alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, i nuovi casi in Italia sono 21.994 con i morti che salgono a 221. In Campania nuovo record Coronavirus, un nuovo caso ad Atripalda e 93 in Irpinia Cinque offerte per la gestione del Farmer Market di Atripalda: l’assessore Musto: “c’è forte interesse” Padre Gerardo Di Paolo è il nuovo Direttore della Biblioteca Statale di Montevergine Coronavirus, altri due contagi ad Atripalda e 69 in Irpinia Coronavirus, Idea Atripalda scrive al sindaco per chiedere un punto drive test per effettuare i tamponi naso-faringei L’Avellino travolge la Casertana: 3-1 il finale Si chiude la controversia giudiziaria tra il Comune di Atripalda e la Ingino Spa dopo che il Tar di Salerno dà ragione all’azienda agroalimentare Coronavirus, i nuovi casi in Italia sono 21.273. In Campania nuovo record Coronavirus, aumentano i contagi in Irpinia: 91 i nuovi casi. Ad Atripalda 3 i positivi

Sventato furto al bancomat contraffatto del Banco di Napoli in via Appia, indagano i carabinieri di Atripalda

Pubblicato in data: 1/12/2011 alle ore:10:16 • Categoria: Cronaca

bancomat_manomesso_via appiaI carabinieri della stazione di Atripalda hanno sventato un furto fraudolento ai danni del bancomat di un istituto di credito e, soprattutto, dei suoi clienti. E’ accaduto verso le ore 19.00 di ieri. I militari, appositamente comandati a piedi per meglio vigilare le attività commerciali di via Appia, sono intervenuti su richiesta di un uomo che si trovava davanti al bancomat della locale filiale del Banco di Napoli. In sostanza, l’uomo si è lamentato con i carabinieri che il bancomat non gli aveva erogato il danaro, nonostante lo stesso avesse compiuto regolarmente tutte le operazioni di prelevamento.
Da un’ispezione dell’apparato, condotta dagli uomini dell’Arma, si è subito riscontrato che sull’erogatore delle banconote era stata applicata una maschera in alluminio, sagomata “ad hoc” in modo da apparire parte dell’apparecchio stesso, dotata di una striscia di biadesivo capace di trattenere il denaro in erogazione. E infatti, smontato il dispositivo posticcio, i carabinieri hanno potuto rilevare come erano rimaste incollate proprio quei 300 euro in banconote che l’uomo aveva appena cercato di prelevare.
La maschera in alluminio è stata chiaramente sottoposta a sequestro, mentre le banconote sono state immediatamente rese all’uomo. Intanto i carabinieri hanno avviato le indagini per cercare di risalire all’identità degli autori di quel tentato furto, anche tramite la visione delle telecamere dell’istituto di credito.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *