alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, il contagio non si ferma: altri 4 casi ad Atripalda. In provincia sono 187 i positivi Farmer Market di Atripalda, ok alla gestione annuale Tamponi drive-in, l’Asl attiva 5 postazioni fisse in Irpinia Coronavirus, 5 nuovi positivi ad Atripalda e 247 contagi in Irpinia La Giunta Spagnuolo approva il progetto di fattibilità tecnico economica per i lavori di ristrutturazione del campo sportivo comunale “Valleverde” in erbetta sintetica. Il sindaco: “un intervento importante” Coronavirus, i nuovi casi in Italia sono 21.994 con i morti che salgono a 221. In Campania nuovo record Coronavirus, un nuovo caso ad Atripalda e 93 in Irpinia Cinque offerte per la gestione del Farmer Market di Atripalda: l’assessore Musto: “c’è forte interesse” Padre Gerardo Di Paolo è il nuovo Direttore della Biblioteca Statale di Montevergine Coronavirus, altri due contagi ad Atripalda e 69 in Irpinia

Vandali in azione in piazza Umberto I, rubata la cassa musicale di un’agenzia immobiliare

Pubblicato in data: 11/12/2011 alle ore:17:20 • Categoria: Cronaca

agenzia-immobiliareVandali in azione in piazza Umberto I. A denunciare un nuovo atto vandalico il titolare di “Abc Immobiliare“, l’agenzia ubicata proprio nel cuore della centro città. Nella notte tra sabato e domenica, infatti, ignoti hanno sradicato e portato via la cassa amplificatrice che il titolare aveva installato esternamente per diffondere musiche natalizie. “Sporgerò regolare denuncia per risalire agli autori del gesto – commenta il proprietario -, mi auguro che simili episodi non si ripetano più“. L’amara scoperta risale a questa mattina, quando al posto della cassa sono stati trovati solo i fili tranciati (foto).

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *