alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, in Irpinia secondo giorno consecutivo a contagio zero. I tamponi effettuati sono stati 298 Us Avellino, completato il passaggio delle quote Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno “Rossi-Doria, il riformatore che amava l’Irpinia”, il ricordo di Luigi Caputo del grande meridionalista Ciclismo, l’A.S.Civitas presenta il veterano Michele Venezia Lavori alla Biblioteca comunale e contrada Fellitto, si ampliano i cantieri ad Atripalda. Foto Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda di nuovo nella bufera, la componente genitori scrive al Ds per criticare la Dad e all’Amministrazione: «Chiediamo di assumere le posizioni dovute al ripristino degli equilibri»

La scuola media “Masi” accorpata alla scuola di Manocalzati, venerdì la decisione della giunta provinciale. Atripalda perde dopo anni la dirigenza, è polemica sull’assessore Giaquinto

Pubblicato in data: 17/1/2012 alle ore:16:04 • Categoria: Attualità, Cultura

scuola-media-masiSarà approvata venerdì mattina dalla giunta provinciale di Palazzo Caracciolo la nuova mappa delle dirigenze scolastiche. Diciannove i primi accorpamenti in Irpinia per il 2012. Il piano di ridimensionamento scolastico irpino approderà venerdì in giunta.
A relazionare l’assessore provinciale del Pdl Girolamo Giaquinto che domani incontrerà il provveditore Rosa Grano. Si parlerà del piano di ridimensionamento scolastico, che prevede numeri record per la sola Irpinia, dove dovranno essere 41 le scuole in meno, per un taglio complessivo del 45 per cento. A fronte delle attuali 91 sedi scolastiche esistenti (tra medie, elementari, dell’infanzia e scuole superiori) sono 41 quelle in meno, previste dalla finanziaria. Secondo il piano saranno sette le nuove istituzioni scolastiche che nasceranno già nel 2012 dagli accorpamenti a settembre. Nove in tutto gli accorpamenti tra i quali la scuola media “Masi” di Atripalda (foto) con l’Istituto comprensivo di Manocalzati.
E così la scuola atripaldese, che conta centinaia di alunni, finirà per perdere la dirigenza ed essere accorpata con l’Ic di Manocalzati. Una scelta paradossale e che provocherebbe non pochi disagi ad una città grande come Atripalda e sulla quale l’Amministrazione comunale preannuncia battaglia contro una decisione che viene definita solo di natura politica per avvantaggiare un comune molto piccolo ma guidato da un consigliere provinciale del Pdl, il sindaco Pasquale Tirone, dello stesso partito del presidente Cosimo Sibilia e dell’assessore Giaquinto.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Speciale elezioni Manocalzati, il sindaco Tirone verso il bis

A meno di tre mesi dalle prossime elezioni amministrative di primavera è ufficiale a Manocalzati (il piccolo comune confinante con Read more

Mancata soppressione dirigenza scuola media “Masi”, la soddisfazione della sezione cittadina Udc: “Auspicabile la nascita di un Istituto Comprensivo ad Atripalda”

La Sezione UDC di Atripalda esprime piena soddisfazione per la decisione assunta dalla Giunta Provinciale con la quale è stata Read more

La scuola media Masi a rischio accorpamento, si mobilita l’Amministrazione comunale

La scuola media "R. Masi" di Atripada (foto) a rischio accorpamento. L'istituto scolastico di via Pianodardine rientrerebbe infatti nel piano Read more

Sistemazione idraulica e riqualificazione ambientale del fiume Sabato, il vicesindaco Tuccia: «nuova dignità al Sabato e alla città». FOTO e RENDERING

Sistemazione idraulica e riqualificazione del fiume Sabato nel tratto che attraversa la città. Questo pomeriggio, alle ore 15.30, nella Sala Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *