alpadesa
  
domenica 25 agosto 2019
Flash news:   Nozze Valentino-De Vinco, auguri Oggi inaugura il “Pettirosso”, primo Parco Avventura della cittadina del Sabato Esplosione al Palazzo Vescovile di Avellino, solidarietà del sindaco Spagnuolo e dell’Amministrazione comunale di Atripalda Children’s Day 2019, causa maltempo la manifestazione slitta al 7 e 8 settembre Scarichi di acque reflue industriali nel fiume Sabato, i Carabinieri Forestali denunciano il titolare di un’azienda Campagna Abbonamenti 2018/19: Uniti Si Vince Accorpamento temporaneo mercato del giovedì a parco Acacie, pubblicata la graduatoria degli operatori commerciali Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale”

Amministrative 2012, il professore Sabino La Sala risponde a Laurenzano e De Vinco: “Solo flatus vocis e incongruenze macroscopiche su quanto detto. Presentino piuttosto un rendiconto sul proprio operato”

Pubblicato in data: 10/4/2012 alle ore:16:00 • Categoria: Politica, Lista "Uniti per Atripalda", Partito DemocraticoStampa Articolo

sabino-la-sala«Solo “flatus vocis” – così Sabino La Sala candidato nella lista “Uniti per Atripalda” con Paolo Spagnuolo in corsa per la carica di primo cittadino di Atripalda, replica a quanto dichiarato nei giorni scorsi su alcune testate locali dal sindaco uscente Laurenzano e dal candidato Maurizio De Vinco -. La cosa più semplice sarebbe glissare su certe esternazioni, data l’incongruenza macroscopica di quanto detto, ma siamo in campagna elettorale ed è importante precisare». Sul ricorso al Tar contro l’accettazione della lista “Patto civico per Atripalda” il professore afferma: «Ci auguriamo vivamente che partecipino alla competizione elettorale, vogliamo un’opposizione contro cui combattere», e prosegue riguardo alle parole del candidato sindaco Laurenzano “soliti accordi tra partiti” volti “alla conservazione di antiche rendite di potere” «beh sicuramente il suo con il Pdl è un accordo insolito probabilmente non tra partiti ma tra poteri. Parliamo di trasformismo politico o salto della quaglia, non è questa una rendita di potere forse? O per rendita di potere intende qualcosa che va al di là della gestione stessa del potere ma va verso rapporti professionali? Sono davvero perplesso, da che pulpito arriva la predica?». Laurenzano ha, inoltre, fatto un riferimento “a persone messe insieme da forestieri” La Sala commenta, «un leader non deve essere necessariamente di Atripalda. A chi si riferisce? A De Mita, Sibilia, Amendola? Queste sono argomentazioni da apertura di campagna elettorale?». Sulla posizione di Maurizio De Vinco sottolinea, «E’ assolutamente fuori luogo rivendicare l’appartenenza ad un partito il cui simbolo compare nella nostra lista, sarebbe più dignitoso consegnare la tessera prima che gli venga ritirata dallo stesso Partito Democratico. O forse ci troviamo di fronte alle “rendite di potere” di cui parla Laurenzano? Casomai dovrebbero diffondere un rendiconto di quanto fatto da sindaco e vice sindaco uscenti». La lista che vincerà dovrà affrontare una situazione sicuramente poco felice, «sarà una consiliatura molto dura, è inutile promettere rose e fiori, guardiamo in faccia la realtà, la politica è una cosa seria non certamente una bagattella di paese ecco perché occorre affrontare con serietà ed equità le trasformazioni a cui va incontro la macchina amministrativa anche in riferimento ai cambiamenti imposti dal premier Monti. Quindi c’è bisogno di un programma condiviso e coesione interna ecco perché siamo stati molto rigorosi nella scelta dei candidati e non abbiamo dato ospitalità alle banderuole». E riguardo al proprio impegno per la politica atripaldese conclude «la politica è un servizio da dare ai cittadini e alla città, io ho tempo e penso di poter dare il mio contributo. Il mio lavoro mi ha portato lontano da Atripalda ma ora sono qui e voglio prendermi nuove responsabilità».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

22 risposte a “Amministrative 2012, il professore Sabino La Sala risponde a Laurenzano e De Vinco: “Solo flatus vocis e incongruenze macroscopiche su quanto detto. Presentino piuttosto un rendiconto sul proprio operato””

  1. lorenzo ha detto:

    bravo prof.

  2. ops ha detto:

    ma lei , esimio professore, può darci la sua di spiegazione in merito alla presenza di candidati di chiara proveneienza fascista nella lista a cui lei partecipa? ci illumini la prego, lo spieghi a quanti ancora non si capacitano come sia mai possibile che un partito che fino all’altroieri si collocava nell’alveo della sinistra oggi con disinvultura persegue ed insegue formazioni di chiaro stampo destrorso quali appunto FLI…..ce lo spieghi e forse potremmo agurarci davvero una campagna elettorale nel segno della chiarezza…fino ad allora ci risparmi i suoi sermoni, gli stessi che poco tempo fa ci ha riservato su primarie ed affini……il silenzio a volte è un’arma vincente…..
    ops

  3. ALFIO ha detto:

    Obsoleto come professore, figuriamoci come politico!
    DEMITIANO!

  4. al buio ha detto:

    ma da dove vieni. ma chi ti ha visto mai, vergognatevi politici del momento.

  5. giorgio ha detto:

    azz, eccone un altro che parla in latino……
    qua stammo atriparda.
    nel 2012.
    verimmo che amma fa, invece e parla in latino

  6. al buio ha detto:

    bravo alfio. ancora servi sciocchi di potere, partiti.

  7. Antonio ha detto:

    Professo potete domandare pure a tuccia perché lui era in giunta a sostenere laurenzano statevi a casa e meglio per noi atripaldesi

  8. Ardito ha detto:

    L’opportunità che ci dà questa testata di commentare gli interventi dovrebbe essere sfruttata nel senso di sollecitare un dibattito (anche se nell’anonimato) e di proporre domande scomode a chi avrà la compiacenza e l’educazione di rispondere. Altrimenti si fa un becero ed inutile esercizio di offese ed insulti.

    Tanto per cominciare il Prof. La Sala è un professionista che non si è mai cimentato con la politica attiva quindi non capisco perchè questo fuoco di fila…..se non immaginandolo dettato da pregiudizi.

    A quanto mi è dato sapere è una persona educata che probabilmente non ha interessi in gioco da “curare” attraverso l’amministrazone attiva del paese.

    A prescindere da quale sia il legittimo orientamento di alcuni di voi, non capisco questo sparare su tutto quello che si muove senza fare alcuna critica costruttiva e propositiva.

    Io vorrei mantenermi su un piano diverso, sul piano della chiarezza delle proposte ed alla luce di questa mia posizione vorrei chiedere al Prof. Sabino La Sala, ma invece di parlare sempre di quelli che sono stati i limiti della precedente amministrazione e delle beghe che hanno preceduto la presentazione delle liste, non sarebbe il caso di esplicitare e chiarire agli elettori cosa intende fare per il futuro di questo paese??
    Ancora non ho sentito un candidato esprimersi sul proprio programma…..sarà che lo considerano inutile???
    Mi auguro di no, perchè denoterebbe una grave mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini e della loro intelligenza.

    Per OPS: Una domande: Premetto che non conosco di persona tutti i candidati delle quattro liste, ma in questa in particolare chi sarebbero i fascisti??
    Intesi quali seguaci del disciolto Partito Nazionale Fascista.

    Mi sembra di vedere che sono tutti ex di qualcosa e provengono tutti da un’altra parte….ex comunisti, ex democristiani, ex socialisti (che sono presenti ovunque, basti pensare che i figli di Bettino Craxi, entrambi in Parlamento sono stati eletti uno col Centro Sinistra e l’altra con il Centro Destra….). Per non parlare di quelli che sono stati più volte ex, anche con molteplici andate e ritorni…..

  9. ROSALBA A. ha detto:

    PROF,MA CHI VA VISTO MAI X ATRIPALDA……..

  10. Pensiero stupendo. ha detto:

    Prof? Ma allora è collega di Moschella!!!

  11. Pensiero stupendo. ha detto:

    Ed omonimo e collega dell’altro La Sala….O.o

  12. ops ha detto:

    @ ardito: come lo chiami uno che per la sua campagna elettorale porta sul palco uno che porta il nome di Abatangelo? io lo chiamo fascista…..cerca su wikipedia e troverai la risposta alla domanda che poni….non sei persona ingenua quindi il Prof. La Sala dovrebbe spiegare come fa a stare in lista con gente che fa ancora il saluto romano quando saluta i suoi camerati, e soprattutto come fa a stare in lista con gli adepti di De Mita e di Caltagirone…FLI è una sigla politica che non deve sviare, il partito di Fini a cui il PD tende la mano…..uno di sinistra, anche se moderato , dovrebbe delucidarci sul perchè di una tale scelta, e prima di lui il Capolista di quella lista, che offre la sua esperienza di sinistra al futuro Sindaco Spagnuolo….mi chiedo quale sia la sua esperienza…… menomale che finalmente Tuccia si è definitivamente spogliato della sua ambiguità e con lui quella del PD a guida alviniana…….ingegneri e architetti, ma non sono troppi per un solo PUC?……questi non sono di sinistra, e se il prof. non l’ha capito o pensa che gli atripaldesi hanno l’anello al naso e quindi ha poco rispetto per l’elettorato o il suo è un uso strumentale del dire e del fare…..

  13. giorgio ha detto:

    bravo al post 8 ARDITO.
    hai detto bene.
    io però diffido di chi si candida spuntando dal nulla, senza aver mai manifestato un minimo interesse per la nostra città.
    Molte persone non hanno mai espresso un bel niente, e si candidano a gestire situazioni complesse, in un momento in cui ci sarebbe bisogno di competenze affermate e oggettivamente riconosciute.
    Parliamo del merito: chi sono i candidati che meritano il consenso per aver dimostrato politicamente o professionalmente una certa affidabilità?
    proviamo a valuitare e poi accordiamo la preferenza.
    L’invito che faccio è a non votare persone che si candidano senza avere nè arte, nè parte; perchè poi a pagare saremo noi cittadini!

  14. cantastorie ha detto:

    la sua lista esimio professore è composta anche dal pd che non avendo il coraggio di candidare i suoi generali oramai privi di cavallo (vuoi forse il veto udc per non fare brutta figura) in prima persona, e ci capiamo da persone intelligenti quali siamo, ha mandato soldatini di piombo in avanscoperta, ma i fuochi veri quelli che questo partito l’hanno distrutto insieme alla storia della sinistra ad atripalda, sono dietro alle barricate, vuole qualche nome? nulla di più semplice..parlo dei vari tomasetti, aquino, alvino e compagnia bella. certo ci vuole una bella faccia tosta a difendere questa lista a proporla come il nuovo che avanza. ai cittadini atripaldesi consiglio vivamente di fare attenzione questa volta la democrazia ha fallito, qua non si tratta di scegliere un “male minore” qua si tratta di non scegliere perchè LORO hanno già scelto per voi quindi non resta che un NON VOTO una protesta eclatante che faccia eco nel paese intero. ai lor signori dico: la politica non si esaurisce nelle elezioni, visto che voi pensate solo a quello, siete fuori dalla storia della sinistra, ma quella storia continuerà benissimo senza di voi. ora fate pure tutti gli accordi che volete con l’udc con fli e con tutte le rimanenze della destra, vincete pure le elezioni se ci tenete così tanto, ma ricordatevi siete il nulla e presto tutti se ne accorgeranno

  15. Pensiero stupendo. ha detto:

    x ops:
    hai fatto un’analisi talmente chiara e nitida che meriti tutta la mia stima.

  16. pasquale ha detto:

    condivido quanto affermato dal Professore; purtroppo solo uno dei commenti letti ha tentato di giudicare nel merito le vs affernazioni, è evidente che tutti gli altri commenti pronuciati a vanvera, sono battute da cabaret.

  17. Annibale ha detto:

    Il Prof non è uno che chiede alla politica, ma uno che si mette a disposizione. Ammirevole.

  18. il vigile ha detto:

    quanti commenti !! direi anche interessanti ! prof la sala avete colto nel segno ! si nota la differenza di pensiero di un nuovo candidato dopo 5 anni di calma piatta e idiozie !!!

  19. ops ha detto:

    Pasquà tu si quillo buono, ca sape tutt cose……come o’ sale ‘ngoppa a’ ‘nzalata……ma tu che hai detto? e chi t’o’ tocca o’ professore……….poi quando hai tempo facci la parafrasi del tuo pensiero e di quello del professore perchè ancora non si è capito…..ma tu, Pasquà , sei di destra e voti a sinistra o sei di sinistra e voti fascista?….. o segui l’ABC che tanto bene sta facendo al paese?……..magari fossimo in un cabaret, ma la realtà non fa ridere e la tua includenza nei commenti è il segno del vuoto che anima la vostra lista supercorazzata…..sperammo però che non ci sta uno come il Comandante Schettino alla sua guida…..altrimenti sò papuocchi!!!!!! ajajajajjaja Pasquale!!!!!!! ….è una palude…. :D

  20. giorgio ha detto:

    x pasquale post 16
    caro signore, le tue parole sono offensive.

  21. Ettore ha detto:

    …no comment!!!………………..

  22. SABINO ha detto:

    In questo momento, catastrofico per la politica atripaldese, La sua presenza in lista rappresenta a mio modesto avviso il valore aggiunto.
    Persona colta ed intelligente, pronto al dialogo e soprattutto disponibilissimo, se verrà eletto come mi auguro, a distanza di molti anni avremo il piacere e l’onore d’avere finalmente qualcuno che si adopererà a tempo pieno per la sua città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *