alpadesa
  
Flash news:   Alvanite Quartiere Laboratorio, incaricata azienda di Ferrara di adeguare il progetto alla variata normativa energetica Foglio di via per due trentenni romeni sorpresi di sera a bordo di una grossa Bmw Al via il secondo lotto di lavori per la riqualificazione di Parco delle Acacie ad Atripalda Nuovi scarichi abusivi nel fiume Sabato nel tratto che attraversa Atripalda, la denuncia di Franco Mazza: “non bisogna abbassare l’attenzione sulle condizioni del corso d’acqua”. Foto Us Avellino, l’amministratore Nicola Circelli: “effettuati i pagamenti necessari per evitare sanzioni e penalizzazioni” Grande partecipazione al “Premio San Valentino–Città di Atripalda”. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda, fa discutere la circolare della preside Amalia Carbone che vieta i vestiti di Carnevale all’Infanzia. I genitori si dividono sui social “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere “Laganum in Arce” a Manocalzati nel castello di San Barbato Calcio, l’Abellinum vince ancora

Il Circolo “Amatori della Bici di Atripalda” piange Michele Porraro

Pubblicato in data: 3/10/2011 alle ore:09:27 • Categoria: CronacaStampa Articolo

michele-porraroDolore e sconcerto per la morte di Michele Porraro, il 26enne di Mercogliano che alla guida della moto si è scontrato venerdì sera contro una Smart in via Circumvallazione ad Avellino. Negativo l’alcol test effettuato sul conducente della vettura, un 50enne di Avellino.
Sono migliorate, invece, le condizioni dell’altro ragazzo che era in moto con Porraro.
E intanto sulla morte del giovane, ecco il ricordo del “Circolo Amatori della Bici di Atripalda” di cui il 26enne faceva parte:
Venerdì doveva essere una serata di gioia e spensieratezza, una di quelle che spesso coinvolgono tutti noi del Circolo. Ed in parte lo è stata grazie anche a te, te che eri parte e lo sarai sempre Michele. Il destino, l’infame destino di chi ha appena iniziato ad assaporare le prime gioie della vita. Quella vita fatta di studio, fatta dei primi impieghi saltuari, poi fissi ma da precari e quando finalmente il meritato impiego ospedaliero arriva, proprio quello per cui avevi studiato tanto, pensi che adesso inizia la vita, invece no. C’è il destino la ad aspettarti! Quel destino spietato che prima, pochi minuti prima, ha voluto farti rivedere i tuoi amici delle due ruote a pedali, quelli di tante sfacchinate insieme e poi? Poi il nulla! Quella notte hai lottato ma l’ultima salita è stata infame. Quel maledetto nastro di asfalto che ti ha portato via per sempre Michele fa parte del destino, quel destino che ognuno di noi intende di avere scritto ma non sa dove e che tu hai conosciuto troppo in fretta. Sappi che tutta la comunità avrà di te sempre il ricordo di ciò che eri e del tuo immenso sorriso. Il Circolo tutto si stringe intorno alle famiglie Porraro e Saveriano. Ciao Michele“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *