alpadesa
  
domenica 08 dicembre 2019
Flash news:   Quattro Notti Bianche ad Atripalda: si parte stasera da via Gramsci tra Villaggio di Babbo Natale, luci d’artista, musica live, street food e artisti di strada Danneggia il sensore dell’impianto di allarme di un negozio di elettronica, denunciato dai Carabinieri di Atripalda “Regalo un sorriso ad un bambino” per donare nuovi giocattoli ai più piccini di Atripalda meno fortunati La danza sabato e domenica nella Dogana dei Grani di Atripalda Maurizio Terrazzi è il nuovo questore di Avellino Approvato il Piano di Gestione Forestale per valorizzare il Parco San Gregorio di Atripalda La Confcommercio premia il fiorista atripaldese Raffaele Di Gisi Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento Ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda, Protocollo d’intesa per ospitare famiglie e persone indigenti Giuseppe Petrucciani premiato come socio storico dell’Ucsi

Città di Atripalda, in panchina arriva il tecnico Carmine Amato

Pubblicato in data: 2/3/2012 alle ore:16:04 • Categoria: Sport, CalcioStampa Articolo

carmine_amatoArchiviata l’era Montanile, nel giro di poche ore il Città di Atripalda si è assicurato il sì del suo successore. La scelta della dirigenza biancoverde è ricaduta su Carmine Amato (foto), che approda in riva al Sabato dopo aver fatto parte dello staff di Nanu Galderisi al Foggia e al Benevento come preparatore dei portieri. Per lui anche un’esperienza come vice di Angelo Alessio sulla panchina dell’Imolese. Il passato di Amato, però, è legato soprattutto all’Avellino, con cui ha disputato diverse stagioni sia da portiere che da allenatore dei portieri. Il tecnico di Marigliano ha militato tra le fila dei lupi in Serie A senza, però, collezionare presenze, e nella serie cadetta, disputata anche con le maglie di Barletta, Licata, Acireale, Fidelis Andria, Cosenza e Palermo per un totale di 187 presenze. Sarà lui a traghettare la squadra fino a fine stagione con l’obiettivo di raggiungere la tanto agognata salvezza. Il neo tecnico sabatino ha diretto il suo primo allenamento alla vigilia della delicata sfida casalinga con il Massa Lubrense. Amato ha fatto svolgere ai suoi una rifinitura di poco più di un’ora e mezza, durante la quale ha potuto impartire ai suoi soltanto qualche indicazione tattica e apportare alcuni accorgimenti sulle situazioni di palla inattiva. Neanche il tempo di calarsi nella nuova realtà che già deve affrontare una partita fondamentale per il prosieguo della stagione. Nonostante tutto, il trainer partenopeo prova ad indicare ai suoi la strada da seguire nel match contro i costieri: “La squadra dovrà tirare fuori l’orgoglio. Essendo arrivato a poche ore dalla partita non posso pretendere di darle già un’impronta. Ciò che mi aspetto è grande concentrazione e cattiveria agonistica, componenti che dovranno accompagnarci in tutte le partite da qui alla fine. Sicuramente il gruppo vorrà reagire dopo l’avvicendamento in panchina. Fondamentale sarà l’approccio mentale alla gara”. Questo nell’immediato. In prospettiva, invece, Carmine Amato dimostra di avere le idee chiare in chiave tattica: “Per il momento sarei propenso a non apportare significativi stravolgimenti. Inventare nuove soluzioni non avrebbe senso. Pertanto il 4-4-2 sarà il modulo su cui lavorerò inizialmente. Tuttavia, col tempo cercherò di applicare le mie idee, ossia un 4-2-3-1 particolarmente offensivo, compatibilmente con le caratteristiche degli uomini”. La ricetta di Amato per la salvezza è semplice: “Dobbiamo lavorare sul campo giorno dopo giorno, curando i particolari e cercando di migliorare sempre. Ho avuto modo di constatare la disponibilità della squadra in questo senso. Con questo spirito andremo lontano”. Il ritorno in Irpinia ha un sapore particolare per chi ha difeso ed ha allenato a difendere i pali dell’Avellino: “Ormai posso considerarmi irpino d’adozione. Torno con piacere ed entusiasmo in una terra che mi ha dato tanto sotto il profilo umano e calcistico”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *