alpadesa
  
Flash news:   Amarezza di Gioso Tirone alla presentazione del libro sul decennale del “Torneo Calcistico Stracittadino di Atripalda”. Foto Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto

L’Avellino sfiora la vittoria a Foggia

Pubblicato in data: 31/10/2011 alle ore:07:57 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

Avellino-Ternana 5L’Avellino sfiora la vittoria allo Zaccaria di Foggia. I rossoneri nel primo tempo sbagliano anche un penalty, ottenendo il gol del pareggio solo in chiusura.
Il tecnico rossonero propone come preannunciato il 3-4-3 con Venitucci arretrato a centrocampo al fianco di Wagner, preferito a sorpresa a Meduri. In difesa D’Orsi vince il ballottaggio con Traorè.
Bucaro invece presenta un 4-4-2 pronto a tramutarsi in un 4-1-4-1 quando Correa si abbassa a fare da schermo davanti alla difesa e la punta Thiam scala sulla sinistra a centrocampo.
Al 23′ il primo vero grande sussulto: il capitano rossonero Tomi penetra in area dalla sinistra viene steso da Zammuto. Penalty che Venitucci calcia ma un super portiere Fumagalli, in grande giornata, intuisce e para.
Gol mancato, gol subito: al 32′ Thiam approfitta dello scivolone di Lanzoni, si presenta a tu per tu con Ginestra fulminandolo.
E’ 1 a 0 per i lupi e si va a riposo.
Nella ripresa rossoneri sempre pericolosi che si catapultano subito nella trequarti biancoverde. Tiboni va vicino al gol in tre occasioni, ma un grande Fumagalli gli si oppone alla grande, al 19′ è la traversa a dire di no ad Agodirin. Tre minuti uno degli episodi chiave della gara, l’espulsione di Ricci per una brutta entrata su Molina.
La superiorità numerica spinge i rossoneri a cercare insistentemente il gol che arriva al 39′ con Cruz, appena entrato, da destra upera l’avversario e mette la palla in mezzo con Agodirin che insacca.

TABELLINO:

Foggia (4-2-3-1): Ginestra; Lanzoni, Gigliotti, D´Orsi; Molina, Wagner (1´ st Meduri), Venitucci (31’st Cruz), Tomi (11´ st Frigerio), Agodirin, Tiboni, Defrel. A disposizione: Botticella, Traorè, Cortesi, Giovio. Allenatore Stringara
Avellino (4-1-4-1): Fumagalli, Zammuto, Labriola, Cardinale, Ricci; Correa; Herrera (8´ st Falzerano), D’Angelo, Malaccari, Thiam (23’st Porcaro); De Angelis (16´ st Lasagna), Malaccari, Thiam (23´ st Porcaro). A disposizione: Fortunato, Zappacosta, Justino, Zigoni. Allenatore Bucaro

Arbitro: sig. Claudio Borriello di Mantova

Marcatori: 33´ Thiam (A), 39´ st Agodirin

Ammoniti: Tomi (F), Wagner (F), De Angelis (A), D´Angelo (A), Lasagna (A), Fumagalli (A)

Espulsi: 21´ st Ricci (A) per fallo da dietro su Molina

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *