alpadesa
  
sabato 31 ottobre 2020
Flash news:   Coronavirus, altri due contagi ad Atripalda e 163 in Irpinia Allarme al Distretto Sanitario di Atripalda: accertata la positività al Covid-19 di alcuni operatori sanitari e non nell’area materno infantile. Al via i tamponi e sanificati gli ambulatori Al via gli interventi di rifacimento del manto stradale di via Serino ad Atripalda. Foto Si appropriò indebitamente dell’auto della sua fidanzata di Atripalda: prosciolto dal processo Coronavirus, nuovo record in Italia: sono 31.084 i nuovi contagi Coronavirus, altri cinque contagi ad Atripalda e 137 nuovi casi in Irpinia Coronavirus, da lunedì in Campania chiudono anche le scuole dell’Infanzia L’AssoApi di Roma si aggiudica la gestione per un anno del Farmer Market di Atripalda. L’assessore Musto: “Il Comune incasserà oltre dieci mila euro” Minaccia una coppia di vicini a contrada Alvanite: 55enne di Atripalda assolto dal Giudice Ognissanti e Commemorazione dei defunti: misure anti-contagio al Cimitero di Atripalda

Sidigas Atripalda, secondo stop al Paladelmauro contro Loreto

Pubblicato in data: 10/10/2011 alle ore:08:14 • Categoria: Pallavolo, Sport

sidigas pallavolo atripalda - loretoSecondo stop, primo al Paladelmauro per la Sidigas ancora priva dell’opposto titolare De Paula. Vince Loreto con merito e grazie al finale di 3-1 porta via l’intera posta in palio. Nello spogliatoio biancoverde aleggiano nel dopo gara sentimenti di rammarico e fiducia al tempo stesso. Rammarico perché dopo aver pagato nel primo set la sconfitta di sette giorni prima a Segrate gli irpini hanno lottato alla pari contro avversari più quotati. Fiducia perché quando non si prenderanno più nove muri in un solo set, il quarto contro Loreto, arriveranno anche i punti per muovere di nuovo la classifica.

Fondamentale in tal senso sarà il recupero dell’opposto De Paula. Il risentimento alla spalla sinistra non molla il brasiliano che nelle prossime ore verrà sottoposto ad una risonanza magnetica; la speranza è di poterlo vedere in campo contro Molfetta.
Non ha affatto demeritato il suo sostituto: Giuseppe Scialò con la freschezza dell’esordiente ha portato a casa 22 punti, a tratti subendo le contromisure avversarie, senza però tirarsi mai indietro, di più non gli si poteva chiedere.
E così dopo l’1 a 1 in cui Atripalda e Loreto hanno alternato brutte figure (12-25 e 25-16), la gara vera è iniziata. Moretti da una parte e Nemeth dall’altra sono stati i cardini del gioco d’attacco, costanti sotto rete e nello strappare applausi ai circa 900 spettatori presenti. La retroguardia di casa, salita in cattedra con Coppola ed un sistema muro-difesa di tutto rispetto, ha creato non poche grane ai biancoblu avversari, bravi ad incidere in battuta. Alla lunga, poche variazioni di gioco sotto rete hanno finito col pesare soprattutto in casa Sidigas, il pallino del gioco è finito in mano ai singoli e Loreto ha fatto valere il suo maggior tasso tecnico. La squadra irpina è stata sempre in partita e da questo mister Marolda dovrà ricominciare a lavorare in settimana. Gli esordi casalinghi di Bruno e Paris sono stati ulteriori segnali di complessiva crescita. Sabato contro Molfetta di necessità occorrerà fare virtù… e soprattutto punti.

sidigas pallavolo atripalda - loretoSIDIGAS ATRIPALDA – ENERGY RESOURCES CARILO LORETO
1-3 (12-25, 25-16, 19-25, 22-25)
SIDIGAS ATRIPALDA: Bruno, Coppola (L), Marolda 6, Libraro 1, Nemeth 17, D’avanzo 12, Paris, Loglisci 3, Scialò 22. Non entrati Monda, De Paula, Cuomo, Zaccaria. All. Imbimbo.
ENERGY RESOURCES CARILO LORETO: Aprea, Di Marco 10, Gabbanelli, Peda 12, Moretti 25, Janusek 9, Cacchiarelli (L), Cortellazzi 3, Anzani 9. Non entrati Morelli, Leoni, Paoli, Koresaar. All. Fracascia.
ARBITRI: Pignataro, Stancati. NOTE – durata set: 21′, 26′, 29′, 33′; tot: 109′.
Ammoniti Scialò e Peda.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *