alpadesa
  
Flash news:   Cinque offerte per la gestione del Farmer Market di Atripalda: l’assessore Musto: “c’è forte interesse” Padre Gerardo Di Paolo è il nuovo Direttore della Biblioteca Statale di Montevergine Coronavirus, altri due contagi ad Atripalda e 69 in Irpinia Coronavirus, Idea Atripalda scrive al sindaco per chiedere un punto drive test per effettuare i tamponi naso-faringei Si chiude la controversia giudiziaria tra il Comune di Atripalda e la Ingino Spa dopo che il Tar di Salerno dà ragione all’azienda agroalimentare Coronavirus, i nuovi casi in Italia sono 21.273. In Campania nuovo record Coronavirus, aumentano i contagi in Irpinia: 91 i nuovi casi. Ad Atripalda 3 i positivi Coronavirus, Conte firma il nuovo Dpcm: da lunedì 26 ottobre bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti domenica e festivi Coronavirus, cresce la paura ad Atripalda per i nuovi casi: parla il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “contagio alunni non c’è motivo di allarme” L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano

La nota – Verso le Amministrative nel grande circo delle alleanze

Pubblicato in data: 24/2/2012 alle ore:18:10 • Categoria: Editoriali, Politica

valzer-delle-alleanze-al-comune-di-atripaldaVerso le Amministrative di maggio, si susseguono ad Atripalda incontri tra i partiti e posizionamenti negli schieramenti politici in vista del rinnovo del Consiglio comunale. Si aprono le danze tra le parti in competizione in un vero e proprio valzer delle alleanze. Un gioco di incastri ed apparentamenti variabili, che vedono protagonisti comparse, primi attori, comprimari, suggeritori e figuranti allo sbaraglio. Tutti attori in un teatro permanente che sulla scena ha il Comune appunto, trasformato come un grande circo d’altri tempi (foto).
Nel centrosinistra  mentre in città cresce l’attesa per la partecipazione del sindaco di Napoli Luigi De Magistris al convegno di domani sul civismo promosso da Aldo Laurenzano per lanciare la corsa al secondo mandato con una lista civica, il Pd di Federico Alvino e Luigi Tuccia hanno deciso di scegliere il proprio candidato sindaco attraverso le Primarie da tenersi domenica 18 marzo. Dovrebbe essere la consacrazione per Luigi Tuccia a candidato sindaco del partito locale. Primarie alle quali certamente non prenderà parte Laurenzano, in rottura con la segreteria cittadina, ma difeso da Alberta De Simone. Ma anche bisognerà capire ora come si pronuncerà la segreteria provinciale del partito di via Tagliamento per la quale l’orientamento è di ricandidare i sindaci uscenti. Tre le opzioni sulle quali sarà chiamata  a decidere Caterina Lengua: annullerà le primarie? rispetterà l’autonomia dei circoli locali? commissarierà la sezione di piazza Garibaldi?
A dimostrazione che Laurenzano non intenda fare un passo indietro e che è pronto a ricandidarsi domani sera presenterà con De Magistris un libricino sui risultati raggiunti in questi cinque anni di governo della città.   
Lista civica di centrodestra “Caldoro per Atripalda” anche per il giornalista Rai Gianni Porcelli che gode del sostegno del governatore campano Stefano Caldoro. Con lui ci potrebbero essere in lista l’ex consigliere comunale del Pdl Tommaso Mazzocca ed il giovane Vincenzo Moschella. 
L‘Udc, che lavora ad una grande coalizione, ha avuto diversi incontri in questi giorni: stasera discussione con Pd, Pdl, Psdi-Psi e forse Fli. Nel weekend invece colloquio con l’associazione politico-culturale Cives dove non mancano le aspirazioni di Tony Troisi. Nel caso in cui il Pd si spacchi, una parte sarebbe pronta a sostenere la corsa di Laurenzano (Nancy Palladino, Maurizio De Vinco, Andrea Montuori e Lina Napoletano) mentre un’altra, quella vicina al segretario Alvino, potrebbe dar vita ad una civica con Udc, Psdi-Psi di Arturo Iaione e Pdl di Attilio Strumolo e Massimiliano del Mauro: il candidato sindaco da scegliere tra il segretario Udc Michele Mastroberardino, che però frena visto la mole di lavoroe l’ex vicesindaco dell’amministrazione Rega, Geppino Spagnuolo. Ma a mettere d’accordo tutti alla fine potrebbe essere un solo nome: Gerardo Capaldo. Perde terreno sempre più invece la candidatura dell’ex capogruppo consiliare Udc Paolo Spagnuolo, che in caso di rottura potrebbe dar vita ad una civica. 
Si muove anche Fli con il progetto “Atripalda Futura” puntando a correre nuovamente da soli, come 5 anni fa, con una lista capeggiata dal consigliere Antonio Prezioso.
Sel
con Luigi Adamo invece potrebbe appoggiare una lista di centrosinistra guidata da Laurenzano. All’appello mancano MèL di Lello Sala, tagliato per ora fuori da ogni invito, e l’Api di Emilio Moschella che deciderà, come già fatto 5 anni fa, solo all’ultimo.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

4 risposte a “La nota – Verso le Amministrative nel grande circo delle alleanze”

  1. geppetto ha detto:

    più che un circo, mi sembra il ballo dei debuttanti (per non dire …dei dilettanti).
    Tutti con velleità, senza avere nè arte, nè parte.
    Non sanno fare un bel niente, eppure in molti aspirano a fare il sindaco.
    Che baraonda.
    In tutto ciò, forse è meglio che ci salvi di nuovo Capaldo.

  2. antonio ha detto:

    che figura e pagliacci

  3. lastorianelcesso ha detto:

    jà ma Tuccia sindaco non si pò sente!!!!!!!! io cambio residenza il giorno dopo………..

  4. francesco ha detto:

    statevi accorti che ‘o monaco vi piglia co’ cordone,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *