alpadesa
  
Flash news:   Ordinanza coprifuoco Campania: operativa da venerdì 23 ottobre Coronavirus, 47 nuovi contagi in Irpinia Vandali di nuovo in azione nel centro storico, imbrattata Piazzetta degli Artisti ad Atripalda: lo sdegno sui social. Foto Coronavirus, contagio ancora in crescita: 39 i positivi in Irpinia su 760 tamponi effettuati Finisce in pareggio il derby campano tra Avellino e Juve Stabia La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva il Bilancio di previsione 2020-2022: ok al piano per ridurre i debiti Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini Alfredo Cucciniello è il nuovo presidente provinciale delle Acli di Avellino

La scuola media Masi a rischio accorpamento, si mobilita l’Amministrazione comunale

Pubblicato in data: 13/1/2012 alle ore:13:15 • Categoria: Attualità

scuola-media-rmasiLa scuola media “R. Masi” di Atripada (foto) a rischio accorpamento. L’istituto scolastico di via Pianodardine rientrerebbe infatti nel piano di accorpamenti previsto dalla Provincia di Avellino con il Ministero dell’Istruzione in virtù del piano di razionalizzazione delle risorse.
E così la scuola atripaldese, che conta oltre 1300 alunni, potrebbe finire per perdere la dirigenza ed essere accorpata con l’Ic di Manocalzati.
Una scelta davvero singolare visto che l’istituto atripaldese è molto più grande di quello del piccolo paese di Manocalzati, con il quale confina la cittadina del Sabato.
E l’Amministrazione comunale si mobilita: in campo l’assessore all’Istruzione Nancy Palladino (Pd): “ Una decisione assurda e senza ratio, con 1300 alunni la scuola di Atripalda può essere autonoma. Non è una questione di campanilismo, ma di impegno per la nostra comunità. Una scelta dettata da regioni politiche sulla quale protesteremo con forza contro una decisione che creerebbe solo disagi e disservizi per famiglie ed alunni. La Palladino se la prende con la Provincia che sarebbe pronta a varare una delibera di giunta. Così ha chiesto un incontro urgente con il neo assessore all’Istruzione Girolamo Giaquinto.
Contrario alla decisione anche il dirigente scolastico della scuole materne ed elementari “E. De Amicis” Elio Parziale: “Una scelta senza senso quest’accorpamento.  Meglio sarebbe accorpare la scuola media con le materne e le elementari di Atripalda. Una scelta più sensata quest’ultima. Siamo pronti a fare la nostra parte“.
Anche Tonino Acerra, ex assessore e consigliere comunale dell’Udc, si dichiara preoccupato e sbalordito delle voci sull’accorpamento di Atripalda e Manocalzati. “Serebbe l’ennesima beffa per la città di Atripalda – spiega – Già la città ha dovuto pagare altre rinunce in passato. E’ inamissibile che un paese di 12mila abitanti si vede soppresso una dirigenza a favore di un picoclo paese. Di questa vicenda me ne farò carico domenica mattina portandola all’attenzione degli assessori provinciali dell’Udc, per scongiurare questo scippo”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *