alpadesa
  
sabato 30 maggio 2020
Flash news:   «Atripalda riparte, riparti da Atripalda»: questa mattina al Comune conferenza stampa per rilanciare il Commercio in città Coronavirus, due i positivi di oggi in Irpinia: Avellino e Gesualdo Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una Coronavirus, sono 87 le vittime registrate nelle ultime 24 ore: Lombardia maglia nera per i contagi Il Covid Hospital del “Moscati” si svuota: resta solo un paziente positivo ricoverato in Malattie Infettive Fontana, strade, tomba funeraria romana nel degrado ad Atripalda: scatta la denuncia sui social. Foto Coronavirus, nuovo positivo in Irpinia: è di Contrada Coronavirus, calano i morti (+70) e aumentano i guariti (+3.503) ma i contagi restano +593 Screening sierologico ad Ariano: sono 60 i positivi al tampone Costituito l’ufficio di progettazione per l’intervento di sistemazione idraulica e idrogeologica del Vallone Testa ad Atripalda: 980mila euro a disposizione

Così non va – Palazzo Caracciolo, dopo due mesi strada ancora chiusa: i residenti protestano

Pubblicato in data: 11/4/2012 alle ore:19:30 • Categoria: Così non va

strada chiusa palazzo caraccioloSono passati oltre due mesi dal crollo che ha interessato parte del tetto di  ma la strada che collega via Serino con Contrada Cerzete è ancora chiusa al traffico. Protestano i cittadini che hanno anche chiesto un incontro con il primo cittadino per i disagi creati alla circolazione stradale. L’antico edificio, di proprietà della famiglia Alvino, ha subito danni in seguito alla nevicata di febbraio e da allora i Vigili del Fuoco, con l’Utc comunale, hanno chiuso la strada al traffico. Parte del tetto è infatti crollato mentre esternamente sono ben visibili diverse crepe sulle pareti.  Oltre alla chiusura della strada i caschi rossi, indicarono nella relazione anche di mettere in sicurezza lo storico edifico. Mancano però dei segnali di strada chiusa, spesso infatti le auto che salgono sono costrette a fare retromarcia per ritornare su via Salita Palazzo. Sul piede di guerra i cittadini, soprattutto residenti, che hanno chiesto di poter vedere la comunicazione che il Comune avrebbe inviato agli eredi Alvino in cui si chiedeva la messa in sicurezza del Palazzo per consentire la riapertura della strada. Al momento tutto tace.
strada chiusa palazzo caracciolo

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
“CONOSCIamoci”, pronta la campagna di divulgazione del Patrimonio dei Beni Culturali di Atripalda

Gentile Direttore, questo Assessorato è impegnato in un complessivo progetto di valorizzazione del nostro Patrimonio dei Beni Culturali. Ne sono Read more

Il fantasma di Palazzo Caracciolo nella fotografia di un cittadino, impazzano i commenti sul web

Il fantasma di Palazzo Caracciolo. Un fotomontaggio fatto bene o davvero c'è una inquietante figura dietro la finestra della fatiscente Read more

Stato dei beni culturali e storici cittadini, il consigliere Barbarisi risponde all’attacco di Sel: “Solo pretesti per ritagliarsi uno spazio, il nostro lavoro è tangibile”

Stato dei beni culturali e storici cittadini, il consigliere delegato alla Cultura ed alla Tutela del Patrimonio dei Beni Culturali Read more

Palazzo Caracciolo, concluso il secondo atto di acquisizione. Barbarisi: “Inseriremo nella previsione di bilancio una voce dedicata alla messa in sicurezza”

Palazzo Caracciolo si prepara a ritornare all'antico splendore. Definito il secondo atto per l'acquisizione gratuita da parte del Comune di Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *