Flash news:   Usura ed estorsione ad Atripalda, agli arresti domiciliari due persone di 50 e 32anni: prestavano denaro con interessi fino al 180% Inquinamento, linea dura del sindaco Spagnuolo: divieto di bruciare residui vegetali o altro materiale fino a settembre Open Day Pfizer dell’Asl di Avellino per martedì 22 giugno presso tutti i Centri Vaccinali irpini Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna” Fiori, piante e taglio erbacce per abbellire di Atripalda: la città riscopre il pollice verde. Foto Il Piano dei giovani di Idea Atripalda: “una comunità energetica e di autoconsumo collettivo” L’Us Avellino riparte da Braglia e Di Somma Air, ripristinati da domenica i servizi urbani di trasporto nei giorni festivi sulla linea Atripalda-Avellino-Mercogliano Emporio Solidale di Atripalda, ieri il taglio del nastro. Don Fabio: “nuova dignità alle famiglie”. Il sindaco: “Doveroso dare risposte alle domande di auto”. FOTO Conferenza Episcopale Italiana: “restano vigenti le disposizioni anti Covid: sospese processioni e festa esterna”

Calcio, sconfitta per l’Atripalda nell’amichevole contro la Sarnese

Pubblicato in data: 30/8/2012 alle ore:12:31 • Categoria: Calcio, Sport

marco-dursoSarnese – Atripalda 3-1

Sarnese: D’Agostino, Arzeo (15′ s.t. Lenci), Monti (30′ s.t. Alleruzzo), Panini (15′ s.t. Maraucci), Zara (20′ s.t. Valisena), Rescio (10′ s.t. Aufiero), Iennaco (25′ s.t. Iennaco), Ferraro (10′ s.t. D’Imporzano), D’Avanzo (10′ s.t. Noto), Tarallo (10′ s.t. Siano), Matarazzo (10′ s.t. Di Palma).

Allenatore: Egidio Pirozzi.

Atripalda: Afeltra, D’Urso (36′ s.t. Coscia), La Marca (1′ s.t. Stompanato), Angieri, Formato, Di Luccio, Tirri (39′ s.t. Tullino), Petrillo (31′ p.t. Vecchione), Nappi, Cannalonga (1′ s.t. Liotto), D’Acierno (23′ s.t. Omar).

Allenatore: Carmine Amato.

Reti: 15′ e 29′ p.t. Matarazzo (S), 8′ s.t. D’Urso (A), 37′ s.t. Alleruzzo (S).

Sconfitta ma convincente l’Atripalda ammirata al “Felice Squitieri” al cospetto della Sarnese, compagine allestita per puntare dritto alla Seconda Divisione. I granata guidati da Egidio Pirozzi hanno superato gli ospiti con il punteggio di 3-1, che ha rispecchiato un match combattuto soprattutto nella sua fase centrale. Con i rispettivi impegni ufficiali alle porte, infatti, è stata partita vera tra due squadre che non si sono risparmiate fino all’ultimo. I sarnesi sono partiti forte trascinati dall’ex Avellino Diego Matarazzo, interprete del tridente di Pirozzi insieme all’altro esterno D’Avanzo e all’ariete Tarallo. Il 24enne fantasista di Chiusano San Domenico è andato a segno prima risolvendo una mischia in area al quarto d’ora esatto per poi ripetersi un minuto prima della mezz’ora con una gran botta di mezzo esterno dai 20 metri sul quale Afeltra non ha potuto fare nulla. Gli uomini di Amato non si sono fatti intimorire dalla furia dell’avversario, andando per ben tre volte vicini al gol nell’arco dei primi 45′. Nella prima occasione al 22′ con Cannalonga, la cui zampata ha fatto la barba al palo dopo la fuga di D’Acierno sulla sinistra; nel secondo tentativo al 32′ con lo stesso bomber classe ’93, smarcato in area da un rimpallo ma impreciso nel concludere a rete a tu per tu con D’Agostino; infine al 43′ quando un D’Acierno letteralmente scatenato è partito da centrocampo, è andato via di forza a tre uomini ma non ha inquadrato la porta di un soffio dai 16 metri. Nella ripresa all’8′ la formazione biancoverde ha legittimato le palle-gol costruite con l’imperioso stacco di testa di D’Urso sul corner di Vecchione. Galvanizzato dalla segnatura, l’undici di Amato ha anche sfiorato il pari al 23′ ancora con D’Acierno che ha graziato la retroguardia granata tutto solo davanti a D’Agostino. Implacabile, invece, al 37′ l’atripaldese Alleruzzo che ha fatto tris per la Sarnese sfruttando uno svarione difensivo. Buone le indicazioni per mister Amato, che ha potuto constatare la crescita non solo complessiva ma anche dei singoli. Angieri, insuperabile, si è confermato autentico leader della difesa. Per quel che riguarda il reparto offensivo, primi segnali di intesa tra Cannalonga e D’Acierno. Da segnalare, inoltre, la buona prova tra i pali di Afeltra, i cui riflessi si sono rivelati decisivi in almeno tre occasioni e in grado di dare sicurezza con la sua presenza all’intero pacchetto arretrato.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *