alpadesa
  
domenica 25 ottobre 2020
Flash news:   L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2 Sono 16.079 i nuovi contagi in Italia. Ad Atripalda i casi totali finora sono 16 Ordinanza coprifuoco Campania: operativa da venerdì 23 ottobre Coronavirus, 47 nuovi contagi in Irpinia

Contratto falso energia elettrica, Carabinieri denunciano casertano per truffa ai danni di una donna atripaldese

Pubblicato in data: 1/5/2012 alle ore:11:38 • Categoria: Cronaca

carabinieri-1Giovane denunciato per truffa e falso in scrittura privata dai Carabinieri di Atripalda. Il 27enne casertano è stato identificato, a seguito di attente attività di indagini, dopo la denuncia di una donna 62enne di Atripalda datata dicembre 2010 nella quale disconosceva un contratto di abbonamento, stilato e sottoscritto a suo nome, per la fornitura di energia elettrica con una nota società privata di fornitura, presente su scala nazionale. In seguito agli accertamenti dei militari è emerso che tale contratto era stato stipulato tramite un’agenzia commerciale con sede nell’hinterland barese. I Carabinieri di Atripalda, coadiuvati dai colleghi di Bari, hanno quindi reperito informazioni dal responsabile dell’agenzia d’intermediazione commerciale e da ogni altra persona in grado di riferire su quel contratto stipulato a nome della vittima atripaldese e hanno così individuato l’operatore che aveva stipulato il contratto falso e quantificato l’entità del suo compenso di provvigione e le modalità con le quali era venuto a contatto con la cliente chiarendo dove e chi aveva materialmente firmato a nome e per conto della ignara cliente. Al termine dell’indagine e in relazione a quanto sopra scritto, i carabinieri di Atripalda hanno quindi deferito in stato di libertà all’autorità giudiziaria di Avellino il soggetto casertano, indagandolo per i reati di truffa (art. 640 c.p.) e falsità in scrittura privata (art. 485 c.p.).

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *