- Atripalda News - https://www.atripaldanews.it -

Emergenza incendi, oltre 700 ettari di bosco andati distrutti in Irpinia

incendio boscoL’Irpinia brucia, decine i roghi che da settimane stanno devastando ettari di bosco in tutta la provincia avellinese. Forze dell’ordine, Corpo Forestale dello Stato, Carabinieri e autorità locali convocati presso gli uffici della Procura della Repubblica di Avellino dal dottor Angelo Di Popolo. Settecento ettari andati in fiamme in 350 incendi, un morto nel devastante rogo di Lauro e una piromane arrestata a Sant’Angelo dei Lombardi, questo il bilancio allarmante dell’estate 2012, dati che però rientrano nella media secondo il comandante provinciale del Corpo Forestale dello Stato Gerardo Panza. A lavoro senza sosta gli agenti della Forestale in sinergia con tutte le forze dell’ordine per evitare che il numero dei roghi aumenti. Fondamentale secondo Panza la prevenzione e l’impiego delle tecnologie che hanno consentito di individuare la casalinga piromane di Sant’Angelo dei Lombardi. Necessario il richiamo di personale libero dal servizio, per poter far fronte alle innumerevoli richieste di soccorso che giungono presso la sala operativa. I comuni maggiormente colpiti sono stati, Mirabella Eclano, Nusco, Prata Principato Ultra, Monteforte Irpino, Lapio, San Sossio Baronia, Atripalda, Cassano Irpino, Solofra, Monteverde, Nusco, Parolise, Savignano Irpino, Vallata, Avellino, Baiano, Pratola Serra, e Ariano Irpino dove intorno alle 16’00, un grosso incendio di sterpaglie ha interessato contrada Orneta, con il fuoco che è arrivato in prossimità delle abitazioni, ed ha incendiato un bombolone di gas G.P.L.; solo grazie al tempestivo intervento della squadra dei Caschi Rossi del distaccamento di Ariano Irpino, e da due squadre provenienti dal distaccamento di Grottaminarda si è potuto spegnere l’incendio che poteva provocare gravi conseguenze. Una squadra S.A.F. (speleo – alpino – fluviale), della centrale operativa di contrada Quattrograna, su richiesta dei carabinieri di San Martino Valle Caudina, è stata impegnata tutto il giorno per un recupero in un pozzo situato in una campagna del paese.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli: