alpadesa
  
Flash news:   Incidente sotto la galleria del Monte Pergola: due feriti A Catania lupi sconfitti per 3-1 “Alvanite Quartiere Laboratorio”, l’Amministrazione affida incarico professionale per adeguare il progetto alla variata normativa energetica Vittoria in trasferta per la Scandone: battuta per 71-82 la Stella Azzurra Roma Autovelox, psicosi tra gli automobilisti per le nuove postazioni lungo il Raccordo mentre sulla Variante il Comune incassa altre sconfitte dal Giudice di Pace Aggiudicato l’appalto dei lavori per l’ampliamento del ponte delle Filande lungo il torrente Fenestrelle ad Atripalda: progetto anti alluvioni Avellino: raggiunto l’accordo con il centrocampista Nicolas Izzillo Calcio, goleada con l’Intercampania Si completa il restyling di Parco delle Acacie ad Atripalda con un secondo lotto di lavori. Antonacci: «Tempi brevi in vista dell’accorpamento del mercato» L’Avellino cade a Teramo al 90’: finisce 1-0

Karate, la Raion si aggiorna sulle tecniche kumite a kata gankaku

Pubblicato in data: 24/5/2012 alle ore:08:27 • Categoria: Sport, karateStampa Articolo

raion-karate-1

Domenica scorsa si è svolto a Pellezzano in provincia di Salerno il secondo corso di aggiornamento tecnico regionale Fesik, dell’anno agonistico, al quale hanno preso parte tre elementi dell’a.s.d.Raion di Manocalzati, Gaita Raffaele, Natalino Luciano e Cammuso Francesco.
Lo stage ha affrontato alcuni argomenti di importanza assoluta per la crescita tecnica e agonistica delle scuole di karate campane tra i quali lo studio di alcune tecniche di kumite (combattimento) e lo studio del kata gankaku.
Lo stage è stato diretto dal maestro Antonio Cicatiello, presidente della commissione tecnica della regione Campania e dal maestro Isidoro Volpe, membro della commissione tecnica.
L’allenamento ha visto impegnati gli atleti nello studio del “tai sabaki”, tecniche di spostamento del corpo per l’attacco e sull’attacco dell’avversario. Bisogna avere dei movimenti morbidi per non fare capire all’avversario l’attacco che si vuole effettuare evitando spostamenti troppo ampi o troppo corti. L’avanzare, l’indietreggiare, lo spostarsi a destra o a sinistra, non è un semplice movimento per spostare il corpo, è una tecnica che permette l’attacco e la difesa. Il corpo infatti deve muoversi con leggerezza, rapidamente e senza mai essere in squilibrio, con il baricentro sempre alla stessa distanza dal suolo.
raion-karate-2
Nel kumite non vi sono tecniche prestabilite, gli atleti possono utilizzare liberamente le loro capacità fisiche e mentali. I colpi devono essere controllati ed essere arrestati appena prima che giungano ai punti vitali dell’avversario. Due atleti si affrontano, esprimendo le proprie capacità tecniche e psicologiche. Le tecniche fondamentali del karate devono essere interiorizzate perché su di esse si basano le scelte strategiche che gli atleti e i maestri mettono a punto prima di una gara.
Le varianti tecniche e strategiche affrontate sono state: parata e contrattacco (go no sen), attacco al momento della partenza dell’avversario (tai no sen), attacco sul primo movimento dell’avversario (sen no sen) e, infine, il “prima del prima” (sen sen no sen), cioè la tecnica di anticipo con intuizione.
Il kata gankaku è stato studiato per la importante peculiarità che lo contraddistingue, quella di stare in equilibrio su un piede, e quella dell’uso dei calci frustati di lato dopo aver preso posizione su una gamba. Il kata è molto dinamico e si utilizza un numero diverso di posizioni. Studiare i Kata è studiare il Karate nella sua completezza.
Il prossimo corso di aggiornamento tecnico è previsto per giugno, il quale concluderà l’anno sprtivo fesik per gli atleti e i maestri dell’a.s.d. Raion.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *