alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, altri 760 morti in più da ieri: quasi 14 mila le vittime in Italia Addio a Don Salvatore Favati: il ricordo di don Ranieri Picone: “un sentito e doveroso grazie per quello che hai fatto e hai donato“ Coronavirus, igienizzanti distribuiti gratuitamente con il contributo della Capaldo Spa Coronavirus, l’Irpinia piange Franco Lo Conte Coronavirus, i dati in Campania: incremento di 225 positivi su 1.676 test effettuati ieri. Il numero di contagiati sale a 2.456 Ciclismo, l’A.S.Civitas-Profumeria Lucia presenta i suoi pupilli: ecco il venezuelano Adolfo Rodia Coronavirus, il sindaco Giuseppe Spagnuolo: «Atripalda pronta a partite con la Provincia e l’Ordine dei medici con il kit di diagnosi veloce da Covid-19» Coronavirus, salgono i contagi in Irpinia: 21 i casi oggi. I positivi sono 280 Coronavirus, il premier Conte annuncia il lookdown fino al 13 aprile: “Non siamo nella condizione di poter allentare le misure” Coronavirus, calano i morti con 727 decessi in più di ieri ma salgono i nuovi positivi

Il Centro Aprea riapre le porte alla cooperativa “Oltre l’orizzonte”, stamattina il verbale di consegna della struttura

Pubblicato in data: 27/1/2012 alle ore:14:19 • Categoria: ComuneStampa Articolo

centro apreaIl Centro Aprea (foto) di contrada Novesoldi potrà riaprire le porte e accogliere nuovamente le attività della Cooperativa sociale “Oltre l’orizzonte“. Questa mattina, il sindaco Aldo Laurenzano ha firmato la lettera di consegna della struttura, dopo i lavori di potenziamento dei servizi e riqualificazione della struttura, al Piano di Zona Sociale A6. Un verbale di consegna formale che contiene il certificato di agibilità della struttura e il via libera all’inizio delle attività socio – educative per le persone diversamente abili che, attualmente, sono ospitate nella Chiesa di San Pio a contrada Alvanite. «Sono estremamente soddisfatto, perché l’Amministrazione comunale ha consegnato alla collettività una struttura moderna e funzionale, dove si svolgeranno attività di assistenza ambulatoriale e riabilitativa, attività culturali e del tempo libero – spiega il sindaco Aldo Laurenzanovoglio ringraziare in particolare il consigliere Gioacchino Guerriero che è stato promotore dell’iniziativa e ha seguito tutto l’iter burocratico e amministrativo e poi gli uffici e i consiglieri che hanno lavorato all’iniziativa».
Il progetto, denominato “Senza barriere” è stato realizzato dall’Amministrazione comunale, dal Consorzio dei Servizi sociali A6 e dall’Asl Av2 e ha consentito la creazione di un punto di coordinamento del sistema di mobilità che possa garantire lo spostamento nel territorio provinciale dei diversamente abili. La struttura è stata adeguata ai parametri statici con l’ammodernamento e la ricostruzione delle parti in muratura, l’adeguamento igienico-sanitario, l’eliminazione delle barriere architettoniche e l’adeguamento e completamento degli impianti secondo la normativa vigente. Il finanziamento regionale del progetto “Senza Barriere” è nato da una stretta collaborazione tra gli Assessorati ai Lavori pubblici, nel periodo in cui era guidato da Antonio Troisi e ai Servizi Sociali, quando il titolare era Gioacchino Guerriero e consentirà il potenziamento dei servizi essenziali per migliorare la qualità della vita delle persone non abili.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *