alpadesa
  
domenica 25 agosto 2019
Flash news:   Oggi inaugura il “Pettirosso”, primo Parco Avventura della cittadina del Sabato Esplosione al Palazzo Vescovile di Avellino, solidarietà del sindaco Spagnuolo e dell’Amministrazione comunale di Atripalda Children’s Day 2019, causa maltempo la manifestazione slitta al 7 e 8 settembre Scarichi di acque reflue industriali nel fiume Sabato, i Carabinieri Forestali denunciano il titolare di un’azienda Campagna Abbonamenti 2018/19: Uniti Si Vince Accorpamento temporaneo mercato del giovedì a parco Acacie, pubblicata la graduatoria degli operatori commerciali Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti

Verso il voto, Fabiola Scioscia (Uniti per Atripalda): “In città un polo fieristico per coinvolgere giovani e donne”

Pubblicato in data: 30/4/2012 alle ore:09:34 • Categoria: Politica, Lista "Uniti per Atripalda"Stampa Articolo

fabiola-sciosciaCreare un circuito fieristico che abbia come polo Atripalda coinvolgendo i giovani e le donne, ha le idee chiare e grande voglia di fare Fabiola Scioscia, impiegata amministrativa presso l’ospedale Landolfi di Solofra alla sua seconda candidatura. Fabiola è consigliere uscente tra i banchi dell’opposizione per gli ultimi mesi del mandato Laurenzano, «ho accettato la surroga perché ho voluto mettermi alla prova e capire se le mie capacità fossero reali. E’ bastato poco per notare il disordine dell’amministrazione uscente anche dalla mancanza di attenzione che mostravano tra loro in consiglio comunale e questo mi ha spinto a dare il mio contributo per la città». Tante le cose da fare per migliorare, «Basta promesse, le cose non si possono cambiare in poco tempo ma almeno si può avviare un discorso di miglioramento dell’attuale condizione. Atripalda ha perso tanto negli ultimi anni». Attenzione anche alle periferie, «Penso a dei paradossi ci sono famiglie che pagano le tasse e non hanno nemmeno le fognature, come in via Cerzete. E’ come se Atripalda si dividesse in zona di serie A e di serie B. Si vive soltanto nel centro mentre contrada Spagnola e Alvanite sembrano realtà a sé. Ecco il mio impegno è proprio questo, cercare di superare i confini del centro città e mostrare più interesse e soprattutto volontà nell’occuparsi dei disagi che quotidianamente vivono i residenti delle zone più periferiche». Fabiola è anche presidente dell’Associazione “Città Nuove” che si occupa di persone disagiate, in particolar modo le donne e i giovani che vivono difficili situazioni: «Voglio mettermi in gioco per dimostrare il mio impegno disinteressato e la mia voglia realizzare qualcosa di concreto per Atripalda. Sono stanca di vedere i giovani andare via per cercare lavoro, vorrei che si creassero le condizioni affinché possano scegliere di restare qui. Vorrei organizzare progetti fieristici all’interno del Centro Servizi che periodicamente possano attrarre visitatori come, ad esempio, la fiera del Fumetto o della Sposa magari in collaborazione con l’Informagiovani e i privati attraverso precisi criteri di selezione. Basta un po’ di volontà e impegno per entrare nel giusto circuito sia a livello regionale che, perché no, anche nazionale. Noi non abbiamo nulla da invidiare agli altri senza dimenticare la posizione geograficamente privilegiata che occupa l’Atripalda e l’Irpinia a pochi chilometri da Salerno, Napoli e Roma. Per questo ho scelto di seguire Paolo perché in lui ho riscontrato la volontà di comprendere che il potere anche se gestito da pochi, è di tutti. Perché lui ha avuto il coraggio di mettersi in gioco per la propria città».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

4 risposte a “Verso il voto, Fabiola Scioscia (Uniti per Atripalda): “In città un polo fieristico per coinvolgere giovani e donne””

  1. marialuisa ha detto:

    non avevo una buona impressione di questa ragazza …devo ammettere che mi sbagliavo e mi complimento per i discorsi che intende intrapendere !!

  2. Giggino ha detto:

    Questa ragazza parla senza cognizione di causa!
    Ma mi faccia il piacere !

  3. atripaldesedoc ha detto:

    Visto che la lista Spagnuolo è automaticamente vincitrice di queste elezioni, ci puoi dire a chi andresti ad affidare il lauto compito di organizzazione delle fiere. E’ quello che noi tutti pensiamo???????????

  4. Nappo Carmela ha detto:

    Brava Fabiola hai fatto bene a candidarti sei giovane dai che cè la fai come dice spesso Gianni Morandi eh eh eh eh eh eh ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *