alpadesa
  
Flash news:   L’Avellino batte 3-1 la Sicula Leonzio. Foto Quattro Notti Bianche ad Atripalda: si parte stasera da via Gramsci tra Villaggio di Babbo Natale, luci d’artista, musica live, street food e artisti di strada Danneggia il sensore dell’impianto di allarme di un negozio di elettronica, denunciato dai Carabinieri di Atripalda “Regalo un sorriso ad un bambino” per donare nuovi giocattoli ai più piccini di Atripalda meno fortunati La danza sabato e domenica nella Dogana dei Grani di Atripalda Maurizio Terrazzi è il nuovo questore di Avellino Approvato il Piano di Gestione Forestale per valorizzare il Parco San Gregorio di Atripalda La Confcommercio premia il fiorista atripaldese Raffaele Di Gisi Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento Ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda, Protocollo d’intesa per ospitare famiglie e persone indigenti

Spaccio di cocaina in un bar del centro: un arresto e due denunce ad Atripalda

Pubblicato in data: 17/12/2011 alle ore:13:10 • Categoria: CronacaStampa Articolo

spaccio-di-droga-ad-atripaldaIntorno alle 18.30 di ieri, nel corso di un normale servizio di pattuglia per le vie della città del Sabato, l’attenzione dei militari della Stazione Carabinieri di Atripalda è stata attirata da un noto pregiudicato per spaccio di stupefacenti del posto, che stava uscendo da un bar del centro città, gestito anch’esso da una persona pregiudicata per droga. Insospettitisi dalla situazione, onde verificare cosa stava accadendo, i militari si sono subito recati all’interno di quel bar, rintracciando il titolare e informandolo del motivo della loro visita, non certo di piacere. Il titolare, vista la situazione, ha subito consegnato ai carabinieri, estraendolo dalla tasca dei pantaloni, un involucro in cellophane trasparente, contenente quasi 2 grammi di cocaina, immediatamente acquisito e posto sotto sequestro dai militari.
stazione2Sulla scorta di quanto scoperto, i carabinieri si sono subito messi alla ricerca del giovane che aveva effettuato la consegna della droga, riuscendo a reperirlo alle successive ore 20:30 presso la sua abitazione di Atripalda. Sebbene la successiva perquisizione personale e veicolare dava esito negativo, grazie alle informazioni assunte dal giovane – classe 1974 – i carabinieri risucivano a capire che quello era stato solo un intermediario per conto di un’altra persona, un pluripregiudicato di Cesinali, anch’egli gestore di un bar in quel centro cittadino, che di fatto sarebbe il fornitore ufficiale di cocaina del barista di Atripalda.
Perciò, i carabinieri di Atripalda, unitamente a quelli di Aiello del Sabato – competenti per territorio su Cesinali – si sono messi alla ricerca di questo secondo barista, rintracciandolo presso il suo esercizio commerciale ubicato proprio nella piazza centrale del paese. Recatisi subito presso la rispettiva abitazione, ubicata sempre a Cesinali, i carabinieri hanno iniziato anche lì le operazioni di perquisizione, con esito positivo, in quanto nel sottotetto adibito a deposito – raggiungibile attraverso una scala a chiocciola in ferro sita all’interno del vano cucina – in corrispondenza del tetto a spiovente, ben occultati e nascosti da blocchi di cemento disposti uno di fianco all’altro a formare una sorta di cordolo, i militari riuscivano a rinvenire un barattolo in vetro contenente quasi 15 grammi di cocaina. La droga era peraltro ben isolata, contenuta in un cellophane trasparente avvolto in un involucro di carta e completamente fasciato con del nastro isolante. In più, a fianco alla droga, i carabinieri hanno rinvenuto anche un bilancino di precisione, certamente utilizzato per il confezionamento delle dosi. Dalla droga sequestrata, potevano tranquillamente confezionarsi almeno 20 dosi dello stesso peso di quelle rinvenute addosso al barista di Atripalda.
Vista la sostanza stupefacente rinvenuta e sequestrata a casa del barista classe 1972 di Cesinali, considerato che la stessa era certamente destinata allo spaccio – atteso il notevole quantitativo e la presenza di un bilancino di precisione – nonché il fatto che l’attività di spaccio era stata di fatto confermata dalla consegna avvenuta – sebbene per interposta persona – al barista di Atripalda, atteso poi che l’uomo è già gravato da una miriade di precedenti penali, anche per reati dello stesso tipo di quello per cui si procede, il barista di cesinali, R.M. classe 1972 è stato dai carabinieri di Aiello del Sabato dichiarato in stato di arresto, in quanto ritenuto responsabile del reato di: detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina.
Oltre all’arresto, i carabinieri hanno poi operato anche ed ovviamente la denuncia in stato di libertà dell’intermediario che ha provveduto alla consegna della droga ad Atripalda, B.G. classe 1974 da Atripalda, ritenuto responsabile del reato di concorso nello spaccio di sostanza stupefacente.
Ma non solo, perché i carabinieri sono riusciti anche a dimostrare che, sino a un mese fa’, ovvero sino alla data del suo arresto, il barista tossicodipendente di Atripalda si riforniva usualmente di cocaina da un altro noto pluripregiudicato del posto. Attese quindi le dichiarazioni acquisite, sebbene già ristretto presso la casa circondariale di Avellino, anche quest’altro pregiudicato, R.D. classe 1976 da Atripalda, è stato deferito in stato di libertà per il reato di spaccio di stupefacente in concorso.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *