alpadesa
  
Flash news:   Lunedì crocevia per la tenuta del bilancio comunale di Atripalda: maxi debito in Consiglio con il piano di rateazione Avellino Calcio, Circelli: “pronto a rilevare le quote di Izzo e soci con nuovi imprenditori” Alvanite Quartiere Laboratorio, incaricata azienda di Ferrara di adeguare il progetto alla variata normativa energetica Foglio di via per due trentenni romeni sorpresi di sera a bordo di una grossa Bmw Al via il secondo lotto di lavori per la riqualificazione di Parco delle Acacie ad Atripalda Nuovi scarichi abusivi nel fiume Sabato nel tratto che attraversa Atripalda, la denuncia di Franco Mazza: “non bisogna abbassare l’attenzione sulle condizioni del corso d’acqua”. Foto Us Avellino, l’amministratore Nicola Circelli: “effettuati i pagamenti necessari per evitare sanzioni e penalizzazioni” Grande partecipazione al “Premio San Valentino–Città di Atripalda”. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda, fa discutere la circolare della preside Amalia Carbone che vieta i vestiti di Carnevale all’Infanzia. I genitori si dividono sui social “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere

Questione Alvanite, Vincenzo Moschella: «Gli amministratori si impegnino per il finanziamento e non in beghe di partito»

Pubblicato in data: 11/10/2011 alle ore:11:25 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

vincenzo_moschellaE’ dovere di ogni singolo amministratore impegnarsi affinchè il Comune riceva i fondi destinati alla riqualificazione di contrada Alvanite. Non è possibile permettere all’ennesima crisi amministrativa di bloccare un intervento così importante per il rilancio di un quartiere, da sempre dimenticato negli anni passati. Ribadisco dunque, il mio appello al senso di responsabilità e mi auguro che questo passaggio sia fondamentale per il futuro e non una semplice distribuzione degli incarichi; le beghe di partito non possono anteporsi a fatti di pubblico interesse! Un altro problema del quartiere, è l’assenza di collegamenti con il resto di Atripalda. Quando si varca la sua soglia di ingresso è come entrare in una sorta di ghetto, da dove non ci sono altre vie d’uscita se non quella appena imboccata. Esistono studi di fattibilità per la realizzazione di un nuovo accesso al quartiere che possa consentire un flusso di automobili sia in entrata che in uscita; ma non basta, occorre, rilanciare la struttura sociale, i servizi e la qualità degli alloggi anch’essi troppo mediocri. Si tratta, infatti, di alloggi di fortuna, assolutamente inadeguati alle esigenze abitative di una società moderna. Per questi motivi, la possibilità di finanziamento che ha ottenuto il Comune di Atripalda non deve essere assolutamente trascurata, anche se quel tipo di finanziamento presuppone un intervento massiccio del privato, rappresenta comunque un’occasione di straordinaria importanza. Mi auguro, in conclusione, che si possa lavorare non solo agli alloggi ma anche alla circolazione stradale e alla rete dei servizi commerciali, magari creando attività artigianali e commerciali e nuove opportunità per gli stessi residenti. Il progetto prevede, per l’appunto, la realizzazione di nuovi appartamenti e di box da adibire ad attività commerciali per consentire uno sviluppo autonomo del quartiere.

Vincenzo Moschella

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (12 votes, average: 4,33 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *