- Atripalda News - https://www.atripaldanews.it -

Grande successo per la prima edizione del Presepe Vivente “… e arrivarono i Magi” della chiesa di Sant’Ippolisto. Guarda il Foto Servizio

presepe-vivente-1Grande successo per la prima serata del Presepe Vivente “…e arrivarono i Magi” organizzato dall’Azione Cattolica Italiana della Parrocchia di Sant’Ippolisto (Fotoservizio di Mario D’Argenio). Lungo le strade del centro storico sono state allestite delle vere e proprie botteghe che hanno rivisitato la magia del Natale. Con un grande lavoro svolto da tutti, con il Parroco Don Enzo De Stefano in primis. A far si che tutto andasse nel miglior modo possibile c’è stato l’aiuto e la partecipazione dei genitori dei ragazzi che frequentano l’azione cattolica. Davanti alla Chiesa madre c’era la grotta con il bambino e poi le varie botteghe come quelle dell’osteria, ben preparata e poi passando per lo Specus in cui oltre a due pecorelle c’erano gli scibi. Proseguendo lungo la strada c’erano le fontane e i pozzi realizzate come vere e proprie regole d’arte tanto da sembrare vere. Poi proseguendo vi erano le lavandaie e le altre botteghe degli antichi mestieri. Senza poi dimenticare le guardie che si trovavano lungo la strada e per poi finire di fronte al palazzo di città dove si trovava il trono del Re Erode con un gran bel cesto di frutta al suo fianco e poi proseguendo si ritornava presso la Chiesa madre dove si è visto l’arrivo dei Re Magi, su dei veri e propri cavalli, a far visita al bambinello. E la gente si è recata numerosa già delle prime ore dell’apertura, che è avvenuta verso le 18. Tutti sono rimasti ben favorevolmente colpiti da questa rappresentazione mai svolta prima d’ora nella cittadina del sabato. La vera anima del presepe è la signora Carmelina Di Paolo, aderente dell’azione cattolica e educatrice di un gruppo di bambini di 6-8 anni, organizzatrice della manifestazione che ci ha spiegato i motivi dell’organizzazione della manifestazione: “Ad Atripalda c’è già una grande manifestazione chè è la Via Crucis, però mancava la parte antecedentemente, cioè la nascita del Signore. L’argomento che abbiamo scelto è stato i Re Magi visto che ormai al giorno d’oggi Babbo Natale ha preso il sopravvento e tutti sembrano esservi dimenticati questi personaggi che fanno la storia della nascita di Gesù”. Esprime anche grande soddisfazione per quanto concerne i tempi di realizzazione: “Siamo partiti nel mese di ottobre, avendolo deliberato con l’azione cattolica nel mese di settembre, e mi sono messa in movimento con la parte burocratica che mi ha impegnato un mese e poi in 30 giorni abbiamo organizzato il tutto.E devo ringraziare le mani abili di alcune persone. C’è il pensionato, c’è l’artigiano, c’è la casalinga con cui abbiamo lavorato giorno e notte per realizzare tutto questo”.  presepe-vivente-2Carmelina non nasconde pero’ lo scoraggiamento che si è avuto soprattutto il giorno 6 con l’avvento del maltempo: “Ieri c’è stato un momento di scoraggiamento da parte di tutti perchè non era giusto che dopo tanto lavoro l’acqua fermasse e il Parrocco ci ha detto che potevamo farlo anche la domenica e sapendo che il tempo si sarebbe aggiustato e abbiamo continuato”. Per quanto riguarda gli aiuti ricevuti da un punto di vista economico c’è solo un impegno del comune: “Abbiamo un  impegno del comune di 500 euro ma per il resto abbiamo fatto tutto noi, il proverbio dice fai da te che fai meglio, chi fa da se fa per tre”. presepe-vivente-3Poi continua: “E’ vero è stata l’azione cattolica a organizzare il tutto, ma siccome l’azione cattolica è un’associazione che lavora sul territorio era doveroso dirlo a tutti ed io personalmente mi rivolgo a tutti per le iniziative che si fanno l’ho fatto anche in questo caso”. L’obiettivo ora per l’anno prossimo è quello di replicare l’iniziativa: “Ho avuto già da adesso le adesione per le persone che prima si erano fatte indietro e adesso si sono ricredute e contiamo di migliorarla anche grazie all’aiuto della popolazione, ma non inteso come contributo economico ma darci una mano anche nell’aprire semplicemente la bottega”. presepe-vivente-4Presente anche il Presidente Diocesano dell’azione cattolica Nicola la Sala che si è complimentato per l’evento svolto. Ma la signora Carmelina conclude ancora una volta ringraziando coloro che hanno messo le proprie professionalità al servizio: “Senza le abili mani di Oreste, Rino, Giuseppe, Enzo, e delle sarte non avremmo potuto fare tanto”. Alla fine della rappresentazione è bello vedere come il coro di bambini davanti alla grotta del bambinello intoni vari canti di Natale che fa vivere un’atmosfera davvero bella. Ed è bello vedere dal di fuori quello che l’Azione cattolica riesce a creare. presepe-vivente-5Dopo la rappresentazione tutti in una bottega per mangiare pasta e fagioli cucinata da chi ha dato una mano a creare tutto questo. Il clima che si respirava era quella di una vera e propria famiglia, e ci piace sottolineare come l’evento abbia fatto conoscere persone che non si conoscevano e con un grande Spirito di fratellanza e amicizia. L’azione cattolica è un’associazione di laici che opera per il bene comune sul territorio. Stasera è previsto l’ultimo appuntamento dalle 18 alle 21 con il presepe vivente.presepe-vivente-12
presepe-vivente-10presepe-vivente-11

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli: