alpadesa
  
Flash news:   Incendio a Pianodardine, Sinistra Italiana Atripalda: “altra ferita per il nostro ambiente” Avellino ko in casa col Bisceglie Amarezza di Gioso Tirone alla presentazione del libro sul decennale del “Torneo Calcistico Stracittadino di Atripalda”. Foto Us Avellino, formalizzato l’accordo con Evangelista Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi

L’Avellino travolto a Vercelli per 4-1

Pubblicato in data: 9/10/2011 alle ore:23:35 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

stemma-avellino-calcio_12PRO VERCELLI-AVELLINO: 4-1

Pro Vercelli
: Valentini, Cancellotti, Ranellucci, Masi, Armenise, Rosso (37 St Nocciola), Marconi, Murante, Disabato (13′ St Fabiano), Di Piazza, Iemmello (21′ St Malatesta). A disp.: Dan, Bencivenga, Germano, Santoni. All. Braghin.

Avellino
: Fumagalli, Labriola, Porcaro, Cardinale, Stigliano, Herrera, D’Angelo, Correa (12′ St Citro), Millesi (25′ St Falzerano), Lasagna, Zigoni (12′ St Thiam). A disp.: Fortunato, Ricci, Zappacosta, Malaccari. All. Bucaro.

Arbitro Bellutti di Trento.
Assistenti Manzo di Como e Regazzo di Treviso.
Marcatori: Al 27′ pt Di Piazza (Pro), Al 34′ pt Lasagna (Av), Al 43′ pt Marconi (Pro), Al 9′ St Disabato (Pro), Al 30′ St Malatesta (Pro).
Ammoniti: Di Piazza (Pro), D’Angelo (Av), Citro (Av), Falzerano (Av), Marconi (Pro).
Angoli: 2 a 0 per la Pro Vercelli.
Recupero: 0′ pt; 4′ St
Note: Giornata di sole. Presenti sugli spalti 2000 spettatori circa, un centinaio quelli di fede Biancoverde, distribuiti in tre settori.

Espulso al 37′ del secondo tempo Angelo D’Angelo (Av) per doppia ammonizione.

Primo Tempo

Netta sconfitta dell’Avellino al “Piola” di Vercelli, contro la Pro Vercelli, diretta concorrente per la salvezza. I lupi subiscono un’umiliante e pesante sconfitta per quattro reti ad uno ad opera della squadra allenata dall’ex Braghin. E’ la seconda sconfitta in sette giorni contro due ex. Domenica fu Sarri a battere la squadra di Bucaro, oggi ci ha pensato Braghin. Un primo tempo sostanzialmente equilibrato con l’Avellino che tenta di portarsi in vantaggio ma inaspettatamente sono i padroni di casa a passare con in rete Di Piazza al 27′. 
L’Avellino non ci sta e reagisce con rabbia e alla fine trova il meritato pareggio con l’attaccante Lasagna che finalmente rompe il ghiaccio e realizza la prima rete in questo campionato con la maglia biancoverde. Siamo al 35′ minuto.
Al 43′ la Pro Vercelli passa nuovamente in vantaggio con Marconi. Si va al riposo con i padroni di casa in vantaggio. 
Nella ripresa solo Pro Vercelli che segna la terza rete con Di Sabato: svarione difensivo, ancora una volta errori a catena della retroguardia irpina.
La quarta rete per i padroni di casa la realizza il neo entrato Malatesta che di testa approfitta di un errore del portiere dell’Avellino e lo fa secco.

Cronaca della gara

L’Avellino parte bene.

Al 5′ conclusione di Lasagna, servito da Millesi, palla sul fondo.

Al 12′ Herrera si incunea in area, ma Valentini lo anticipa di un soffio e sventa il pericolo.

Al 15′ Lasagna conclude un suggerimento di Millesi, ma all’attaccante viene fischiato un fuorigioco. Al 18′ i lupi pericolosi, traversone insidioso di Herrera, Zigoni in rovesciata, sul fondo di poco.

Al 27′ i padroni vanno inaspettatamente in vantaggio. Di Piazza riceve da Iemmello, si libera di due avversari in mezzo all’area e fa partire un tiro imprendibile per il portiere avellinese Fumagalli.

L’Avellino ha una reazione di orgoglio e di rabbia, non ci sta proprio a perdere ed al 34′ pareggia. Ciccio Millesi semina panico nella difesa di casa e crossa al centro per Lasagna che gonfia la rete del pareggio. Per l’attaccante è il primo gol con la maglia verde.

Al 43′ la Pro Vercelli raddoppia con Marconi, servito da Iammello, mette a sedere Stigliano e Correa e davanti a Fumagalli che segna.

Secondo Tempo

Chi si sarebbe aspettato una reazione dell’Avellino è rimasto deluso.

Al 7′ i padroni di casa fanno tris con Disabato. Iemmello riceve palla sul lato destro dell’area di rigore, salta due difensori sulla linea di porta, mette a sedere il portiere e serve Disabato che non deve far altro che spingere la palla in rete.

All’11’ Bucaro toglie Correa e Zigoni e inserisce Citro e Thiam.

Al 20′ Esce Millesi ed entra Falzerano, la fascia di capitano la indossa D’Angelo.

Al 27′ per l’Avellino di Bucaro è notte fonda, poker della Pro Vercelli con Malatesta che di testa supera Fumagalli in uscita, non estraneo da colpe.

Al 35′ viene espulso D’Angelo per somma di ammonizioni.

Nel finale ci prova Lasagna, ma la conclusione è da dimenticare.

Deludente prova nel secondo tempo per l’Avellino. Mercoledì arriva il Carpi per il turno infrasettimanale. Sicuramente la squadra ha carenza di organico e il mister dovrà dare una sterzata per conquistare la salvezza.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *