alpadesa
  
domenica 09 agosto 2020
Flash news:   Nuovo caso di Coronavirus ad Atripalda, il sindaco: “la donna straniera sottoposta ad isolamento” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda: in isolamento persona rientrata dall’estero Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani

Il volley irpino sempre più targato Sidigas, conquistato anche il titolo provinciale di serie D

Pubblicato in data: 18/5/2012 alle ore:09:32 • Categoria: Pallavolo, Sport

prima-divisione pallavoloSempre più coppe e meno spazio in bacheca. Mentre l’intero ambiente vive giorni di trepida attesa per la conclusione dei play off di A2 (finale Castellana-Molfetta) e l’apertura del capitolo ripescaggio, il settore giovanile continua a dettar legge. Sono i ragazzi dell’under 16 e dell’under 18 affiancati da qualche veterano ad aver conquistato il titolo provinciale di Prima Divisione con conseguente promozione in serie D. Il gruppo guidato in campo e fuori dall’allenatore-giocatore Antonio Severino con la collaborazione di mister Geppino Modica ha regolato in finale l’Interserinese: 3-1 l’esito dei match di andata e ritorno in favore degli atripaldesi, con la prima partita disputata lunedì nell’impianto di via San Giacomo stracolmo di gente e giovedì il ritorno in quel di Serino. Entrambe le tifoserie non hanno mai fatto mancare il caloroso sostegno alle due squadre. In campo il successo della Sidigas non è mai stato in discussione. Questo il roster completo dei biancoverdi vincitori del campionato di Prima Divisione, palleggiatori: Vincenzo Caputo, Carmine Preziosi, Alessandro Caputo; schiacciatori: Enrico Elia, Paolo Guariniello, capitan Modestino Angiuoni, Sabino Rinaldi; libero Mario Aquino; centrali: Emilio Coscia, Antonio Severino, Mario Picardi e Giuseppe Alvino; opposto: Ferdinando Guerrera e Raffaele Contino. E dopo la conquista del titolo regionale, gli under 14 sono in partenza per le finali nazionali in programma in Puglia, il 24 maggio i primi match contro Reggio Calabria e Sud Tirol.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento

Ritirata l'istanza di fallimento della Sidigas Spa. Il procuratore aggiunto Vincenzo D'Onofrio ha ritirato l’istanza di fallimento per la società che ha Read more

Sidigas, il Gip sequestra solo 8 milioni di euro

Il Gip del Tribunale di Avellino, dottor Marcello Rotondi, ha confermato il sequestro di beni di Sidigas per 8 milioni Read more

Sidigas, parla il ds Alberani: “stagione complicata con troppi infortuni. Ripartiamo da Maffezzoli”

Il ds Nicola Alberani commenta in sala stampa la stagione 2018/19 della Sidigas Scandone Avellino, traendo le conclusioni sull'annata all'indomani Read more

Sidigas, Vucinic getta la spugna: arriva Maffezzoli

La Sidigas Scandone Avellino comunica che, al termine di un incontro nel quale Nenad Vucinic ha palesato l'assenza delle condizioni Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *