere di Consiglio comunale che ne affermano la pubblica proprietà e l’utilizzo per incrementare il turismo e lo sviluppo del territorio». In questo senso, la Soprintendenza di Avellino e Salerno ha richiesto al Comune un accurato dossier che contenga tutte le attività svolte negli ultimi anni nell’area: «La Soprintendenza ha deciso di tutelarsi ulteriormente da un punto di vista legale, affidandosi a uno studio di avvocati che ricostruiranno l’intera vicenda di Abellinum – continua Palladino – è la testimonianza concreta che la Soprintendenza ha finalmente capito la delicatezza della vicenda e si sta muovendo in tal senso, coinvolgendo maggiormente anche l’Amministrazione comunale. Speriamo che già dalla prossima settimana, l’area sia di nuovo fruibile ai cittadini».
La linea difensiva della Soprintendenza dovrebbe basarsi proprio sul Decreto Legge 6 luglio 2011, n. 98 “Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria”, che all’art. 34 introduce il nuovo articolo 42-bis del D.P.R. 327/2001 che disciplina l’utilizzazione senza titolo di un bene per scopi di interesse pubblico. Tale norma si è resa necessaria a seguito dell’incostituzionalità (Corte Costituzionale n. 293 del 2010) dell’art. 43 testo unico espropri che regolava la materia. In questo modo, la Soprintendenza e quindi il Ministero per i Beni e le Attività Culturali potrebbe “riprendersi” l’area e acquisirla al proprio patrimonio indisponibile, corrispondendo una percentuale forfettaria del valore venale del bene. Il Sindaco di Atripalda Aldo Laurenzano, però, continua a pressare la Soprintendenza, chiedendo spiegazioni e soprattutto delucidazioni rispetto al futuro dell’area e al futuro degli oggetti custoditi nella Civita. Una quindicina di giorni fa, il Sindaco ha scritto alla Campanelli e non ricevendo nessuna risposta rispetto alle sue richieste, ha deciso di diffidare la Soprintendenza.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Sarà ampliata l’area di scavo in piazza Garibaldi e valorizzati i reperti archeologici riaffiorati dal sottosuolo

Sarà ampliata l’area di scavo in piazza Garibaldi e valorizzati i reperti archeologici riaffiorati dal sottosuolo.  E’ quanto deciso da Read more

Eccezionale rinvenimento archeologico in vico San Giovanniello, dal sottosuolo riaffiora chiesetta del periodo tardo imperiale. FOTO

Dal sottosuolo riaffiora la storia nel centro storico della cittadina del Sabato a pochi passi dal Comune. Nuovi ed eccezionali Read more

Nuove nubi sul futuro del parco archeologico Abellinum, il Tar di Salerno sospende il decreto di esproprio. La dottoressa Fariello: «La Soprintendenza farà ricorso»

Nuove nubi sul futuro del parco archeologico dell'Antica Abellinum di Atripalda. Il Tar di Salerno ha sospeso il decreto di Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *