alpadesa
  
Flash news:   Amarezza di Gioso Tirone alla presentazione del libro sul decennale del “Torneo Calcistico Stracittadino di Atripalda”. Foto Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto

L’Irpinia Bike Team sfreccia nel Gran Premio Marco Pantani: battuti Santoro e Coppola

Pubblicato in data: 10/10/2011 alle ore:10:05 • Categoria: Sport, CiclismoStampa Articolo

irpinia bike teamAntonio Moretti ha vinto il Gran premio Marco Pantani, memorial Enzo Caputo e regala la vittoria della all’ Irpinia Bike. Aspetti Zottoli, vedi Santoro, prevedi Corbisiero, scommetti Marotti. E invece vince Moretti. Erano circa cento i ciclisti presenti alla partenza di Eboli (Sa). Percorso ondulato per complessivi 65 km e arrivo in salita. Solito copione dal km 0 con ripetuti tentativi di fuga puntualmente annullati dal gruppo. Molto attivi i verde- arancio Pietro Cardinale e Antonio Moretti che riescono ad entrare in diverse fughe dimostrando di essere in giornata. Bisogna aspettare metà gara perché vada via la fuga buona. Evadono in otto e tra questi c’è il “Guerriero” dell’ Irpinia Bike Antonio Moretti. Il gruppo non riesce a riportarsi sotto grazie all’ottimo lavoro di stopper svolto dagli IBT Cardinale e Di Tello insieme ai ragazzi della Rummo, della Nughes e dei D’Aniello. I fuggitivi arrivano compatti fino all’ultimo chilometri, ed è qui che si è decisa la corsa. Aumenta la velocità, il gruppetto si sfilaccia e arrivano a giocarsi la vittoria in tre, Coppola, Santoro e Moretti. Con una volata non solo di forza e di gambe, ma anche e soprattutto di testa e cuore, Antonio Moretti riesce a vincere davanti a Pasquale Santoro e Raffaele Coppola, regalandosi e regalando al proprio team una vittoria di spessore visto l’ordine di arrivo. Così dopo il secondo posto di Armerini a Polla in giugno e quello dello stesso Moretti ad Atripalda in luglio finalmente è arrivato il primo posto per il team atripaldese guidato dal presidente Raffaele Di Gisi. Archiviata la gara di Eboli, l’attenzione dei ragazzi è proiettata verso l’ultima gara stagionale in quel di Mariglianella, Mentre il giorno seguente ci sarà la riunione di fine anno in cui si inizierà a programmare il 2012. Questo e’ cio’ che e’ successo in quel di EBOLI,mentre un’altra importante pedina mossa dal presidente Raffaele,e’ stata quella della partecipazione con il nostro atleta Quarantiello al’ennesima gara per la qualificazione del giro delle terre sannite,svoltasi in quel di Caserta,dove anche li’ i colori verde arancio dellI.B.T. si sono fatti valere con l’ottimo piazzamento dell’inarrestabile LUCIO QUARANTIELLO,che si piazza 4° assoluto nonche’ 1° di categoria.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *