alpadesa
  
Flash news:   Il Consorzio A5 acquista nove defibrillatori per i servizi per la prima infanzia Laurea in Scienze della Comunicazione, auguri alla dottoressa Francesca Trezza Intervento straordinario al campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie e per infiltrazioni nella chiesa madre Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito”

Spending review e accorpamento province, Mastella: “la Provincia resta ad Avellino, il capoluogo a Benevento”

Pubblicato in data: 22/7/2012 alle ore:11:05 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

palazzo-caracciolo-rocca-dei-rettoriIl parlamentare europeo Clemente Mastella ha avuto un colloquio telefonico con il Ministro della Pubblica Amministrazione Filippo Patroni Griffi per un chiarimento in merito alla scelta del capoluogo in caso di accorpamento tra due Province di Avellino e Benevento che dovebbe avvenire con la spending review decisa dal Governo Monti. “Ho chiamato personalmente il Ministro – ha dichiarato Mastella – il quale mi ha spiegato che quando scattano le procedure per l’accorpamento tra due Province, il capoluogo della nuova istituzione sarà la città con il maggior numero di abitanti. Nel caso di specie, se dovesse nascere la Provincia unica Avellino-Benevento, i galloni sarebbero assegnati a Benevento che con oltre 62mila abitanti sopravanza Avellino (a quota 56mila) di circa 6mila unità. Lo stesso Patroni Griffi ha poi disposto un approfondimento sulla questione presso la sua struttura di staff, per avere una ulteriore conferma rispetto a quanto stava asserendo. Poco dopo sono stato richiamato dal Capo di gabinetto del Ministro che mi ha comunicato ufficialmente che il criterio adottato nella individuazione del capoluogo della nuova Provincia sarà, inderogabilmente, quello del maggior numero di abitanti, ratificando quanto anticipatomi dallo stesso Patroni Griffi“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

9 risposte a “Spending review e accorpamento province, Mastella: “la Provincia resta ad Avellino, il capoluogo a Benevento””

  1. Fabrizio ha detto:

    Mi permetto di osservare all’on. Mastella ed al ministro Patroni Griffi, da lettore marchigiano di Fermo, che forse questo criterio può valere pe la provincia accorpata di Avellino-Benevento, che sarà denominata di Avellino perché conta più popolazoone provinciale, ed avrà per capoluogo Benevento, perchè questa città ha un maggior numero di abitanti.
    Ma lo stesso crierio particolare non può valere per la provincia accorpata di Ascoli-Fermo-Macerata o di Macerata-Fermo-Ascoli nelle Marche, perché Fermo è esattamente baricentirca fra i tre territori da riunire, e credo debba valere in questo caso la sua centralità geografica per tutti i residenti nel nuovo super-ambito provinciale.

  2. Ale ha detto:

    Perchè non accorpare Mercogliano Atripalda e Monteforte Ad Avellino ?

  3. carlo labagnara ha detto:

    Non si potrebbe ipotizzare che le provincie nate prima dell’Unità d’Italia siano salve? E’ solo una questione di storia. Cosa ne pensano i parlamentari?.

  4. x Ale ha detto:

    Perché in quel caso accorperemmo tutto il comprensorio di Benevento e siamo sopra di nuovo ad Avellino. Caro amico di fermo, la nuova provincia si chiamerebbe ‘Sannio’ e non scontenterebbe nessuno, visto che Benevento e Avellino sono le due province sannite della Campania (irpinia deriva dai sanniti irpini).

  5. Nappo Carmela ha detto:

    Io credo che le province o si tolgono tutte, non è bello togliere solo chi dice il governo ciao

  6. Ale ha detto:

    Rispondo a Quello che mi ha risposto:
    La tua osservazione sembrerebbe essere mossa esclusivamente dal campanile; infatti l’urbanizzazione delle aree citate (procedendo da est verso ovest Atripalda Avellino Mercogliano e Monteforte) presenta una soluzione di continuità costituendo già di fatto un’unica città con una popolazione di 90.000 abitanti, popolazione questa che costituirebbe 1/3 della provincia di benevento (in pratica per arrivare a tale popolazione dovreste accorpare all’interno di un’unica città un territorio che vada da Telese a Montesarchio , contro qualsiasi criterio elementare di urbanistica) . Infatti Benevento non dispone di centri di media popolazione all’interno della sua cintura. Inoltre in clima di ” tagli” la soluzione da me proposta eviterebbe di avere tanti dipendenti senza che ciò si traduca in disservizi per i cittadini…anzi!!!!
    Sul fatto degli Irpini discendenti dei sanniti, mi permetto di consigliarti di vedere su wikipedia ,alla voce “Irpinia”i risultati degli studi di Domenico Cambria sorprendentemente vedrai che la tua asserzione non sarebbe corretta essendo vero l’ esatto contrario.
    Saluti.

  7. caudino ha detto:

    Personalmente credo sia la strada migliore… una nuova provincia Sannio-Hirpinia, o solo Sannio, visto che l’irpinia storicamente faceva parte del sannio.. un pò come i caudini. E poi al di là delle vicende sportive siamo nà cosa sola BN-AV.. poi Benevento capoluogo?! Essì dai.. ci sta tutta. Tra l’altro in questo modo potremmo competere con le altre province x avere più voce in capitolo nelle decisioni regionali.. Forse è la volta buona che la campania la smette di fare da matrigna verso noi dell’entroterra!

  8. Fabrizio ha detto:

    Per risparmiare di pù, eventualmente, e non scontentare nessun “campanile”, condivivo con Nappo l’idea di abolirle tutte, anche per le funzioni limitate di competenza cui sono ridotte dal decreto Monti, così almeno non si creerebbe alcuna dispariità di trattamento fra le une e le altre.
    Non mi addentro, per quanto mi riguarda, nel binomio neo-provinciale previsto di Avellino-Benevento o di Benevento-Avellino, perché sono marchigiano e non conosco bene la realtà odierna delle due zone, se non quella storica di Sannio ed Irpinia.
    Per quanto concerne le Marche, Ascoli-Fermo-Macerata o Macerata-Fermo-Ascoli, o provincia del Piceno, la logica geografica vorrebbe, essendo tre, e non due, le province da accorpare, che sia Fermo il capoluogo, perché davvero centrale e perfettamente baricentrica nel nuovo vasto territorio unificato.
    Comunque staremo a vedere, anche se trovo fortemente anticostituzionale il progetto governativo di sppressione e riaccorpamento, da violare in un atto solo ben cinque articoli della Carta costituzionale, che la Consulta (Corte Costituzionale), se investita da ricorsi delle Regioni maggiormente interessate dal riassetto, cancellerà l’art. 17 del decreto di reviisone della spesa.
    Una perdita d’identità locale, per provvedere solo, la nuova super-provincia, ad ambiente, viabilità e trasporti, mi sembra propio un paradosso.

  9. Gianluca ha detto:

    Ci può stare l’accorpamento Irpinia-Sannio per dare più voce alle zone interne sempre bistrattate.
    Ma non condivido il criterio di assegnazione del Capoluogo al Comune più popoloso.
    Questo criterio andrebbe bene se tutte e due le Provincie non rientravano nei parmetri imposti dal Governo, ma in questo caso è Benevento che è costretta ad accopparsi con Avellino.

    Ma i nostri Politici dove sono ???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *