sabato 26 novembre 2022
Flash news:   25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione Buon compleanno ad Angelo Fedele Festa dell’Albero, piantumati cinque ulivi nella villa comunale “Don Giuseppe Diana”. Foto Cimitero, l’Amministrazione punta a realizzare nuovi loculi Nuovo decoro alla tomba funeraria di epoca romana e alla basilica paleocristiana del centro storico. Foto

Dimissioni Alvino, la nota di Raffaele La Sala (MèL)

Pubblicato in data: 6/12/2011 alle ore:13:18 • Categoria: Merito è Libertà, Politica

raffaele-la-salaSi è consumato ieri sera tra i piedìni del Sabato l’epilogo più volte annunciato e largamente previsto… Ma per ora l’unico che dignitosamente si dimette (immagino per un insopprimibile senso del decoro, una merce ormai piuttosto rara nel mercato della politica) è il segretario Alvino. Lo fa con un articolato documento letto a reti unificate, una lezione di politica, che richiama alle proprie responsabilità sindaco, assessori e dirigenti, ma che forse vola troppo alto… per essere veramente efficace e concludente. Ha voglia Federico a ripercorrere i ‘passaggi’ di una crisi ripetuta e ricorrente… ha voglia a invocare comportamenti coerenti e rigorosi… perché parla (e si commuove pure) a chi non vuole o non può capire. E così la tragedia (di una città immiserita dalla congiuntura economica ed abbandonata alla cocciuta ostinazione di una fascia senza ed alla meschine convenienze di fascinati detentori di scampoli di potere) si trasforma inesorabilmente in una farsa e poi finisce, al solito, in macchietta…Un bel quadretto non c’è che dire, nel quale spicca la lunga dichiarazione di Alberta… che ne ha per tutti… tra smentite fino a prova contraria (insomma queste tessere di sora Lina e della sindacal consorte ci sono o non ci sono? o… si sarà trattato di una affiliazione privata, o di qualcosa del genere?) e l’assenza di De Luca (dovuta ad un precedente impegno, o per evitare… una brutta figura?). E se Atripalda è ancora il terzo comune della Provincia… diciamo la verità, per quanto amara…, De Simone è proprio fuori gioco dalla politica cittadina e cerca solo di riaffacciarsi sul proscenio, ma -senza offesa- non se la fila più nessuno. Laurenzano, intanto, resiste… ma non potrà resistere a lungo spalleggiato dalla algida Lengua, da una rugginosa Alberta e da qualche dirigente provinciale… di passaggio. In ogni caso le dimissioni di Alvino -a quanto pare irrevocabili- segnano uno dei punti più bassi del non esaltante incedere dei piedìni di Atripalda. Peccato che dall’altra parte non ci sia nessuno capace di approfittarne…

Raffaele La Sala
consigliere comunale di Atripalda “Merito è Libertà”

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.