alpadesa
  
Flash news:   Il senatore Ugo Grassi lascia il M5S e passa alla Lega Si rinnova domani l’appuntamento con la tradizione centenaria dei Cicci di Santa Lucia Futuro dell’ex convento di Santa Maria della Purità di Atripalda, parla il sindaco Spagnuolo: «L’iniziativa è a favore dei più bisognosi e si farà utilizzando solo pochi locali. Ringrazio la Fondazione. Come Comune assicureremo attività di controllo e monitoraggio» Giorgia Casaburi e Pasquale Piscitelli vice campioni italiani 2019 di Taekwondo L’associazione di promozione sociale “L’Argine APS” in campo con una raccolta di beni per i detenuti Il futuro dell’ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda accende il dibattito in città Ventidue furti nelle case dell’hinterland avellinese, misure cautelari per due persone L’ex sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo nominato amministratore unico di ACS Accusa un malore mentre attraversa la strada ad Atripalda: paura ieri in via Gramsci Us Avellino, Filippo Polcino è il nuovo Amministratore Delegato

Aumento addizionale comunale Irpef, il Pdl all’attacco dell’Amministrazione Spagnuolo. Del Mauro: «Decisione inattesa visto che il sindaco aveva assicurato i cittadini di stare tranquilli. Sul Centro Pmi non dicevamo bugie in campagna elettorale»

Pubblicato in data: 23/6/2012 alle ore:07:00 • Categoria: Politica, Comune, PdlStampa Articolo

massimiliano-del-mauroOpposizione all’attacco dell’Amministrazione Spagnuolo ad Atripalda per l’aumento dell’addizionale comunale Irpef allo 0,8%. L’incremento dell’aliquota deciso dal sindaco Paolo Spagnuolo che verrà sancito con l’approvazione in Consiglio comunale del Bilancio previsionale 2012 per coprire i debiti fuori bilancio ed il buco da oltre 6 milioni di euro delle casse comunali, fa storcere il muso al capogruppo consiliare del Pdl, Massimiliano Del Mauro. «Un aumento inatteso visto che possiamo ricordare che il sindaco poche settimane fa aveva assicurato i cittadini che potevano stare tranquilli e che l’Amministrazione non avrebbe proceduto ad aumentare le imposte. Certo se i contribuenti atripaldesi debbono stare tranquilli così, allora c’è da preoccuparsi. Comunque non mi spingo in giudizi critici o assolutori, ma l’aumento è una decisione forte che penalizza le tasche degli atripaldesi».
gruppo-pdlPer Del Mauro, che in consiglio guida il gruppo più folto di un partito, attacca anche la politica di rigore annunciata a più riprese dal primo cittadino. «Sto verificando che dai primi atti posti in essere da questa Amministrazione non vengono fuori i segni di una politica di rigore. Anzi taluni atti recenti fanno pensare più ad un’Amministrazione distratta rispetto all’argomento. Allora dico al sindaco che è il momento di smettere con i proclami visto che poi con i fatti i cittadini non possono restare tranquilli».
Il primo cittadino aveva assicurato ieri che nei prossimi giorni terrà una riunione dei capigruppo consiliari per illustrare il Bilancio previsionale 2012 «per il quale mi attendo – aveva dichiarato Spagnuolo – suggerimenti e contributi da tutti i consiglieri e dalle minoranze» e per concordarne la data di discussione in consiglio. E anche su questo aspetto non mancano le critiche del capogruppo del Popolo della Libertà: «Sta diventando una cosa stucchevole. Il sindaco può stare tranquillo perché da parte nostra c’è la volontà di dare un contributo fattivo sempre che la maggioranza sia disponibile ad accettare i nostri suggerimenti. Se c’è la possibilità di dare un contributo lo daremo o di dover condividere delle scelte lo faremo. Come gruppo consiliare di minoranza e non di opposizione siamo prontissimi. Non c’è nessuna preclusione a portare suggerimenti ma se c’è un problema sul quale vogliono essere aiutati, la maggioranza ci faccia vedere tutte le carte senza arroccarsi o chiudersi a ricco. E questo deve valere con un comportamento costante per tutti e cinque gli anni. Perciò invito il sindaco ad avere un atteggiamento meno arroccato e chiuso verso i contributi che arrivano dalla minoranza, come invece è accaduto nell’ultimo consiglio sull’approvazione del regolamento Imu. Non si può invitare la minoranza solo quando ci sono da compiere scelte dolorose, come l’aumento dell’addizionale Irpef, per spalmare così la responsabilità su tutto il Consiglio comunale, mentre poi non si mettono le minoranze in condizioni di poter dare il proprio contributo visionando gli atti per tempo. Un giudizio sul previsionale 2012 non lo possiamo ancora dare perché non abbiamo avuto il piacere di leggere le carte ed il Bilancio».
Perplessità anche sul piano di alienazione: «Prima di procedere a vendere – conclude Del Mauro – bisogna fare una ricognizione del patrimonio immobiliare. Vorrei ricordare che c’è un terreno in località Palmoleta e poi penserei anche alla pineta Sessa, 190mila mq che così com’è il comune non riesce a gestirla: facciamo gestire una parte da chi ha le capacità ed il resto destiniamolo alla vendita. Infine sulla valorizzazione del Centro Pmi e non l’alienazione vorrei dire che in campagna elettorale non dicevamo bugie quando parlavamo di una trattativa avviata con l’Asl di Avellino per trasferirvi gli uffici. Non solo, vorrei ricordare che fummo anche attaccati dall’attuale sindaco sull’argomento. La campagna elettorale è finita ed in essa è consentita anche qualche piccola bugia detta da loro, ma ora è il momento di amministrare e vorrei sollecitare l’Amministrazione ad andare avanti speditamente nei contatti con l’Asl anche perché ho l’impressione, per quello che mi è dato sapere, che l’Asl è comunque intenzionata a cambiare sede e se noi non riusciremo a locare il Centro Servizi, otterremo due risultati pessimi: il primo è il mancato introito per le casse comunali ed il secondo che Atripalda perderà anche l’Asl che se ne andrà dalla città. C’è comunque anche la possibilità, che non va trascurata, che possa essere trovato un nuovo accordo tra la dirigenza dell’Asl e la proprietà dell’attuale sede di via Manfredi».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

14 risposte a “Aumento addizionale comunale Irpef, il Pdl all’attacco dell’Amministrazione Spagnuolo. Del Mauro: «Decisione inattesa visto che il sindaco aveva assicurato i cittadini di stare tranquilli. Sul Centro Pmi non dicevamo bugie in campagna elettorale»”

  1. Antonio ha detto:

    Caro Del Mauro cerchiamo di pagare tutti le tasse, perché se ci troviamo in questa situazione caro Del Mauro e’ per il favoritismo che abbiamo subito dall’ultima amministrazione. Tu lo sai bene che ad Atripalda c’ e’ chi da una vita non paga le tasse (rifiuti). Allora caro Del Mauro di che cosa stai parlando cerchiamo di aiutare quest’amministrazione a far quadrare i conti così un giorno i nostri figli non avranno problemi….

  2. errico ha detto:

    il popolo ti ha messo all’opposizione. cerca di farla almeno bene fino a che moschella non vi manderà a casa tutti e quattro perchè neanche una lista corretta avete saputo presentare.
    per il resto… caro del mauro questi sono i debiti lasciati dal tuo candidato sindaco… o pensi che li ha fatti spagnuolo?… e se non ritocchi l’irpef o l’IMU … come vuoi fare?… ce li metti tu?… allora.. se non ce li metti tu o quelli che li hanno contratti prima di spagnuolo tutti questi milioni di euro di debiti … è saggia la decisione del sindaco.
    tu l’unica decisione che hai saputo prendere è stata quella di mortificare il pdl e portare la lista alla sconfitta elettorale candidando laurenzano… ma tu in ogni caso insieme ai tuoi amici le elezioni le perdete da una vita con o senza laurenzano che magari ha perso pure lui proprio perchè era con voi! ih hi hi …. stai all’opposizione ora e lascialo governale questo sindaCO.

  3. antonio ò buono ha detto:

    riso. antonio io ho capito che tu sai i fatti ma ricorda pure al buon Paolo che i bilanci della vecchia amministrazione lui li conosceva bene e non dire che ha trova ,sapeva di trovare, quindi l’opposizione faccia l’opposizione e la maggioranza deve vedere che adda fa e non si pianga addosso come e creature, poche uscite tv a dire noi non sapevamo nulla e rimboccatevi le maniche Paolo se no va a casa.

  4. ntonio a bombola ha detto:

    Caro antonio tra pagare le tasse ed aumentare l’irpef c’e differenza caro antonio. Forse sarebbe utile che qualche impiegato comunale. Sia trasferito presso la sede del comune caro antonio anche lo stesso e la di lui “famiglia” sono grandi elettori di spagnuolo caro antonio

  5. gennaro 2 ha detto:

    Il centro servizi va destinato al rilancio del commercio, cosi come promesso in campagna elettorale, inserendo la struttura nel circuito delle fiere…cosi come avvenuto ad Ariano.

  6. gennaro 2 ha detto:

    sto stratega vole venne o parco pubblico????? chi lo comprerebbe??? chi vole porta a pascolà e pecore?????

  7. andrea ha detto:

    Antonio statti a casa che fai meglio!!! le pensioni e gli stipendi gia’ sono miseri poi aumentate pure l’addizionale comunale dell’irpef poi c’e’ quella regionale….vi dovete solo e soltanto vergognare, i conti non si fanno quadrare con questi escamotage,,,VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!! rubate dalle tasche della povera gente vergognatevi

  8. LORENZO ha detto:

    se ti servono le carte fattele tirare fuori dal tuo candidato Sindaco lui almeno queste le dovrebbe avere o dal suo vice o dai chi hai contestato sin dal primo momento. questa e una amministrazione che potrebbe anche deludere rispetto alle aspettative ma tu sei la persona meno indicata a fare qualsiasi tipo di denuncia, forse faresti bene a seguire l’esempio di laurenzano visto che dove stai tu si perde sempre.

  9. Antonio ha detto:

    Caro Andrea come si puo’ risanare un comune dai debiti se i cittadini nom pagano le tasse!!! Ma che state sognando ohhhhhh svegliatevi ma che siete impazziti . Noi tutti dobbiamo pagare le tasse e il Sindaco porterà a termine il magna magna che c’e tra i dipendenti comunali.

  10. romano ha detto:

    si potrebbe sempre dichiarare il dissesto, provocato dalla malagestione del candidato sindaco sostenuto da Del Mauro, cosi scatta mobilità dei dipendenti e tutte le tasse locali al massimo. che ne dite?

  11. antonio ò buono ha detto:

    che se ne fotte o sindaco lui aumenta e tasse e non le paga se non ricordo male lui risiede a MANOCALZATI COME PURE ALTRI CONSIGLIERI E assessori e segretari del sindaco tanto stanno e stordi che pagano. e vai atripalda amante re forestieri che a san sabino si mangiano la lasagna. Io so nato ad atripalda mamma non ha mai fatta a lasagna a san sabino ma forse si ricorda o ferragosto alla ferrovia be altra cosa.

  12. Giuseppe ha detto:

    Premetto che ho votato Paolo Spagnuolo. Credo che le prime mosse non fanno ben sperare. Invece di aggredire gli sprechi e le criticità, stanno pensando di aumentare le imposte. Avrei preferito che si parlasse di vigili urbani, di raccolta differenziata, del mercato. Invece aumentano l’aliquota IRPEF.
    Anzi, qualcuno spieghi al sindaco che i ragionamenti sul mercato non c’entrano con il Puc.
    Purtroppo ci vuole un pò di autorevole decisionismo, ma siamo piombi ‘a sto palo….

  13. 71 ha detto:

    DEL MAURO SE LA DOVREBBE PRENDERE CON IL SUO CANDIDATO SINDACO ALDO LAURENZANO E CON IL SUO CARO ZIETTO GERARDO CAPALDO CHE HANNO CREATO QUESTA MONTAGNA DI DEBITI…………..VERGOGNATI CARO DEL MAURO……….

  14. Nappo Carmela ha detto:

    Ciao io voglio dire che aumentare l’irpef per adesso non vale la pena forse piu avanti questo è un mio pensiero ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *