alpadesa
  
Flash news:   Movida e rischio assembramento ad Atripalda, il titolare del “BeviamociSu” annulla le serate estive. Sandro Lauri: «non mi va di passare come quello che mette a rischio la città ma altrove è peggio» Giallo in Comune, rubato il portafogli di un’impiegata Riapre al pubblico, dopo mesi di chiusura, il parco archeologico Abellinum ad Atripalda Us Avellino, esonerato mister Ezio Capuano Furti ad Atripalda, lettera aperta al comandante generale dei Carabinieri della Campania: “perché avete deciso di depotenziare la Caserma Eugenio Losco?” “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Ripartono dopo mesi i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato. Foto Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Inaugurata ad Atripalda la sede dell’Unione Artigiani Italiani e delle Piccole Medie Imprese Irpinia Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto

Compie diversi furti al Colorado Games, alla Palestra Eclettica e al Bar Gran Caffè Napoletano di via Aversa: la Squadra Mobile arresta 31enne del luogo

Pubblicato in data: 29/2/2012 alle ore:13:42 • Categoria: Cronaca

refurtiva_ladro_atripaldaIl personale della quarta sezione della Squadra Mobile della Questura di Avellino, a seguito della preziosa collaborazione da parte di cittadini della Valle del Sabato, ha denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di furto aggravato continuato ed in concorso, F.N. di anni trentuno di Atripalda (AV), con pregiudizi di polizia per rapina.
A seguito delle indagini condotte dalla Squadra Mobile, il giovane, pregiudicato per rapina, veniva sottoposto ad una perquisizione domiciliare nel tardo pomeriggio di ieri.
Nell’appartamento si rinvenivano videogiochi, una pistola replica di quelle in dotazione alle Forze di Polizia, priva di tappo rosso, ed oggettistica nonché moneta contante di piccolo taglio, per un valore complessivo di circa 1300 euro, trafugati nei giorni scorsi dalla sala giochi Colorado Games, dalla Palestra Eclettica e dal Bar Gran Caffè Napoletano, esercizi questi ubicati in Atripalda. Il materiale, è stato restituito ai legittimi proprietari.
Scaltro, esperto e spregiudicato: il ladro che per mesi aveva messo a segno una serie di colpi in città era sempre riuscito a dileguarsi senza lasciare tracce importanti nelle mani degli inquirenti. Sale giochi, bar e perfino palestre, i suoi obiettivi preferiti. Agendo spesso di notte il malvivente, che è stato individuato ieri pomeriggio dagli agenti della quarta sezione della squadra mobile della questura di Avellino, era riuscito a penetrare in vari locali e portare via gli oggetti più svariati. In occasione del furto messo a segno alla sala giochi «Colorado Games», s’era impadronito addirittura di alcuni videogiochi di grosse dimensioni, caricandoli con naturalezza su di un furgone.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, dissequestrato l’Ufficio personale

La Questura di Avellino dissequestra l’Ufficio personale del Comune rimasto sotto sigilli per circa un anno con l’avvio dell’inchiesta sulle Read more

Buste paga gonfiate al Comune: sequestrati 162mila euro a tre dipendenti indagati

Gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Avellino, hanno dato esecuzione a tre provvedimenti di sequestro  preventivo per il Read more

Buste paga gonfiate al Comune, il 28 aprile udienza al Tribunale per la richiesta di reintegro al lavoro dei quattro dipendenti sospesi

Buste paga gonfiate al Comune, è fissata al 28 aprile l’udienza davanti al giudice del lavoro di Avellino che dovrà Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *