alpadesa
  
Flash news:   Secondo contagio ad Atripalda, il sindaco: “invito l’intera comunità ad osservare le misure per la prevenzione e il contrasto al covid-19” Coronavirus, contagiato ad Atripalda anche un parente della signora romena Nuovo caso di Coronavirus ad Atripalda, il sindaco: “la donna straniera sottoposta ad isolamento” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda: in isolamento persona rientrata dall’estero Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda

Verso le Amministrative, La Sala spiega perchè “Piazza Grande”

Pubblicato in data: 24/3/2012 alle ore:15:00 • Categoria: Merito è Libertà, Politica

la-sala-e-battistaComincia da qui e da ora l’avventura di “Piazza Grande”, mentre si moltiplicano le adesioni e si completa la lista intorno al candidato sindaco, prof. Raffaele La Sala, ed alla capolista, dott. Nunzia Battista. Ma perché “Piazza Grande”?
– Per ritrovarsi, insieme ai cittadini perbene, alle donne, ai giovani, ai più deboli, in una comunità di persone (e non in una malinconica folla di sudditi).
– Perché Atripalda poteva avere una Piazza Grande (e invece ha solo un grande spazio vuoto in costante manutenzione e senza dignità architettonica).
– Perché la platea maior era il luogo delle assemblee, delle fiere e dei mercati, un luogo pulsante di vita economica e di passioni civili.
– Perché sia sempre grande l’orgoglio di essere eredi di una grande storia e altrettanto smisurata l’umiltà per esserne degni.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Consiglio Comunale, colpo di scena nel finale: si dimette il capogruppo di minoranza Lello La Sala. Al suo posto subentrerà Nunzia Battista

Colpo di scena questa sera in chiusura del Consiglio Comunale di Atripalda. Il capogruppo di opposizione della lista "Piazza Grande", Read more

Consuntivo e Decreto Sviluppo: gli inciampi di Spagnuolo. La nota del consigliere La Sala

Il consuntivo dei miracoli approda nel pomeriggio di domani (lunedì 30 giugno) nell'aula consiliare. Un consuntivo sottoposto ad una generosa cura Read more

La nota del consigliere La Sala: “Pablopalda… una città alla sbando”

Forse solo da lunedì 26 agosto si potrà ritornare ad una, almeno apparente, ‘normalità’ amministrativa nella -una volta nobile- città Read more

“Atripalda. Storie e immagini dal ‘900”, venerdì premiazione del concorso

Venerdì 14 giugno alle ore 17,30, presso la sala Consiliare del Comune di Atripalda, verranno resi noti i vincitori delle Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

12 risposte a “Verso le Amministrative, La Sala spiega perchè “Piazza Grande””

  1. franco ha detto:

    si dice che La Sala stia ricevendo talmente tante adesioni, che ha dovuto chiamare la celere per gestirle.

  2. coccodrillo ha detto:

    Ma il coccodrillo alla famiglia di lucio dalla lo ha mandato?

  3. Picchio ha detto:

    Lasciatelo stare questi sono i giorni in cui può credere di realizzare un sogno mai avverato. Speriamo riuscirà a completare la lista. Il programma ce l’ha già in testa. Insisti Prof. non hai niente da perdere in questo confronto tra titani. Dopo basta per favore, non se ne può più!!!!!!!!!!!!!

  4. Gerardo ha detto:

    In questo casino di candidati a sindaco, La Sala sembra avere qualche possibilità. A pensarci bene, eliminando quelli che hanno avuto un ruolo nel disastro dell’ultima amministrazione (tomasetti con una discreta faccia tosta si permette anche di lasciare un decalogo….), è senza dubbio il più capace ed esperto. Molti dicono di un caratterino ‘niente male’, ma senza carattere è anche peggio. Ormai per governare Atripalda ci vuole uno con gli attributi, non certo giovanotti o scorze vecchie

  5. franco ha detto:

    io la lista più che Piazza Grande la chiamerei: MMIEZZO A NA VIA.

  6. raffaele la sala ha detto:

    Immagino, gentile franco, che volesse fare una battuta.E vabbé…diciamo che ci ha provato…

  7. ciccillo ha detto:

    La foto sembra dire tutto, una giovane che si chiede del futuro e un reduce dell’ultima guerra!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. Ma scusate, ha detto:

    La Sala è una persona seria, probabilmente talmente seria che facciamo fatica a vederlo nel ruolo di sindaco, per come siamo stati abituati. Come ho detto nel commento dell’altro articolo, anche io fatico a capire le modalità di questa candidatura, ma ironizzare sul Professor La Sala è indice di pessimo gusto. Quindi, a chi fa battute di dubbia ironia, chiedo: “Non è che stiamo inguiati per la pochezza della gente e non per quella dei nostri politici?”.

  9. Ma scusate, ha detto:

    * politici

  10. Brontolo ha detto:

    In una comperizione elettorale “essere una persona seria” è una condizione necessaria ma non sufficiente. Tutti coloro che si propongono devono essere persone serie ma bisogna avere qualità e capacità che in giro non si vedono e non per colpa degli elettori. Caro “ma scusate” non sei scusato per niente perchè la tua “pochezza” la butti sugli altri invece di pensare che forse appartiene solo te. La Sala non riceve gradimento per il suo modo di porsi : si propone a SINDACO da solo senza nessuna aggregazione di candidati su un suo ipotetico programma elettorale. La colpa è degli elettori? Fa parte di una aggregazione di poche persone “Merito è Libertà” che noi poveri mortali non conosciamo. Dopo il periodo Capaldo , abbandonato a se stesso, non ha trovato più una collocazione stabile.

  11. Ma scusate, ha detto:

    Brontolo: di nome e di fatto, mamma mia che banalità!

  12. Brontolo ha detto:

    Ma scusate è proferibile parlare con il mio gatto che non confonde banana con banalità e riesce anche a fare una differenza tra ragionamento e frasi senza significato. Consiglio il direttore di verificare le conoscenze minime degli argomenti di cui si scrive. Scusate, scusate ………Mi scuso con tutti anche con chi dovrebbe sentirsi coinvolto(ne dubito). Chiudo definitivamente il duetto insulso con “ma scusate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *