alpadesa
  
Flash news:   Movida e rischio assembramento ad Atripalda, il titolare del “BeviamociSu” annulla le serate estive. Sandro Lauri: «non mi va di passare come quello che mette a rischio la città ma altrove è peggio» Giallo in Comune, rubato il portafogli di un’impiegata Riapre al pubblico, dopo mesi di chiusura, il parco archeologico Abellinum ad Atripalda Us Avellino, esonerato mister Ezio Capuano Furti ad Atripalda, lettera aperta al comandante generale dei Carabinieri della Campania: “perché avete deciso di depotenziare la Caserma Eugenio Losco?” “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Ripartono dopo mesi i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato. Foto Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Inaugurata ad Atripalda la sede dell’Unione Artigiani Italiani e delle Piccole Medie Imprese Irpinia Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto

Ritornano le corse degli autobus per contrada Alvanite nei giorni festivi da domenica primo luglio e la ludoteca estiva, l’Amministrazione punta a ridimensionare il mercato del giovedì e ad una politica di rigore e controlli. Spagnuolo di nuovo sulla polemica di “Shopping in pizza” e annuncia il cartellone estivo: “non ci sarà più Giullarte ma un nuovo evento di alta qualità”. Foto

Pubblicato in data: 27/6/2012 alle ore:21:27 • Categoria: Attualità, Comune

conferenza-spagnuolo-iannaccone-mustoRitornano le corse degli autobus per contrada Alvanite nei giorni festivi e la ludoteca estiva, mentre l’Amministrazione comunale punta a riorganizzare il mercato del giovedì riducendo il numero degli ambulanti. E’ quanto emerso questo pomeriggio a Palazzo di città, dove nella sala giunta, il sindaco Paolo Spagnuolo unitamente agli assessori al Commercio e Annona Antonio Iannaccone e ai Servizi Sociali Dimitri Musto hanno spaziato su diverse questioni toccando anche la politica di rigore messa in atto dall’Amministrazione, il cartellone degli eventi estivi ed i controlli della Polizia municipale per far rispettare le ordinanze comunali.
Si è partiti da contrada Alvanite, con l’annuncio che da domenica primo luglio partirà il nuovo servizio di collegamento per i giorni festivi con corse di autobus dal centro città per e dal popoloso quartiere periferico della città. Ben tre corse la mattina e tre il pomeriggio. «Abbiamo lavorato molto a questa vicenda che ritenevamo prioritaria e che abbiamo risolto brillantemente con un abbattimento dei costi – spiega il sindaco Spagnuolo – per un quartiere di cui tutti parlano molto ma per cui ma poi non si fa niente. La soppressione delle corse nei giorni festivi aveva causato un fortissimo disagio ai residenti di poter vivere il centro. Ad inizio anno era stata presentata una raccolta di firme. Sull’argomento sono stato stimolato anche dal consigliere Pacia. Come Amministrazione stiamo adottando una politica di rigore e per questo primo anno ci siamo dati delle priorità, privilegiando i servizi essenziali tra i quali il trasporto. Grazie all’Air non abbiamo dovuto rinunciare a nessuna corsa settimanale. Questa politica ci ha anche portato ad abolire il famoso pranzo che il Comune offriva alla fine delle cure termali per gli anziani». La soluzione è stata trovata direttamente dall’Air Avellino che dopo uno studio ha deciso di procedere al prolungamento delle corse già esistenti, intrecciandole al posto di farle stazionare ferme dinanzi ai capolinea.
musto-e-iannaccone«Le scure dei tagli regionali hanno costretto l’azienda trasporti irpini a ridurre le corse. Abbiamo avuto un incontro con il direttore dell’Air Dino Preziosi che ci ha prospettati la soluzione» prosegue l’assessore Musto, mentre per l’assessore Iannaccone: «nonostante abbiamo una situazione di criticità dei conti abbiamo deciso di perseguire questo servizio prioritario».
Contro ratti ed insetti invece per i giorni 29 e 30 giugno, previsti di notte interventi di disinfestazione e derattizzazione.
Per contrada Alvanite in arrivo anche la ludoteca estiva del Consorzio A6, come spiega Musto: «che l’anno scorso non fu fatta, e ora utilizzeremo per un mese i locali del comitato di quartiere, dopo l’ok che avremo dall’Utc». Proprio sui comitati di quartiere il sindaco spiega che: «l’Amministrazione comunale è favorevole ma debbono essere autonomi e nascere spontaneamente per garantire autonomia ed evitare gli errori e orrori del passato».
conferenza-al-comuneL’altra questione è stata il mercato, dove l’intenzione dell’amministrazione è di riorganizzare la fiera del giovedì e procedere ad un ridimensionamento del numero degli ambulanti dagli attuali 250 portandoli a 180 bancarelle. «Stiamo verificando le assenze e le morosità nel pagamento di Tarsu e Tosap – ha spiegato l’assessore al Commercio Antonio Iannaccone -. Con il primo atto di giunta abbiamo esteso l’incarico al progettista del Puc di individuare un’area idonea allo svolgimento della fiera. C’è la necessità di abbattere di 70 le presenze al mercato con la revoca di posteggio tra chi non viene più e chi è moroso. Saranno riviste inoltre al rialzo anche le tariffe». Sei già le lettere di revoca dei posteggi inviate, per altri 40 invece si è attivato il procedimento di verifica sia in termini di morosità che per le assenze.
Spagnuolo annuncia anche un cartellone ricco di eventi per l’estate e che non ci sarà più Giullarte, dopo sedici edizioni, ma un nuovo evento. «Grazie all’impegno del delegato Barbarisi che sta allestendo un cartellone vivace, a Valentina Aquino che si sta interessando di organizzare Atripalda Sport Village, 15 giorni di sport in piazza con campi di basket, calcetto su sabbia e beach volley, tra spettacoli di musica con gruppi musicali locali e di cabaret. Infine il delegato Flavio Pascarosa che sta lavorando all’organizzazione di una manifestazione similare a Giullarte, con un progetto di alta qualità che vedrà la nostra città protagonista in Irpinia, grazie a fondi regionali».
spagnuoloIl sindaco ritorna ancora una volta poi sulle polemiche legate alla decisione degli organizzatori di non fare più la sesta edizione di «Shopping in piazza» a parco Acacie per l’elevata richiesta del Comune in termini di Tosap, calando così il sipario dopo cinque edizioni di grandi successi: «Siamo favorevoli a qualsiasi manifestazione. Per la manifestazione “Shopping in pizza” non c’è nessuna avversione. La richiesta è arrivata da una società di capitali, questo ci impone di far pagare la tariffa Tosap al 100% in base a quanto fissato nel 1994. Negli anni passati c’è stato un abbattimento del’80%. Ma per una gestione più trasparente non potevamo far diversamente perchè la richiesta è venuta da una Srl e che seppur lodevole come iniziativa, non fosse di promozione culturale della città. Gli organizzatori hanno deciso di spostare altrove l’evento. Procederemo inoltre a regolamentare tutto per quanto riguarda l’affidamento di beni comunali per evitare ci sia discrezionalità nel concedere o meno un immobile comunale».
Infine il sindaco Spagnuolo ha annunciato che sono partiti i controlli della Polizia Municipale per il rispetto dell’ordinanza sulle siepi, contro i consumi anomali di acqua nelle contrade rurali, soprattutto di San Gregorio dove dalle 18 viene sospesa l’acqua dall’Alto Calore con grossi disagi «faccio un appello ai cittadini poco sensibili di non approfittarne» ed infine le sanzioni elevate sullo sversamento dei rifiuti nei cassonetti da parte di chi proviene dai comuni limitrofi.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Medaglia di bronzo a Parigi, il maestro D’Alessandro ringrazia l’Amministrazione per il riconoscimento in Comune

Il Maestro D'Alessandro premiato dal Sindaco, avvocato Paolo Spagnuolo, dall'Assessore Antonio Prezioso e dal consigliere comunale, il Signor Pascarosa, presente Read more

Seconda edizione “Premio Elio Parziale”, cerimonia conclusiva con i sette vincitori. Il sindaco: «L’intera comunità atripaldese ha bisogno di esempi positivi». Fotoservizio

«L’intera comunità atripaldese ha bisogno di esempi positivi ed Elio Parziale, uomo onesto, dedito al lavoro, che ha assunto il Read more

Atripalda in rosa ospita per il secondo anno consecutivo la Carovana del Giro d’Italia. FOTO

Atripalda si è tinta di rosa per ospitare per il secondo anno consecutivo la Carovana del Giro d’Italia. Tra palloncini, Read more

Atripalda candida il parco archeologico di Abellinum a polo culturale dell’Area Vasta. FOTO

Atripalda candida il parco archeologico di Abellinum come attrattore del polo culturale nell’ambito dell’Area Vasta di Avellino. Lo fa alla Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

10 risposte a “Ritornano le corse degli autobus per contrada Alvanite nei giorni festivi da domenica primo luglio e la ludoteca estiva, l’Amministrazione punta a ridimensionare il mercato del giovedì e ad una politica di rigore e controlli. Spagnuolo di nuovo sulla polemica di “Shopping in pizza” e annuncia il cartellone estivo: “non ci sarà più Giullarte ma un nuovo evento di alta qualità”. Foto”

  1. Rosa ha detto:

    Intanto che decidete dove spostare il mercato che ne direste di ripulire parco delle Acacie in modo adeguato dopo la fiera?

  2. Ciro ha detto:

    E bravi non bastano i suv, moto ,lavoro, spazzatura e spese varie pagate da noi poveri scemi , serviti e riveriti! Ed io debbo sbarcaare il lunario con l’acqua alla gola e pagare pagare tutto e tuttiiiiiiiiii

  3. doc ha detto:

    e c’era bisogno anche di incaricare i vigili urbani per il controllo delle siepi. ma non rientra tra i loro normali controlli.
    vediamo se controllano via ferrovia con i rovi che invadono i marciapiedi dove transitano i passanti che si recano al mercato.

  4. Geppino ha detto:

    Premetto che vi ho votato.
    Chiedere tanti soldi ad una manifestazione che porta gente ad Atripalda è sbagliato. Se lo prevede un regolamento è sbagliato anche quello, andava cambiato. La festa della pizza a me non piace, ma piace a tanta gente che andava onorata. A me sembra un capriccio, contro gli organizzatori.
    Poi, chiedere al progettista del PUC di trovare uno spazio per il mercato è una idiozia che non potete continuare a raccontare. Equivale ad una rinuncia a compiere azioni di governo. Siete stati votati per compiere scelte, anche dolorose. Il progettista del PUC non c’entra una ‘beata minchia’ per citare cetto laqualunque!
    Cancellare Giullarte è un’altra bestemmia, perché era (nel bene e nel male) ormai tradizione atripaldese.
    Ma voi volete essere i migliori amministratori del mondo e cancellate ogni cosa del passato.
    Bravi, continuate così. Buttate giù anche le case, i palazzi. Potreste anche confiscare le macchine.
    Vi consiglio, da vostro elettore, di scegliere un altro giochino per testare le vostre strampalate iniziative. Potreste provarle a zungoli

  5. Sergio ha detto:

    Ma Atripalda Sport Village è una creazione dell’ex assessore Andrea Montuori e dei ragazzi della Pallavolo Atripalda!!!
    Non attribuitevi meriti che non vi appartengono, siate corretti almeno in questo !!!

  6. Luca ha detto:

    Giullarte a o’Commissario e Atripalda Sport Village a’ Montuori…o’riesto jettativi a’mare !

  7. purtroppo ha detto:

    purtroppo vi ho votato…
    vi chiedo: perchè in ogni occasione pubblica, anche se non richiesto, continuate a commentare Shopping in Pizza?
    sembra… che gli EX organizzatori, che non hanno rilasciato alcuna dichiarazione in merito…, non se ne fregano proprio di fare l’evento. Ciò mi fa pensare che forse le cifre di cui si parlava, nella piazza e non solo, sui guadagni non siano vere e forse anche altro non lo è.

    comunque anche io sono d’accordo con Geppino, iniziative, belle o meno che siano, ma che hanno una storia sul territorio o che comunque portino valido e sano movimento dovrebbero essere salvaguardate ed aiutate. Immaginate se all’amministrazione non piacesse il Festival Canoro dei Bambini o l’evento in c.da Alvanite o p.zza Garibaldi etc… CANCELLIAMO tutto? assurdo
    In questo momento, chiunque organizzi qualcosa di valido andrebbe supportato e non osteggiato e dopo anche RINGRAZIATO senza vedere il colore della bandiera di appartenenza. Poi se vogliamo un dormitorio va bene la linea intrapresa.

    un consiglio, operate nell’interesse di tutti perchè il popolo fesso non è!
    i dispetti si capiscono e le scuse o le bugie, sembra che hanno le gambe corte
    BUON LAVORO

  8. ddtt ha detto:

    scusate ma noto troppo spesso la frase””purtroppo vi ho votato”””””ma a poco piu di due mesi dal voto la gente gia’ non vi vuole??? ci avete messo troppo poco tempo per farvi malvolere, continuate cosi!!!! che severamente si dovesse rivotare a novembre in base a quel ricorso e non so’ se e’ vero o no?? credo che prenderete la meta’ dei voti, hahhahahhaaaaaaaaa

  9. gennaro ha detto:

    una persona che scrive in maniera anonima (come me) può scrivere qualunque cosa, dichiararsi elettore di tizio o caio senza contro prova, quindi lascia il tempo che trova. sono certo che dietro il 90% dei commenti anonimi, si celano o addetti ai lavori (politici trombati) o gente in malafede. il direttore della testata dovrebbe far registrare gli utenti, che potranno lasciare ogni commento in maniera trasparente e con tanto di responsabilità personale.

  10. CARLO ha detto:

    GLI ABITANTI DI ALVANITE NON MERITANO NIENTE SANNO SOLO ANDARE AL COMUNE E CHIEDERE ASSISTENZA E POI INVECE TENGONO SUV SCOOTER SKY ecc. …………BASTA NOI CITTADINI CHE PAGHIAMO TUTTO NON NE POSSIAMO PIU’ DI QUESTE COSE VI ABBIAMO VOTATO PER RIPORTARE REGOLE ED ORDINE NEL PAESE DATEVI UNA MOSSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *