alpadesa
  
Flash news:   Casi covid ad Atripalda, dopo le polemiche sui social parla il sindaco: “gli organi competenti stanno provvedendo a verificare se si siano verificati comportamenti censurabili in riferimento al presunto mancato rispetto delle misure di isolamento imposte dall’Asl” Consuntivo 2019 e disavanzo al Comune, il gruppo “Noi Atripalda” attacca con l’ex sindaco: «ci avviciniamo inevitabilmente al Pre-dissesto, decretando la morte della Città» Il Consiglio comunale di Atripalda dà il via libera al Consuntivo 2019: disavanzo di amministrazione di – 6.056.343,61 euro. L’opposizione “Noi Atripalda” attacca e vota contro Casi Covid ad Atripalda, le precisazioni dell’avvocato Paolo Spagnuolo sulla vicenda: “commenti feroci e gravemente infamanti sui social, pronti alle querele” Secondo contagio ad Atripalda, il sindaco: “invito l’intera comunità ad osservare le misure per la prevenzione e il contrasto al covid-19” Coronavirus, contagiato ad Atripalda anche un parente della signora romena Nuovo caso di Coronavirus ad Atripalda, il sindaco: “la donna straniera sottoposta ad isolamento” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda: in isolamento persona rientrata dall’estero Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi)

Verso il voto, Antonio Iannaccone (Uniti per Atripalda): “Associazionismo e rilancio delle botteghe del centro storico per ravvivare il commercio”

Pubblicato in data: 3/5/2012 alle ore:17:11 • Categoria: Lista "Uniti per Atripalda", Politica

antonio-iannacconeAssociazionismo e sostegno alle piccole botteghe artigianali del centro storico: partire da qui per avviare un percorso di rivitalizzazione del commercio atripaldese. Antonio Iannaccone, storico commerciante atripaldese e da sempre uomo attivo nella politica cittadina è di nuovo in campo con “Uniti per Atripalda” che candida a sindaco Paolo Spagnuolo. «L’associazionismo è importantissimo per creare le giuste sinergie tra i commercianti – commenta Iannaccone, componente del direttivo di AssoCia -. Ho sempre avuto a cuore questo tipo di discorso contribuendo in passato alla nascita di AssoCia e a tante attività volte al rilancio del commercio atripaldese a dimostrazione che l’associazionismo può fare molto. Purtroppo tra gli amministratori non abbiamo avuto gli interlocutori giusti e quindi nessun supporto dal Comune. Quello che occorre ora è confronto e collaborazione». La prima candidatura di Antonio Iannaccone risale all’89 con la Democrazia Cristiana, poi nelle due legislature Capaldo ‘94 -‘98 e ‘98-‘02 con il partito Popolare Italiano prima e l’Ulivo poi, ricomprendo la carica di assessore al Commercio, all’Annona e al Traffico. Nel 2002 segretario del Partito Popolare Italiano ha contribuito all’elezione dell’amministrazione Rega e oggi candidato con Paolo Spagnuolo con cui ha condiviso il ruolo di opposizione in consiglio comunale tra i banchi dell’Udc. «La prossima amministrazione dovrà redigere il nuovo Puc affinché si trovi innanzitutto la collocazione definitiva del mercato – continua -. Ma nell’immediato occorre dare una sistemazione alla storica fiera del giovedì, risorsa importantissima per l’economia locale che merita un’attenzione particolare». Attenzione anche al centro storico che può rinascere dalle piccole botteghe artigiane: «Incentivare le piccole attività artigianali significa rivitalizzare il centro storico – spiega -. Occorre pensare a una regolamentazione per le superfici minime per le attività commerciali, nel centro storico, infatti, sono presenti molteplici locali di piccole dimensioni che potrebbero ospitare attività artigianali tradizionali. Già in passato sono stato promotore delle botteghe di transizione, un’iniziativa che contribuì alla nascita di attività artigianali all’interno dei locali comunali ceduti in locazione gratuita per tre anni. E’ ora di riprendere questo discorso per far rivivere il nostro centro storico». Secondo Iannaccone l’amministrazione può e deve far tanto per ravvivare il commercio cittadino, «migliorando i servizi pubblici come il parcheggio, viabilità e trasporti si invogliano a venire ad Atripalda anche le persone dei paesi limitrofi. Dobbiamo valorizzare tutte le potenzialità del nostro paese che ha uno straordinario patrimonio artistico e naturalistico».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Strappo nel Psi, Musto: “Accuse false, ecco i documenti originali a firma della segreteria provinciale”

Caro direttore, ti invio il documento originale emanato dalla segreteria provinciale agli organi nazionali del partito socialista, dove si attestano: Read more

Il capolista di “Uniti per Atripalda” Luigi Tuccia (Pd): “La città ci ha premiati, è mancato solo l’appoggio del Pd provinciale. Pronti al lavoro di squadra”

Luigi Tuccia capolista di "Uniti per Atripalda" commenta a freddo i risultati incassati alle Amministrative che hanno decretato la vittoria Read more

Maurizio De Vinco: “Ringrazio quanti mi hanno sostenuto, il mio impegno proseguirà con le mie idee politiche. Auguri al nuovo sindaco e al consiglio comunale”

"Ringrazio quanti mi hanno votato e sostenuto in questa campagna elettorale, auguro buon lavoro al nuovo sindaco Paolo Spagnuolo e Read more

Dati definitivi delle sezioni 6, 7, 8, 9 e 10 di via Cesinali

Sezione 6 Piazza Grande 129 Alleanza per Atripalda 30 Uniti per Atripalda 329 Patto civico per Atripalda 257 Le preferenze: Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *