alpadesa
  
domenica 20 settembre 2020
Flash news:   Festeggiamenti San Sabino, il vescovo di Avellino Arturo Aiello nell’omelia si rivolge ai giovani «abbiate rispetto della vostra vita e di quella degli altri». Foto Idea Atripalda denuncia: “persi 90 mila euro messi a disposizione dal Governo per lavori di efficientamento energetico’ Riapertura scuole ad Atripalda, l’Amministrazione alla ricerca di immobili da adibire ad aule e laboratori Il Parco archeologico di Abellinum e la basilica paleocristiana di Atripalda interessati da lavori di pulizia straordinaria. Foto Giovani e lavoro, l’impegno di Alessia Castiglione (Fdi): “Eliminare tutti gli ostacoli alla creazione di occupazione e ricchezza” Regionali, il candidato Luigi Tuccia: «L’equità sociale e la salvaguardia dell’ambiente sono le sfide per realizzare il domani» Regionali, Carlo Iannace questa mattina incontra gli elettori di Atripalda Il colonnello Luigi Bramati nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Avellino Presentata la Maglia Ufficiale dell’Us Avellino per la Stagione 2020/21 Serie B, Scandone: esordio con Pozzuoli il 15 novembre

Dramma in contrada Novesoldi, 36enne si toglie la vita impiccandosi alla ringhiera di casa

Pubblicato in data: 9/3/2012 alle ore:17:32 • Categoria: Cronaca

contrada novesoldiDramma in contrada Novesoldi, 36enne atripaldese trovato senza vita impiccato alla ringhiera di casa. C. A., queste le iniziali del giovane. A trovare il corpo esanime la fidanzata al rientro dal lavoro. Sul posto immediatamente i Carabinieri della Locale Stazione e la Misericordia. Alle ore 13:00 odierne, i Carabinieri coordinati dal comandante Costantino Cucciniello sono intervenuti al civico 13 dove hanno costatato il suicidio per impiccamento del giovane, classe 1975, coniugato, disoccupato e con problemi di depressione. L’uomo si è suicidato impiccandosi con una corda alla ringhiera delle  scale all’interno della propria abitazione (in affitto), dopo aver posto una foto sua e della compagna sul pavimento, proprio sotto di lui, accompagnata da un biglietto in cui salutava la donna scusandosi per il gesto e motivandolo con l’impossibilità di andare avanti. Il gesto è stato peraltro contrada novesoldiaccompagnato dalla canzone preferita dalla compagna, diffuso nella stanza dal lettore dvd. L’uomo lavorava saltuariamente nel campo della serigrafica e aveva da tempo in mente di aprirsi un’attività propria, ma non riusciva in nessun  modo a realizzare questo sogno. Pare, quindi, che sia stato proprio il problema lavorativo alla base dell’estremo gesto, specie se sommato all’impossibilità di dare un futuro dignitoso alla propria compagna. La salma dell’uomo è stata esaminata dal medico legale dott.ssa Carmen Sementa, che ha accertato il suicidio senza ombra di dubbi, e poi affidata ai familiari per il funerale.
A distanza di due mesi un’altra tragedia che ha scosso un’intera comunità.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

7 risposte a “Dramma in contrada Novesoldi, 36enne si toglie la vita impiccandosi alla ringhiera di casa”

  1. V ha detto:

    Scusa se non ce ne siamo accorti…. ci hai lasciati senza parole….. ti vogliamo bene…. da te non ce lo saremo mai aspettato!! CI MANCHERAI!!!

  2. Giuseppe ha detto:

    … Ciao o Cre’ …

  3. Carmela ha detto:

    Ciao sono Carmela mi dispiace molto per quello che è sucesso per questo ragazzo anche se non lo conosco ok ciao

  4. giulio ha detto:

    perdonaci …. solidarietà alla famiglia. tvb

  5. PAOLO78 ha detto:

    sono senza parole….riposa in pace Tony

  6. carmine ha detto:

    Addio amico mio ci siamo dovuti salutare dopo soli 25 anni di amicizia, ci mancherai davvero tanto

  7. Michela ha detto:

    Purtroppo sei solo vittima di una società, che non dà voce a noi giovani. Mi ricordo di te, non riesco ad accettarlo, sembra un incubo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *