alpadesa
  
domenica 09 agosto 2020
Flash news:   Nuovo caso di Coronavirus ad Atripalda, il sindaco: “la donna straniera sottoposta ad isolamento” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda: in isolamento persona rientrata dall’estero Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani

Verso le Amministrative, dopo lo strappo tra Udc e Pd il segretario Federico Alvino accusa: «Conduzione molto paradossale ed approssimativa da parte dell’Udc che in questi anni non ha espresso mai nulla»

Pubblicato in data: 29/3/2012 alle ore:23:02 • Categoria: Partito Democratico, Politica

pd-segretario-alvinoIl segretario del Pd, Federico Alvino ha rifiutato l’altra sera la controproposta presentata dall’Udc sancendo così lo strappo tra scudocrociato e democratici. Una condizione inaccettabile secondo la sezione del partito di Bersani, tanto che Federico Alvino, accompagnato dal dirigente Sabino La Sala questa mattina si sono recati al Comune per ritirare tutta la documentazione necessaria per presentare la lista: e così a meno di nuove sorprese il Pd atripaldese correrà da solo con candidato sindaco Luigi Tuccia.
«Mi sembra molto strana questa posizione dell’Udc che ha avanzato una proposta irricevibile – afferma il segretario Alvinodopo il lavoro fatto insieme di prospettiva politica e di aprire ad una stagione politica nuova. Abbiamo assistito ad una conduzione molto paradossale ed approssimativa da parte dell’Udc. Solo chiacchiere visto i comportamenti finali rispetto allo spirito che aveva animato gli incontri iniziali. Non si può dire il sindaco è nostro, e poi vediamo. Il sindaco lo assegna la coalizione. Penso che nell’Udc, a parti invertite, direbbero di no ad una proposta simile. Un Udc che in questi anni non ha espresso mai nulla e che è ritornata sulla scena grazie all’azione forte fatta dal Pd. Spero che si rendano conto che stanno commettendo un errore. Ho la coscienza serena di aver agito nell’interesse dalla città e anche del mio partito. Ora siamo pronti ad andare avanti da soli».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Elezioni, giornata di riflessione per i 9.878 votanti atripaldesi

A mezzanotte è scattato il silenzio per le quattro liste in campo per l'elezione del Sindaco e del Consiglio comunale Read more

Esito delle elezioni comunali, aggiornamenti in tempo reale sul sito di Atripaldanews

In occasione delle elezioni amministrative del prossimo week-end, a partire dal primo pomeriggio di lunedì 7 maggio, subito dopo la Read more

Elezioni, il voto degli indecisi sulle sorti della città

L'astensionismo potrebbe battere tutti in questa tornata elettorale. In tutta Italia cresce, infatti, l'antipolitica, cittadini che hanno perso ormai la Read more

Verso il voto, Patto Civico per Atripalda incontra gli abitanti di via Appia: “Fare la scelta giusta per continuare ad essere atripaldesi”

"Fare la scelta giusta per continuare ad essere atripaldesi". Questo il messaggio che ha lanciato agli elettori la lista Patto Civico Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

6 risposte a “Verso le Amministrative, dopo lo strappo tra Udc e Pd il segretario Federico Alvino accusa: «Conduzione molto paradossale ed approssimativa da parte dell’Udc che in questi anni non ha espresso mai nulla»”

  1. Annibale ha detto:

    Azz gliele ha proprio cantate!

  2. Gerardo ha detto:

    Bravo Federico, fai una bella lista con Moschella e Gigino Sindaco… Prenderai tanto consenso. Ma che dico tanto, tantissimo. Stai scavando la fossa a questo paese. Ci voleva tanto a dire che l’unico candidato del centrosinistra doveva essere Spagnuolo? ovviamente Geppino.

  3. gianni ha detto:

    Alvino il rinnovamento della politica ad Atripalda deve iniziare con le tue dimissioni… a prescindere! Ci ritroviamo ora senza nulla tra le mani per evidenti responsabilità anche tue…. se un matrimonio fallisce non è solo colpa della moglie come stai cercando di far passare e, questo, nonostante un garbato silenzio della segreteria UDC.
    Quindi molto sterili e infantili queste tue affermazioni che, a mio avviso, a questo punto, non possono non farti prendere in seria considerazioe l’ipotesi di rassegnare le tue dimissioni con immediatezza… per tentare di far ripartire la macchina.
    Dall’altra parte mi permetto di osservare la inopportunità della candidatura a sindaco di spagnuolo che non unisce più neanche il suo partito e di ripartire da un candidato di profilo istituzionale.

  4. Pazzo ha detto:

    Geppino!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo che incuboooooooooooooooooo

  5. cantastorie ha detto:

    la prima figuraccia lei( e il suo partito) l’aveva già fatta tentando l’accordo con l’udc, la seconda la fa ora come a dire quando la gatta non arriva al lardo dice che sa di rancito, la terza quale sarà? può farci un’anticipazione? grazie

  6. Buontempone ha detto:

    Difficile che Alvino , secondo il “suo” metro di giudizio, non abbia ragione. E’ stato sempre così ed è difficile cambiare in età piuttosto avanzata. Ha sbagliato con i tempi e i modi delle primarie, non ricorda che Tuccia , in un intervista, supponendo di essere un “unto del Signore”, affermò che l’unico sindaco di qualunque coalizione vedesse coinvolto il PD doveva essere lui per qualità e capacità oppure una grande personalità di grosso spessore politico. Di errori se ne sono fatti infiniti da tutte le parti “politiche”. Temo che ,SCIAGURATAMENTE, tutti stiate consegnando il paese di nuovo a Laurenzano. INCAPACITA’ ??????????? SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *