alpadesa
  
sabato 24 ottobre 2020
Flash news:   L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2 Sono 16.079 i nuovi contagi in Italia. Ad Atripalda i casi totali finora sono 16 Ordinanza coprifuoco Campania: operativa da venerdì 23 ottobre Coronavirus, 47 nuovi contagi in Irpinia

Dramma in contrada Novesoldi, alla base del suicidio la mancanza di un lavoro. Oggi pomeriggio i funerali di Antonio Cresta

Pubblicato in data: 10/3/2012 alle ore:10:06 • Categoria: Cronaca

contrada novesoldiHa lasciato un messaggio di scuse per la sua compagna, accanto a lui una foto di loro due insieme e nello stereo la canzone preferita dalla sua ragazza «Volando in solitudine» della band fiorentina degli Interno 17. Note, versi e parole di uno stato d’animo di chi vuole amare, soffrire di chi vuole volare tra le nuvole in solitudine e confusione e…poi morire.
Ha deciso di farla finita così per le troppe preoccupazioni legate alla mancanza di lavoro, lasciando un messaggio di scuse: non posso più andare avanti.  La mancanza di lavoro, sempre precario, sempre saltuario a cui si era legato l’aggravarsi di uno stato depressivo pregresso sono i motivi alla base dell’insano gesto di Antonio Cresta, classe 1975, disoccupato e con problemi di depressione che si è impiccato alla ringhiera delle scale della propria abitazione in contrada Novesoldi, una zona tranquilla di periferia ai confini tra la cittadina del Sabato ed il capoluogo avellinese. Un gesto peraltro accompagnato dalla canzone preferita dalla compagna, quella degli Interno 17 diffusa nella stanza dal lettore dvd.
L’uomo, appassionato di musica con trascorsi anche da cantante, lavorava saltuariamente nel campo della serigrafica e aveva da tempo in mente di aprirsi un’attività propria, ma non riusciva in nessun modo a realizzare questo sogno. Da qui la decisione di farla finita visto che temeva di non riuscire a dare un futuro dignitoso alla propria compagna. Difficoltà che gli sono apparse ad un tratto insormontabili e sogni infranti in un pomeriggio nuvoloso di inizio marzo.
La salma dell’uomo è stata esaminata dal medico legale Carmen Sementa, che ha accertato il suicidio insieme ai Carabinieri della stazione di Atripalda, guidati dal comandante Costantino Cucciniello che hanno indagato sul tragico episodio.
Oggi pomeriggio i funerali, alle ore 15, presso la chiesa di Sant’Ippolisto Martire.
Una notizia che non appena si è diffusa ha scosso l’intera comunità atripaldese dove il 37enne era molto conosciuto e stimato. Gli amici più stretti, quelli dell’infanzia, si sono subito recati sul posto tra le lacrime, increduli per quanto accaduto. Atripalda piange e si interroga di nuovo per la perdita di un suo figlio, scomparso prematuramente a causa del male di vivere. Lo scorso anno ben due casi di morte volontaria si sono registrati nella cittadina del Sabato ed in uno dei due stessa modalità di farla finita e alla base le stesse preoccupazioni legale alla precarietà del lavoro mentre di oggi. E così si allunga la triste lista dei suicidi nella provincia di Avellino che risulta al primo posto in Campania con la media più elevata.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Dramma in contrada Novesoldi, alla base del suicidio la mancanza di un lavoro. Oggi pomeriggio i funerali di Antonio Cresta”

  1. amico ha detto:

    arrivederci amico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *