alpadesa
  
domenica 25 agosto 2019
Flash news:   Nozze Valentino-De Vinco, auguri Oggi inaugura il “Pettirosso”, primo Parco Avventura della cittadina del Sabato Esplosione al Palazzo Vescovile di Avellino, solidarietà del sindaco Spagnuolo e dell’Amministrazione comunale di Atripalda Children’s Day 2019, causa maltempo la manifestazione slitta al 7 e 8 settembre Scarichi di acque reflue industriali nel fiume Sabato, i Carabinieri Forestali denunciano il titolare di un’azienda Campagna Abbonamenti 2018/19: Uniti Si Vince Accorpamento temporaneo mercato del giovedì a parco Acacie, pubblicata la graduatoria degli operatori commerciali Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale”

La Sidigas Pallavolo Atripalda perde a Sora nell’ultima gara di campionato, si chiude una stagione amara. La società pronta a ripartire

Pubblicato in data: 8/4/2012 alle ore:23:17 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

sconfitta_ko sidigas atripaldaSi chiude un campionato amaro per la Sidigas Pallavolo Atripalda. I biancoverdi chiudono con una sconfitta sul campo di Sora per 3 a 1. Risultato prevedibile viste le diverse motivazioni con cui le due squadre affrontavano il match. Gli irpini già retrocessi con un turno di anticipo, e i ciociari in lotta per conquistare una buona posizione in vista dei play off. Visto anche queste premesse mister Lorenzoni ha voluto dare spazio ad atleti che nel corso della stagione hanno avuto poco spazio come capitan Bruno, l’opposto Giuseppe Scialò e il palleggiatore patenopeo Antonio Libraro. Il primo set scivola via velocemente con un 25 a 17 a favore dei padroni di casa. Nel secondo set si assiste ad un ritorno degli irpini che hanno uno scatto d’orgoglio e riescono a chiudere i parziale con il punteggio 18 a 25. Ma nelle due frazioni successive sono le motivazioni a far si che Sora metta la freccia e, con la concomitanza degli altri risultati favorevoli dagli altri campi, a fine gara il pubblico puo’ esultare per il quinto posto conquistato che permette di partire con un po’ di vantaggio. Atripalda invece saluta la serie A2 dopo appena un anno. Si chiude senz’altro una stagione in cui le premesse erano altre e le cose potevano andare diversamente. A pesare come un macigno son o solo i due punti conquistati nel girone di andata, conquistati all’esordio casalingo in casa con Isernia. L’assenza dell’opposto titolare, De Paula,  per tutto il girone di andata. La vicenda Marolda, gli errori fatta in campagna acquisti come la meteora Bidegain. Non si capisce nemmeno alcune scelte tecniche come il non utilizzo di Carlo Mor, acquistato dopo la partenza di Loglisci, definito da tutti come uno dei giovani promettenti nel panorama nazionale. Ma la cosa che è apparsa più grave è stata la non reazione della squadra nei momenti decisivi della stagione. E non ci si puo’ certo giustificare solo con l’infortunio di Nemeth. La partita purtroppo che ha segnato, a nostro parere, la svolta della stagione è stata la partita casalinga contro il Club Italia. Gli irpini venivano da 7 vittorie in 6 partite e sembravano aver messo la freccia per la salvezza dopo la vittoria a Città di Castello, ma la partita che doveva servire a dare il colpo di grazia agli avversari è stata invece una caporetto. In quella partita infortunio grave di Nemeth e squadra scossa che finiva con il perdere quella partita. Da allora è calato il buio sulla stagione di A2 e la fotografia esatta è la partita persa in casa contro Cantù. Squadra distratta, senza voglia e senza idee in una partita in cui si doveva dare il tutto per tutto. Si chiude una stagione che ha visto dare l’addio da parte di tutti noi a mister Giancarlo Imbimbo, figura storica del panorama pallavolistico irpino. E’ stata una grave perdita per tutti, anche per chi non lo conosceva da tempo come mister Lorenzoni, apparso scosso. E la società? La società è decisa a rilanciare e a programmare il futuro. L’amarezza della retrocessione c’è, ma il presidente Guerrera, dettato dalla sua grande passione, è deciso a ripartire e se ci saranno le giuste componenti è deciso a fare domande di ripescaggio. Ma se non fosse possibile questa ipotesi si ripartirà da una serie B cercando una risalita. Quindi questo alla serie A2 è solo un arrivederci.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – SIDIGAS ATRIPALDA 3-1 (25-17, 18-25, 25-19, 25-20)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Buzzelli, Van Dijk 24, Scappaticcio 2, Gaetano, Scuderi, Gemmi 10, Libraro 5, Pagni 3, Bratoev 14, Moretti 3, Gatto (L), Pagni 9. Non entrati Rea. All. Porro.

SIDIGAS ATRIPALDA: Bruno 7, David 8, Coppola (L), Cuomo 7, Libraro 3, D’avanzo 7, Gallotta 9, Scialò 15. Non entrati De Paula, Nemeth, Paris, Mor. All. Lorenzoni. ARBITRI: Cappello, Rossetti.

NOTE – Spettatori 1200, durata set: 22′, 23′, 24′, 26′; tot: 95′.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *