alpadesa
  
domenica 08 dicembre 2019
Flash news:   Quattro Notti Bianche ad Atripalda: si parte stasera da via Gramsci tra Villaggio di Babbo Natale, luci d’artista, musica live, street food e artisti di strada Danneggia il sensore dell’impianto di allarme di un negozio di elettronica, denunciato dai Carabinieri di Atripalda “Regalo un sorriso ad un bambino” per donare nuovi giocattoli ai più piccini di Atripalda meno fortunati La danza sabato e domenica nella Dogana dei Grani di Atripalda Maurizio Terrazzi è il nuovo questore di Avellino Approvato il Piano di Gestione Forestale per valorizzare il Parco San Gregorio di Atripalda La Confcommercio premia il fiorista atripaldese Raffaele Di Gisi Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento Ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda, Protocollo d’intesa per ospitare famiglie e persone indigenti Giuseppe Petrucciani premiato come socio storico dell’Ucsi

Calcio, primo turno Coppa Italia Dilettanti: Vis Ariano – Atripalda 2-1

Pubblicato in data: 10/9/2012 alle ore:07:00 • Categoria: Sport, CalcioStampa Articolo

carmine-amatoTabellino

Vis Ariano: Zullo 6.5, De Padua 6, Grasso A. 7, Menna 6.5, Zobel 6.5, Di Gruttola 6.5, Spaccamiglio 6.5 (30′ s.t. Di Laurenzo s.v.), Bellofatto 6.5, Di Biase 6.5, Bernardo 6 (33′ s.t. Armonico s.v.), Verrilli 6.5 (11′ s.t. Salierno 6).

A disp.: Greco, Iannarone, Bongo, Rollo.

Allenatore: Del Vecchio G. 7.

Atripalda: Afeltra 6, D’Urso 5.5, Barletta 6 (33′ s.t. Vecchione s.v.), De Falco 6 (1’s.t. Tirri 5), Angieri 5.5, La Marca 5.5, Formato 6, Di Luccio 5.5, Nappi 6, Cannalonga 5 (11′ s.t. Liotto 4), D’Acierno 6.

A disp.: Imparato, Coscia, Modesto, Petrillo.

Allenatore: Amato C. 6.

Arbitro: Mulè di Benevento 6.

Assistenti: D’Andrea e Ciccopiedi.

Marcatori: 46′ p.t. Di Biase (VA), 2′ s.t. Verrilli (VA), 28′ s.t. D’Acierno (A).

Ammoniti: Menna, Grasso A., Zullo (VA); Nappi, Angieri, Tirri (A).

Espulsi: Bellofatto (VA) e Liotto (A) al 25′ s.t. per reciproche scorrettezze.

Note: presenti sugli spalti 250 spettatori circa con folta rappresentanza ospite.

Cronaca

L’Atripalda stecca la prima uscita ufficiale della nuova stagione uscendo battuta dal “Renzulli” di Ariano Irpino col punteggio di 2-1. Nella prima giornata del girone di Coppa Italia, gli uomini di Amato si lasciano sorprendere da una pimpante Vis Ariano, che ora vede la qualificazione ai sedicesimi della manifestazione tricolore regionale. Formazione obbligata per i padroni di casa in virtù delle pesanti assenze di capitan Grasso e di La Pietra. Del Vecchio schiera un 4-5-1 con il neo acquisto Di Biase unico riferimento avanzato e supportato sugli esterni da Bernando e dal baby classe ’95 Verrilli. Davanti alla difesa Menna assicura qualità e quantità, mentre in difesa al fianco di Zobel c’è Di Gruttola. Ospiti con la formazione annunciata: nel 4-3- 1-2 di Amato l’ultimo arrivato De Falco parte dal 1′ in cabina di regia, mentre in avanti Nappi supporta il duo Cannalonga-D’Acierno. Il match si segnala per ritmi non elevati nelle sue prime battute con l’Atripalda che fatica a prendere in mano il pallino di gioco, complice una Vis Ariano quadrata e che fa densità a centrocampo. Il primo squillo della gara arriva proprio al 15′ quando Nappi gira col destro dal vertice destro sfiorando di poco il montante. Al 21′ lo emula Formato, il cui tentativo da identica posizione scheggia la traversa. Nappi è il più attivo tra i suoi, ma le sue iniziative tra le linee non trovano sbocchi negli ultimi sedici metri. L’undici ufitano cresce alla distanza e in chiusura di tempo trova l’inatteso vantaggio: il cross al bacio di Grasso dalla sinistra trova la testa di Di Biase, che indirizza la sfera nell’incrocio dove Afeltra non può arrivare. L’ex bomber dell’Anacapri bagna con gol l’esordio in gara ufficiale con la sua nuova squadra, sfruttando una disattenzione della difesa atripaldese. Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa premono ancora sull’acceleratore e trovano il raddoppio. Al 2′ Bellofatto si invola sulla destra, trovando tutto solo sottomisura Verrilli, per il quale a porta sguarnita è un gioco da ragazzi depositare in rete. L’Atripalda è stordita e rischia il tracollo pochi minuti dopo sul traversone del solito Grasso, che pesca tutto solo sul secondo palo Spaccamiglio, il quale, però, di testa spreca clamorosamente graziando l’avversario. Il pericolo scampato scuote la squadra biancoverde che si proietta in avanti alla ricerca del gol che riaprirebbe la partita. Al 13′ si mette in luce Barletta la cui volè di destro destinata nel sette opposto trova la prodigiosa risposta di Zullo, che con la mano di richiamo mette in angolo. A metà tempo squadre in dieci per effetto delle espulsioni di Liotto e Bellofatto. Ne approfitta l’Atripalda per accorciare le distanze con D’Acierno al 28′: il lancio da metà campo di Barletta taglia come il burro la difesa arianese tra le cui maglie sbuca il giovane attaccante biancoverde, che addomestica la sfera e batte Zullo in diagonale. L’Atripalda si catapulta in avanti ma è la Vis Ariano che al 36′ potrebbe chiudere la contesa in contropiede: Di Biase si mette in proprio in area, dribbling a rientrare sul sinistro ma sulla conclusione a giro Afeltra ci mette una pezza con uno strepitoso colpo di reni. In pieno recupero ghiotta chance per gli ospiti ma D’Acierno tutto solo nel cuore dell’area avversaria spedisce incredibilmente a lato.

Spogliatoi

Ci si attendeva certamente un esordio diverso in casa Atripalda dopo le buone premesse costruite nei test pre-campionato. La sconfitta pregiudica il cammino della formazione biancoverde nella competizione ma non le certezze di Carmine Amato, convinto che la squadra saprà farsi trovare pronta per la prima di campionato. Il tecnico di Marigliano non fa drammi: “Non abbiamo avuto un buon approccio. Siamo scesi in campo contratti perché abbiamo avvertito la pressione della prima gara ufficiale della stagione. Ciò ci ha fatto sbagliare anche le cose più elementari, al
di là dell’errata lettura in occasione dei due gol avversari. Abbiamo affrontato una buona squadra che ha capitalizzato al massimo le occasioni create. Nonostante tutto abbiamo fatto vedere qualcosa di buono, soprattutto in fase offensiva, arrivando spesso in area avversaria soprattutto nel primo tempo. Siamo vivi, anche sotto l’aspetto prettamente fisico. Dobbiamo soltanto crescere sotto il profilo mentale, prestando maggiore attenzione. Questa sconfitta non ci ridimensiona. Siamo consapevoli del nostro valore e in settimana prepareremo al meglio la sfida contro il Vico Equense”. Sorrisi tra i padroni di casa per un successo di prestigio che esalta tutto l’ambiente. Gerardo Del Vecchio elogia i suoi, che però bacchetta anche per non aver saputo gestire al meglio il doppio vantaggio: “Per noi è un gran risultato, frutto di una prestazione generosa al cospetto di un avversario qualitativamente superiore. Siamo stati bravi a tramutare in gol le occasioni costruite, anche se avrei preferito un atteggiamento diverso sul 2-0. Abbiamo rischiato di buttare tutto all’aria. Nonostante fosse la nostra terza partita dall’inizio della preparazione abbiamo comunque dimostrato di essere in salute e di poter dire la nostra in campionato. La società ha svolto un ottimo lavoro sul mercato, ingaggiando elementi di qualità in ogni reparto”. La Vis Ariano ha dimostrato ancora una volta di avere un certo feeling con la Coppa Italia, vestendo il ruolo di ammazza grandi. Tuttavia, il tecnico ufitano pensa all’imminente avvio del campionato: “Negli ultimi anni abbiamo ben figurato nella manifestazione, ma sinceramente preferisco pensare all’esordio contro il Montesarchio. La squadra ha lanciato segnali incoraggianti”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *