alpadesa
  
domenica 25 agosto 2019
Flash news:   Oggi inaugura il “Pettirosso”, primo Parco Avventura della cittadina del Sabato Esplosione al Palazzo Vescovile di Avellino, solidarietà del sindaco Spagnuolo e dell’Amministrazione comunale di Atripalda Children’s Day 2019, causa maltempo la manifestazione slitta al 7 e 8 settembre Scarichi di acque reflue industriali nel fiume Sabato, i Carabinieri Forestali denunciano il titolare di un’azienda Campagna Abbonamenti 2018/19: Uniti Si Vince Accorpamento temporaneo mercato del giovedì a parco Acacie, pubblicata la graduatoria degli operatori commerciali Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti

Primarie Pd, il professore Sabino La Sala si candida a sindaco. Ecco la lettera al partito cittadino con le motivazioni

Pubblicato in data: 31/12/2011 alle ore:11:00 • Categoria: Politica, Partito DemocraticoStampa Articolo

sabino-la-salaAl Segretario del Circolo territoriale del PD di Atripalda
Al Direttivo del Circolo territoriale del PD di Atripalda

Cari Democratici,
Sta nei fatti: la vita del nostro Circolo e quindi la vita del Partito in Atripalda, nell’ultimo anno, si è arrovellata, esibendosi in contorsionismi e forzature di scuola bizantina, sulle anomale peculiarità della gestione Amministrativa.
Le bizze (del nostro Sindaco e di parecchi altri Protagonisti della vita politica cittadina) e, consentitemi, anche l’immagine piatta ed opaca che il Partito ha offerto perché non ha potuto o non ha saputo comunicare i suoi “tormenti” ai propri elettori, ci consegnano oggi , a pochi mesi dalle elezioni amministrative, un quadro asfittico e dubbie prospettive di successo.
D’altra parte, a seguire gli interventi e gli umori di tutti i nostri Amministratori, tutti in fuga e nessuno, a parole , pronto a ricandidarsi, c’è poco da stare allegri; ci rimangono un Segretario esperto e determinato (a volte troppo) e delle giovani energie (basterebbero ….).
A prescindere da come evolverà la situazione Comune, se si vuole costruire, in tempi brevi, una prospettiva vincente per il Partito, occorrono, dunque, a mio avviso, uno scatto di impegno e di qualità, meno indulgenze narcisistiche e ricordare, a chi oggi sta sulle sue, che “gli indispensabili sono tutti morti”.
Si dice che in Conclave chi entra Papa esce Cardinale; è per questo che mi viene voglia di gettare un sasso nello stagno (o dovrei dire palude?) e proporvi la mia volontà di concorrere per le primarie ……. ci sarà qualcosa DI NUOVO su cui discutere, dissentire: sicuramente ce ne gioveremo tutti.
La mia candidatura, però è consapevole, non donchisciottesca, perché se non mi sento migliore di nessuno, nemmeno mi sento secondo rispetto a qualcuno dei protagonisti della politica Atripaldese: ho dalla mia tempo da dedicare disinteressatamente alla città, indipendenza, nessun pregiudizio, un pizzico d’esperienza e forse qualche capacità.
A qualcuno che obietterà che mi manca l’esperienza politica, potrò rispondere che se la politica è lo spettacolo indecoroso che si sta offrendo, sono fiero di non essere espressione del mondo che sta producendo gli odierni guasti e di non patirne incrostazioni; se, più correttamente, si riferirà alla pratica amministrativa, vi risponderò: datemi il tempo di prepararmi e vedrò di farmi trovare pronto per tentare di non fare peggio di quello che vedo.

Sabino La Sala

Atripalda 13.12.2010

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *