alpadesa
  
Flash news:   Sono 16.079 i nuovi contagi in Italia. Ad Atripalda i casi totali finora sono 16 Ordinanza coprifuoco Campania: operativa da venerdì 23 ottobre Coronavirus, 47 nuovi contagi in Irpinia Vandali di nuovo in azione nel centro storico, imbrattata Piazzetta degli Artisti ad Atripalda: lo sdegno sui social. Foto Coronavirus, contagio ancora in crescita: 39 i positivi in Irpinia su 760 tamponi effettuati Finisce in pareggio il derby campano tra Avellino e Juve Stabia La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva il Bilancio di previsione 2020-2022: ok al piano per ridurre i debiti Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini

Decine di truffe online, pluripregiudicato atripaldese identificato dai Carabinieri

Pubblicato in data: 7/3/2012 alle ore:10:14 • Categoria: Cronaca

truffa-onlineDecine di truffe online e otto mesi di irreperibilità: identificato dai Carabinieri di Atripalda noto pluripregiudicato del posto. Nella serata di ieri i Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno finalmente a rintracciare un 26enne atripaldese, già noto alle forze dell’ordine per le innumerevoli truffe commesse a mezzo internet. Il giovane è stato subito sottoposto alle misure di prevenzione della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza alla quale, su richiesta avanzata proprio dai Carabinieri operanti e sposata dal Procuratore della Repubblica di Avellino, è stata aggiunta la specifica prescrizione “di non utilizzare strumenti telematici di ogni tipo idonei alla comunicazione wap e internet in genere“. Il giovane atripaldese, irreperibile dal mese di agosto 2011, dopo aver appreso della misura di prevenzione disposta nei suoi confronti, si è nel frattempo reso responsabile di altre truffe telematiche, commesse attraverso i più noti portali di vendita on-line. Proprio per scongiurare il ripetersi di questi reati, la misura di prevenzione cui è stato sottoposto potrà consentire per il futuro di contestare al ragazzo, qualora si dovesse rendere responsabile di nuove truffe, di un altro reato, cioé quello dell’inosservanza agli obblighi impostigli, che è procedibile d’ufficio e non a querela di parte come le truffe per le quali, quindi, potrebbe intervenire in suo soccorso un’eventuale remissione di querela, a bloccare la procedibilità in sede di giudizio. A seguito della applicazione della misura di prevenzione, la Prefettura di Avellino ha tra l’altro disposto anche la revoca della patente di guida del 26enne.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *