alpadesa
  
Flash news:   Sono 16.079 i nuovi contagi in Italia. Ad Atripalda i casi totali finora sono 16 Ordinanza coprifuoco Campania: operativa da venerdì 23 ottobre Coronavirus, 47 nuovi contagi in Irpinia Vandali di nuovo in azione nel centro storico, imbrattata Piazzetta degli Artisti ad Atripalda: lo sdegno sui social. Foto Coronavirus, contagio ancora in crescita: 39 i positivi in Irpinia su 760 tamponi effettuati Finisce in pareggio il derby campano tra Avellino e Juve Stabia La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva il Bilancio di previsione 2020-2022: ok al piano per ridurre i debiti Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini

Tentò fuga per evitare il carcere, il Tribunale di Sorveglianza di Napoli concede i domiciliari ad un 61enne pregiudicato atripaldese

Pubblicato in data: 29/1/2012 alle ore:12:02 • Categoria: Cronaca

tribunale-generica-aula-bunker2Il Tribunale di Sorveglianza di Napoli ha accolto in pieno la tesi difensiva esposta dall’avv. Mauro Alvino – difensore di F.R.- sostituendo la estrema misura di sicurezza della casa di lavoro con quella della detenzione domiciliare al 61enne pluripregiudicato atripaldese.
F.R. era già stato sottoposto alla estrema misura di sicurezza, presso la struttura di Sulmona nel luglio del 2010 quando, sottrattosi all’ordine di esecuzione, era divenuto irreperibile; nel settembre del 2010, dopo un breve periodo di latitanza, il noto pluripregiudicato atripaldese fu tratto in arresto a Napoli, in possesso di documenti falsi e pronto per la fuga. Par tale fatto rimedió una condanna ad un anno e mezzo di reclusione, pena attualmente in esecuzione in regime di arresti domiciliari. Il tribunale partenopeo ha accolto la tesi difensiva, dichiarando F.R. Incompatibile con il regime inframurario e disponendo per il 61enne pluripregiudicato la detenzione domiciliare che dovrà scontare presso la sua abitazione nella cittadina del Sabato.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *