alpadesa
  
domenica 16 giugno 2019
Flash news:   Abellinum Pride, marcia arcobaleno di festa e denuncia: sfilano in duemila. Il sindaco di Atripalda: «un passo in avanti per abbattere i muri della solitudine e dell’indifferenza». FOTOSERVIZIO Abellinum Pride, le madrine Eva Grimaldi e Imma Battaglia: «ci vuole coraggio in provincia, siamo qui per far progredire il nostro Paese dove manca una legge contro l’omofobia». FOTO Atripalda Volleyball, a lavoro per programmare la prossima stagione di serie B Scontro in Consiglio sul Rendiconto 2018 in rosso, sindaco nel mirino dell’opposizione. Mazzariello: “rimetta la delega sul Bilancio” e Landi: “ennessima diffida prefettizia che danneggia l’immagine dell’Ente mentre primo cittadino e assessore Urciuoli nei comuni di dipendenza lavorano per non prenderne”. FOTO Cambio di denominazione societaria: da Calcio Avellino SSD a.r.l a Unione Sportiva Avellino 1912 s.r.l. Alla festa di Sant’Antonio appare un topo in piazza Umberto. FOTO Tanti fedeli ieri alla processione di Sant’Antonio dopo l’omelia del parroco “barricadero” Don Fabio. Stasera sul palco bottari e il comico Giuffrida. FOTO Chiudono negozi per la crisi e protestano i residenti, piazza Cassese a rischio desertificazione Consegnate le onorificenze al Merito della Repubblica, anche Atripalda premiata Così non va – Buche, dislivelli e asfalto colabrodo in via Scandone, via Di Ruggiero e via Capozzi. FOTO

Puc, pranzo di lavoro tra il neosindaco Paolo Spagnuolo, l’assessore Luigi Tuccia e l’architetto Pio Castiello

Pubblicato in data: 14/6/2012 alle ore:23:30 • Categoria: Attualità, ComuneStampa Articolo

paolo-spagnuoloLa città che verrà nel pranzo di lavoro tra il neosindaco Paolo Spagnuolo e l’architetto Pio Castiello incaricato dal Comune di procedere alla stesura del Piano Urbanistico Comunale. Primo confronto oggi tra la nuova Amministrazione ed il progettista. Ad accompagnare il primo cittadino c’era il vicesindaco con delega all’Urbanistica, Luigi Tuccia, che già nell’amministrazione Laurenzano ne aveva seguito l’iter di start up. Proprio lo strumento urbanistico aveva segnato anche la fine della maggioranza Laurenzano e lo strappo tra l’ex sindaco ed il Partito Democratico e lo stesso Tuccia che si era dimesso poi per protesta, ed è stato poi l’argomento principale di scontro tra le quattro liste nella campagna elettorale dello scorso aprile.
Un pranzo a tre durante il quale l’architetto beneventano (vincitore della gara d’appalto per un importo di circa 110mila euro con un raggruppamento di cui fanno parte gli architetti Pierfrancesco Rossi, Annalisa Ciriello, Luigi De Falco unitamente all’ingegnere Alessandra Romano) ha illustrato il lavoro finora svolto ed i primi passi per l’elaborazione dello strumento di gestione del territorio comunale. «Si è trattato di un briefing – spiega il sindaco Paolo Spagnuolo – per conoscere lo stato iniziale del Puc, per avere delle indicazioni dai progettisti di come si sta procedendo in questa prima fase. Un approccio conoscitivo per rappresentare anche la posizione dell’Amministrazione comunale che intende perseguire».
La maggioranza infatti punta alla stesura di uno strumento quanto più condiviso e redatto negli interessi dei cittadini. «Uno strumento che sia aperto e che ascolti la città, raccogliendo i contributi delle associazioni sul territorio» conclude Spagnuolo. Queste le linee guida che il primo cittadino ha tenuto a ribadire ieri al progettista.
Il Puc nasce dalla necessità di aggiornare ed integrare il vecchio piano regolatore generale di Atripalda, ridefinendolo nel nuovo strumento dalle legislazioni regionali, andandolo ad ammagliare alle linee guida del Piano strategico e dell’area metropolitana.
L’assessore all’Urbanistica Luigi Tuccia ha sempre affermato nei mesi scorsi che per il Puc si punterà a sensibilizzare la partecipazione dei cittadini, per procedere alla redazione di uno strumento che sappia adattarsi al territorio nel suo complesso: verificare Atripalda nel contesto dell’area urbana di Avellino, Mercogliano e Monteforte. Gli stessi piani di questi paesi per Tuccia devono essere correlati, come ad esempio il problema della mobilità. Il tutto non trascurando l’aspetto ambientale e ponendo attenzione e valorizzazione anche alle emergenze storico culturali e al centro storico.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 risposte a “Puc, pranzo di lavoro tra il neosindaco Paolo Spagnuolo, l’assessore Luigi Tuccia e l’architetto Pio Castiello”

  1. INDIGNATO ha detto:

    Eccolo quì il Puc tanto agognato dal Sindaco ma sopratutto dal ViceSindaco….Non mangiate troppo mi raccomando!

  2. antonio ò buono ha detto:

    uhaaaaa mano a chi stammo ,signore mai peggio .

  3. armando ha detto:

    wee siete ancora al’inizio e gia’ vi sedete a tavola??????????????

  4. Pranzo di Natale ha detto:

    Si è trattato di un breakfast più che di un briefing.
    Questi devono ancora conoscere lo stato iniziale del Puc, ma in questi anni sindaco e vicesindaco dove sono stati? Secondo me potrebbero già prendersi il digestivo, non dimentichiamo che prima di dimettersi Tuccia, in quanto assessore all’urbanistica della giunta Laurenzano (non lo dimentichiamo), ha già dato gran parte degli incarichi.

  5. hipus ha detto:

    ahahhahahahha a pranzo. Tuccia, spagnuolo e castiello a pranzo. Insomma si mangia. Attenzione qualcuno potrebbe farvi rimanere e puc ‘nganna

  6. azz ha detto:

    Il PUC mica è un capirccio di qualcuno, va elaborato per disegnare l’Atripalda di domani. Il resto è facile terrorismo politico.

  7. atripaldese ha detto:

    paoletto si era parlato di fare un po’ di PULIZIA sia al comune specialmente negli uffici TECNICI, ma gia’ ti sei APPARATO, per non parlare degli uffici al comune MO’ SO TUTTI BUONI …….CHE DELUSIONE paole’ è questione di PALLE.

  8. sibilla ha detto:

    SIAMO ALLA FRUTTA PRIMA DI COMINCIARE!!!!!! CARO SINDACO SAPPI CHE HAI GLI OCCHI ADDOSSO SUL PUC! SI SA CHE I SOLITI AMICI DEGLI AMICI STANNO ACQUISTANDO TERRENI IN ZONE SCORDATE DA DIO E DAGLI UOMINI, MAI SPAZZATE, MAI SNEVATE, MAI NULLA DI NULLA……… SE VERRANNO INSERITE COME VOGLIONO GLI AMICI CI PENSA LA PROCURA DELLA REPUBBLICA! TE LìHO DETTO OGGI 16 GIUGNO 2O12!!!! PRIMA DI PUBBLICAZIONI AD ALBI PRETORI!!!! LA MAGISTRATURA!!!!!! NON QUELLA DI AVELLINO DOVE IL BUON CIRIACO TI POTREBBE PROTEGGERE MA QUELLE LONTANE PER ESEMPIO VENEZIA DOMODOSSOLA MORGE O DO NON TIENI AMICI!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *