alpadesa
  
domenica 25 ottobre 2020
Flash news:   Coronavirus, aumentano i contagi in Irpinia: 91 i nuovi casi. Ad Atripalda 3 i positivi Coronavirus, Conte firma il nuovo Dpcm: da lunedì 26 ottobre bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti domenica e festivi Coronavirus, cresce la paura ad Atripalda per i nuovi casi: parla il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “contagio alunni non c’è motivo di allarme” L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2

Sidigas Pallavolo Atripalda, dopo sei sconfitte cambio in panchina: arriva Gepppino Modica e lascia Mario Marolda

Pubblicato in data: 3/11/2011 alle ore:18:43 • Categoria: Pallavolo, Sport

modicaAlla luce del preoccupante trend di risultati registrato in questo primo scorcio di stagione, nel tentativo estremo di dare una scossa alla rosa chiamata a ritrovare agonismo e intensità per affrontare con il piglio dovuto il campionato di serie A2, dopo aver analizzato a lungo ed in profondità il difficile momento, la società reputa opportuno non indugiare oltre nel praticare tutte le strade possibili per un’immediata inversione di tendenza.
Al termine di un sereno e proficuo confronto con Mario Marolda matura la difficile decisione della dirigenza del passaggio di consegne della guida tecnica. La gestione della squadra è affidata a mister Geppino Modica (foto), già allenatore del settore giovanile e dell’under 18 di Lega foriera di successi; ad assistere Modica nel delicato incarico accettato con entusiasmo e convinzione ci saranno le preziose figure del tecnico Giancarlo Imbimbo ed il preparatore Enzo D’Argenio.
La dirigenza si augura che in seguito alle decisioni adottate si possa rigenerare senso di responsabilità, voglia di vincere e attaccamento alla maglia nell’intero ambiente; valori che da sempre contraddistinguono la Pallavolo Atripalda e di cui Mario Marolda è insostituibile bandiera. In quest’ottica la piena fiducia rassegnata all’atleta Mario Marolda che, d’altro canto, di comune accordo con la società, intende valutare nelle prossime ore la sua posizione di giocatore.
Auspicando ancora un’inversione di rotta che richiama i singoli alle proprie responsabilità nel perseguimento dell’obiettivo primario – il raggiungimento della salvezza – la squadra ha svolto il primo allenamento sotto la direzione di Geppino Modica che, compatibilmente con la seconda serie nazionale continuerà a supervisionare e a portare avanti il progetto del settore giovanile. La presentazione di Modica, impegnato in queste ore nella conoscenza della squadra, avverrà sabato mattina nel corso di una conferenza stampa programmata alle 11.30 al Paldelmauro.La società, infine, conferma di essere ancora attiva sul mercato alla ricerca di ulteriori innesti che possano essere utili alla causa biancoverde. A Marolda, qualunque sarà la sua scelta, va il ringraziamento, non di rito, per il lavoro svolto sia sotto il profilo tecnico che da atleta simbolo per questi anni caratterizzati da meravigliosi e continui successi insieme alla Pallavolo Atripalda, successi che non tarderanno ad arrivare anche in un prossimo futuro per entrambi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *