alpadesa
  
Flash news:   Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO Inaugurato il nuovo parcheggio pubblico di via Scandone, il sindaco: “soddisfatti di aver portato a compimento questo intervento”. Foto L’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Salsano condannato in primo grado dal Tribunale di Avellino Sbanda con l’auto e abbatte una palma. Foto Ignoffo: «Tre punti fondamentali, ma abbiamo sofferto fino alla fine» L’Avellino corsara con il Picerno: terza vittoria consecutiva Nozze Donnarumma-De Maio, auguri Il Circolo Amatori della Bici finalmente a braccia alzate Incendio a Pianodardine, scattano i divieti. Il sindaco di Atripalda firma l’ordinanza

Pallavolo, la Sidigas Atripalda si arrende al Carige Genova

Pubblicato in data: 12/2/2012 alle ore:20:50 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo
loreinI biancoverdi lottano a sprazzi e incassano la 17esima sconfitta. A sette giornate dalla fine l’obiettivo è staccare le inseguitrici Reggio e Cantù.
Non muta la classifica della Sidigas con l’ottava giornata del girone di ritorno. Atripalda resta terzultima a quota 16 dopo la sconfitta patita a Genova per 3-0 con i seguenti parziali: 25-21/25-20/26-24.
Un match molto più equilibrato e combattuto di quanto dica il risultato finale. Ai biancoverdi è mancato il cambio di passo quando si è trattato di giocare punto a punto. Ai liguri il pieno merito di aver battuto in maniera più incisiva alternando alle bordate di Yordanov l’esperienza di Ruiz e Meszaros. Quattro punti conquistati in avvio (8-4) Genova li conserva fino in fondo al primo set. Un passaggio a vuoto a metà del secondo (16-11) e la Sidigas non riesce più ad accorciare nonostante un ottimo Gallotta e i cambi di Lorenzoni che getta nella mischia Libraro, Scialò e Mor. Nel terzo game il peso della sconfitta è quasi beffa: ai vantaggi 24-24 De Paula sfiora la riga ma l’arbitro chiama fuori (25-24), Pecorari è chirurgico nell’ace della vittoria (26-24).  Come da pronostico contro un avversario più quotato Atripalda torna a casa a mani vuote. Gli spunti positivi non sono comunque mancati, bisognerà lavorarci in settimana: Lorenzoni è alla ricerca di nuovi equilibri in un gruppo che anche in Liguria ha dimostrato di poter reggere il confronto. Salutato Nemeth – in partenza in queste ore per l’Ungheria dove i medici della nazionale ne seguiranno la degenza – con un po’ di cattiveria ed un pizzico di fortuna in più che non guastano mai la squadra martedì riprenderà gli allenamenti ad Atripalda mettendo nel mirino Cantù, ultima a 10 punti e reduce dalla sconfitta casalinga contro Isernia. Quando mancano sette gare alla fine del campionato il calendario riserva due battaglie di fila in irpinia (Cantù e Santa Croce), play out e salvezza passano soprattutto dai risultati che matureranno al Paladelamuro.

CARIGE GENOVA – SIDIGAS ATRIPALDA 3-0 (25-21, 25-20, 26-24)

CARIGE GENOVA: Tibaldo, Donati, Ruiz 7, Nuti 1, Polidori 6, Yordanov 19, Rizzo (L), Pecorari 9, Meszaros 12. Non entrati Nonne, Manassero, Ainsworth. All. Del Federico.
SIDIGAS ATRIPALDA: David 13, Coppola (L), De Paula 14, Cuomo 4, Libraro, D’avanzo 2, Paris 1, Gallotta 9, Scialò 3, Mor. Non entrati Bruno. All. Lorenzoni.
ARBITRI: Zanussi, Pozzato. NOTE – durata set: 23′, 24′, 26′; tot: 73′.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *