- Atripalda News - https://www.atripaldanews.it -

Il Centro Aprea riapre le porte alla cooperativa “Oltre l’orizzonte”, stamattina il verbale di consegna della struttura

centro apreaIl Centro Aprea (foto) di contrada Novesoldi potrà riaprire le porte e accogliere nuovamente le attività della Cooperativa sociale “Oltre l’orizzonte“. Questa mattina, il sindaco Aldo Laurenzano ha firmato la lettera di consegna della struttura, dopo i lavori di potenziamento dei servizi e riqualificazione della struttura, al Piano di Zona Sociale A6. Un verbale di consegna formale che contiene il certificato di agibilità della struttura e il via libera all’inizio delle attività socio – educative per le persone diversamente abili che, attualmente, sono ospitate nella Chiesa di San Pio a contrada Alvanite. «Sono estremamente soddisfatto, perché l’Amministrazione comunale ha consegnato alla collettività una struttura moderna e funzionale, dove si svolgeranno attività di assistenza ambulatoriale e riabilitativa, attività culturali e del tempo libero – spiega il sindaco Aldo Laurenzanovoglio ringraziare in particolare il consigliere Gioacchino Guerriero che è stato promotore dell’iniziativa e ha seguito tutto l’iter burocratico e amministrativo e poi gli uffici e i consiglieri che hanno lavorato all’iniziativa».
Il progetto, denominato “Senza barriere” è stato realizzato dall’Amministrazione comunale, dal Consorzio dei Servizi sociali A6 e dall’Asl Av2 e ha consentito la creazione di un punto di coordinamento del sistema di mobilità che possa garantire lo spostamento nel territorio provinciale dei diversamente abili. La struttura è stata adeguata ai parametri statici con l’ammodernamento e la ricostruzione delle parti in muratura, l’adeguamento igienico-sanitario, l’eliminazione delle barriere architettoniche e l’adeguamento e completamento degli impianti secondo la normativa vigente. Il finanziamento regionale del progetto “Senza Barriere” è nato da una stretta collaborazione tra gli Assessorati ai Lavori pubblici, nel periodo in cui era guidato da Antonio Troisi e ai Servizi Sociali, quando il titolare era Gioacchino Guerriero e consentirà il potenziamento dei servizi essenziali per migliorare la qualità della vita delle persone non abili.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli: